GRATIN DI PATATE E FONTINA

Il gratin di patate è un vero jolly: si prepara in un attimo e, in genere, mette tutti d’accordo. Si tratta di una ricetta gustosa e golosissima specie se, come me, gli si aggiunge del formaggio filante: io ho scelto una dose generosa di fontina, ma potrete utilizzare il formaggio semi-stagionato che avete a disposizione (asiago, toma giovane, taleggio ecc).La ricetta, come dicevo, è facile e veloce e si presta a mille varianti: è possibile aggiungere del prosciutto cotto, dei dadini di salame o – perché no?! – qualche acciughina.Può essere consumato caldo, tiepido ed è buonissimo anche il giorno dopo riscaldato: le patate infatti non diventeranno dure grazie alla crema di uova, latte e formaggio che viene aggiunta prima della cottura del gratin.Allora dai che lo prepariamo insieme…

Ingredienti:
-800 gr di patate-200 gr di fontina-350 ml di latte-2 tuorli-burro morbido-pangrattato-sale-pepe-noce moscataCottura: 10 minuti per lessare le patate + 20 minuti in forno preriscaldato a 200°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: pelare le patate e tagliarle a fette di un centimetro.Farle cuocere in acqua salata per dieci minuti e farle intiepidire. Nel frattempo mettere il latte in una ciotola, aggiungere i due tuorli, un pizzico di sale, di pepe, di noce moscata, e la fontina grattugiata alla julienne e mescolare bene per distribuire gli ingredienti.Imburrare una teglia con diametro ventotto centimetri e fare un primo strato con le fette di patata leggermente sovrapposte: salare e aggiungere dei fiocchetti di burro.Continuare con un secondo strato di patate e aggiungere il miscuglio di latte, tuorli e formaggio.Spolverare la preparazione con abbondante pangrattato e parmigiano.Terminare con fiocchetti di burro ed infornare in forno preriscaldato alla temperatura indicata.

Il nostro gratin è pronto, vi abbraccio, la Chicchina.

INVOLTINI DI MELANZANA CON PEPERONI ARROSTO, FORMAGGIO SPALMABILE E ALTRE BONTÀ

Oggi vi voglio parlare di questi involtini che arrivano dritti dritti dalla mia fantasia: complici una melanzana e un peperone che giacevano tristemente in dispensa, ho pensato di realizzare queste piccole bontà che sono ideali per chi cerca di preparare piatti sani e leggeri, senza rinunciare al gusto.Si tratta, in buona sostanza, di sottili fette di melanzana grigliate e farcite con formaggio spalmabile (semplice o alle erbe, secondo il vostro gusto), striscioline di peperone arrostito e di insalata… Il tutto “condito! con un saporitissimo olio piccante.Questi involtini possono rappresentare un antipasto o un secondo sfizioso e possono far parte del buffet di una cena in piedi; hanno inoltre il vantaggio di poter essere preparati in anticipo e conservati in frigorifero fino al momento di servirli, magari su un letto di insalatina.Allora dai che li prepariamo insieme…

Ingredienti:

Per gli involtini:-1 melanzana grande-1 peperone grande-150 gr di formaggio spalmabile alle erbe-insalata-sale-pepe-origano

Per “condire” gli involtini:
-4 cucchiai di olio d’oliva-1/2 (mezzo) spicchio di aglio-sale-peperoncino-prezzemolo

Cottura: 3 minuti per lato di griglia per le melanzane
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: per preparare l’olio piccante, mettere l’olio in una ciotolina ed aggiungere l’aglio, il sale, il peperoncino e il prezzemolo tritato.Tagliare la melanzana a fette sottili, cospargerle di sale e lasciarle riposare per una mezz’ora (affinché eliminino l’acqua amara di vegetazione).Nel frattempo arrostire direttamente sopra al gas il peperone, sino a che la buccia sarà annerita e completamente raggrinzita: questo è il metodo più antico per eliminare la pelle e abbrustolire i peperoni. In alternativa, il peperone si può appoggiare su una piastra rovente e rigirare costantemente, sino a quando è completamente arrostito.In entrambi i casi, quando il peperone è cotto, è necessario metterlo in un sacchetto di plastica per alimenti, chiuderlo e lasciarlo in questo modo per una ventina di minuti.Passato questo tempo la pellicina del peperone si staccherà agevolmente.Una volta che avrete eliminato la pellicina, tagliate il peperone a metà, e poi a striscioline, avendo cura di eliminare tutti i semi.Lavare molto bene l’insalata e tagliare anch’essa a striscioline.A questo punto sciacquare le fette di melanzana, asciugarle e grigliarle tre/quattro minuti per lato su di una piastra rovente.Spalmare le fette di melanzana con il formaggio alle erbe, aggiungere delle striscioline di peperone arrosto e di insalata, salare ed aggiungere il peperoncino e l’origano.

Arrotolare le fette di melanzana e fermare l’involtino con uno stecco da cucina.Disporre gli involtini su un letto di insalata e irrorare il tutto con l’olio saporito preparato precedentemente.

I nostri involtini sono pronti. Un abbraccio, la Chicchina.

CREMA DI CECI E FORMAGGIO SPALMABILE ( A MODO MIO)

Come vi ho già raccontato, negli ultimi tempi, cerco di realizzare ricette con i legumi: tanto preziosi per chi (come i miei figli) sceglie di seguire l’alimentazione vegetariana.Oggi ho pensato di preparare la crema di ceci con formaggio spalmabile; in rete se ne trovano diverse versioni, io vi propongo la mia, che a casa è piaciuta a tutti: anche a chi vegetariano non è.Si tratta di una preparazione facile e veloce: io ho scelto di utilizzare i ceci lessati in barattolo, una buona quantità di formaggio spalmabile, sale, pepe, mezzo spicchio di aglio a crudo, un niente di scorza di limone, salvia e del brodo vegetale al posto dell’acqua che, solitamente viene usata per allungare il tutto.Ovviamente potrete omettere l’aglio se non lo gradite e sostituire la salvia con altre erbe che vi garbano di più. Vediamo insieme come preparare questo sfizio che vi consiglio di servire con dei crackers integrali..
Ingredienti:
-200 gr di ceci lessi-200 gr di formaggio spalmabile-1/2 spicchio di aglio-sale-pepe-tre cucchiai di brodo vegetale-tre foglie di salvia
Cottura:/
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: sciacquare i ceci e asciugarli tamponandoli con la carta da cucina.Metterli dunque nel bicchiere del frullatore con lo spicchio d’aglio e dare una prima “frullata”. Aggiungere quindi il formaggio spalmabile, le foglie di salvia, il sale, il pepe, la scorza di limone, due cucchiai del suo succo, e tanto brodo vegetale tiepido, quanto basta ad ottenere una crema omogenea e vellutata

Tutto qui! la nostra crema è pronta, come anticipato, è perfetta servita su crackers o fette di pane integrale. per oggi è tutto, a presto, la Chicchina

INVOLTINI DI MELANZANA CON PEPERONI ARROSTO, FORMAGGIO SPALMABILE E ALTRE BONTÀ

Oggi vi voglio parlare di questi involtini che arrivano dritti dritti dalla mia fantasia: complici una melanzana e un peperone che giacevano tristemente in dispensa, ho pensato di realizzare queste piccole bontà che sono ideali per chi cerca di preparare piatti sani e leggeri, senza rinunciare al gusto.Si tratta, in buona sostanza, di sottili fette di melanzana grigliate e farcite con formaggio spalmabile (semplice o alle erbe, secondo il vostro gusto), striscioline di peperone arrostito e di insalata… Il tutto “condito! con un saporitissimo olio piccante.Questi involtini possono rappresentare un antipasto o un secondo sfizioso e possono far parte del buffet di una cena in piedi; hanno inoltre il vantaggio di poter essere preparati in anticipo e conservati in frigorifero fino al momento di servirli, magari su un letto di insalatina.Allora dai che li prepariamo insieme…

Ingredienti:

Per gli involtini:-1 melanzana grande-1 peperone grande-150 gr di formaggio spalmabile alle erbe-insalata-sale-pepe-origano

Per “condire” gli involtini:
-4 cucchiai di olio d’oliva-1/2 (mezzo) spicchio di aglio-sale-peperoncino-prezzemolo

Cottura: 3 minuti per lato di griglia per le melanzane
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: per preparare l’olio piccante, mettere l’olio in una ciotolina ed aggiungere l’aglio, il sale, il peperoncino e il prezzemolo tritato.Tagliare la melanzana a fette sottili, cospargerle di sale e lasciarle riposare per una mezz’ora (affinché eliminino l’acqua amara di vegetazione).Nel frattempo arrostire direttamente sopra al gas il peperone, sino a che la buccia sarà annerita e completamente raggrinzita: questo è il metodo più antico per eliminare la pelle e abbrustolire i peperoni. In alternativa, il peperone si può appoggiare su una piastra rovente e rigirare costantemente, sino a quando è completamente arrostito.In entrambi i casi, quando il peperone è cotto, è necessario metterlo in un sacchetto di plastica per alimenti, chiuderlo e lasciarlo in questo modo per una ventina di minuti.Passato questo tempo la pellicina del peperone si staccherà agevolmente.Una volta che avrete eliminato la pellicina, tagliate il peperone a metà, e poi a striscioline, avendo cura di eliminare tutti i semi.Lavare molto bene l’insalata e tagliare anch’essa a striscioline.A questo punto sciacquare le fette di melanzana, asciugarle e grigliarle tre/quattro minuti per lato su di una piastra rovente.Spalmare le fette di melanzana con il formaggio alle erbe, aggiungere delle striscioline di peperone arrosto e di insalata, salare ed aggiungere il peperoncino e l’origano.

Arrotolare le fette di melanzana e fermare l’involtino con uno stecco da cucina.Disporre gli involtini su un letto di insalata e irrorare il tutto con l’olio saporito preparato precedentemente.

I nostri involtini sono pronti. Un abbraccio, la Chicchina.

RISOTTO AL GAVI, PERE E ROBIOLA

L’accostamento del formaggio con le pere è di una bontà ben nota.
Oggi vi parlo di un risotto delicato e squisito: il risotto al Gavi con pere e robiola, un primo prelibato che vi farà fare bella figura anche nelle occasioni importanti.Il valore aggiunto,  è dato dal Gavi Pisè dell’azienda agricola biodinamica: La Raia,  che gli regala un gusto unico e che vi consiglio di provare. Si tratta di una ricetta semplice e veloce: il risotto deve essere servito all’onda (cremoso) e decorato con sottili fettine di pera ammorbidite nel burro, sfumate con il Gavi e insaporite con una generosa presa di pepe nero.

Ingredienti:
-320 gr di riso Carnaroli-2 pere Abate -120 gr di robiola-1/2 (mezza) cipolla-3 cucchiai di olio d’oliva-sale-pepe nero-50 gr di parmigiano grattuggiato-1 noce di burro-1 bicchiere di Gavi Pisè per il risotto + 2 cucchiai per profumare le fettine di pere per   decorare i piatti-brodo vegetale preparato con: cipolla, sedano e carota fatti bollire almeno per 20 minuti
Cottura: 17 minuti per il risotto + 20 minuti per il brodo vegetale + 10 minuti per ripassare le fettine di pera per la decorazione
Difficoltà: bassa
Costo: medio

Preparazione: per il brodo vegetale  mettere in una pentola  un litro di acqua con una cipolla, sedano e carota.Fare bollire per il tempo indicato.Tritare finemente la cipolla e farla soffriggere in una padella con l’olio.Inserire dunque il riso e tostarlo alcuni minuti, sino a che diventa trasparente.Sfumare con il Gavi.Salare, pepare e iniziare la cottura aggiungendo, via via, brodo vegetale caldo.Pelare le pere: tagliarne una a cubetti, mezza a fettine sottili e mezza frullarla a crema con un paio di cucchiai di brodo.Unire al risotto la pera frullata e quella a cubetti.Nel frattempo ripassare in un padellino con una noce di burro le fettine di pera e, quando sono morbide, bagnarle con i due cucchiai di Gavi.Quando il risotto è quasi pronto aggiungervi la robiola a pezzettini mescolando per amalgamarla.Allontanare quindi la padella dal fuoco e mantecare con il parmigiano ed il burro.Coprire e fare riposare due/ tre minuti.Servire all’onda, decorare i piatti con le fettine di pere e spolverare con il pepe nero.Grazie di essere passati di qui, la Chicchina

TEGLIA DI VERDURE E FORMAGGIO GRATINATE

Oggi vi parlo di una ricetta che a casa mia piace moltissimo: la teglia di verdure e formaggio al forno.Si tratta di un modo sfizioso e goloso per far mangiare le verdure anche a chi non le gradisce particolarmente: l’aggiunta delle lamelle di formaggio (per me Asiago stagionato) e di una saporitissima panure rendono questa preparazione una vera bontà.Le quantità e la varietà delle verdure sono solo indicative: in realtà si possono utilizzare le verdure che più piacciono o che, semplicemente, si hanno a disposizione.Anche per quanto riguarda il formaggio è possibile utilizzarne di diverso tipo: Montasio, Provolone, caciotta o fontina saranno perfetti… Eviterei solamente di usare formaggi freschi, in questo caso.Le verdure non necessitano di una prima cottura: si affettano e si dispongono a raggiera su una teglia oliata. Per terminare un generoso filo d’olio e una panure con pangrattato, parmigiano ed aromi… Niente di difficile quindi… Cosa dite?! La prepariamo insieme? Venite che vi racconto questa facile e preziosa ricetta…

Ingredienti:
-2 zucchine-1 melanzana lunga-3 pomodori maturi ma sodi-2 peperoni-1 cipolla (io di Tropea)-2 patate-150 gr di Asiago stagionato
Per la panure:
-3 cucchiai di pangrattato-3 cucchiai di parmigiano-1 spicchio d’aglio-prezzemolo-sale-peperoncino-olio d’oliva

Cottura: 1 ora a 190°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: lavare ed asciugare tutte le verdure. Eliminare semi e filamenti dai peperoni e tagliarli a fette.Sbucciare le patate ed affettarle.Sbucciare la cipolla e tagliarla a grosse fette procedendo con delicatezza affinché le fette non si dividano ad anelli.Spuntare le zucchine e la melanzana e tagliarle a fette.Affettare anche i pomodori e l’Asiago. Ungere dunque una teglia con un filo d’olio e disporvi le verdure a raggiera alternandole alle fette di formaggio. Salare, aggiungere il peperoncino e profumare con l’origano.Preparare la panure con il pangrattato, il parmigiano, il prezzemolo tritato, lo spicchio d’aglio tritato finemente, il sale e il peperoncino.Distribuire la panure sulle verdure ed irrorare con un filo d’olio.Infornare in forno preriscaldato per il tempo indicato, azionando negli ultimi dieci minuti il grill per far sì che si formi una deliziosa crosticina. 

Servire la teglia tiepida come contorno o come sfizioso secondo.

ONION RINGS A MODO MIO

Gli onion rings sono deliziosi anelli di cipolla pastellati e fritti, tipici della cucina americana: possono rappresentare uno sfizioso finger food ideale per accompagnare un aperitivo, un antipasto, o uno snack sfizioso che farà la gioia di tutti, magari accompagnati da salse come ketchup o maionese.Vi lascio la mia semplice ricetta che prevede un ammollo degli anelli di cipolla in acqua salata, una pastella che andrà  (possibilmente) fatta riposare in frigo e la frittura in olio di semi… Una spolverata di sale e il gioco è fatto.Ci venite allora con me in cucina a preparare gli onion rings? Fidatevi, sono buonissimissimi…

Ingredienti:
-3 cipolle di dimensioni medie -130 gr di farina bianca-30 gr di parmigiano grattugiato-2 uova-130/150 ml di acqua frizzante freddissima-1 pizzico di bicarbonato-sale-pepe-olio di semi di arachide per friggere

Cottura: 7/8 minuti per la frittura
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: sbucciare le cipolle e tagliarle a fette alte circa un centimetro.Premere ogni fetta affinché si divida in anelli e metterli a bagno in acqua fredda salata per mezz’ora.Nel frattempo mettere le uova in una ciotola, salare, pepare e inserire poca alla volta la farina.Unire il pizzico di bicarbonato, il parmigiano e tanta acqua ghiacciata quanta basta ad ottenere una pastella cremosa (a seconda dell’umidità della farina ne possono servire dai centotrenta ai centocinquanta ml), coprire quindi la ciotola con la pellicola alimentare e farla riposare in frigo per una mezz’ora.Scolare gli anelli di cipolla e asciugarli uno per uno.Scaldare una padella con abbondante olio di semi, immergere gli anelli nella pastella e tuffarli nell’olio caldo: rigirarli quando sono dorati.A cottura passare gli onion rings su carta assorbente, spolverare con il sale e servire accompagnando con maionese o ketchup.

Gli onion rings sono pronti… Un abbraccio, la Chicchina.

RISO ARTIGLIO CON VERDURE E SALMONE

Oggi vi voglio parlare del riso Artiglio con verdure e salmone: un piatto fresco, leggero e nutriente che può rappresentare un piatto unico in estate ma che viene consumato volentieri tutto l’anno; io l’ho preparato con il riso dell’Azienda Agricola Rabellotti Stefano della quale vi ho già parlato e che per me è sinonimo di una qualità decisamente superiore. Il riso Artiglio è un riso dal chicco lungo e ha un alto contenuto di amilosio, qualità che gli conferisce una bassa collosità dopo la cottura: questa caratteristica fa sì che il riso Artiglio venga particolarmente utilizzato per insalate di riso, contorni e risotti di pesce. Ovviamente la quantità e la varietà delle verdure previste per il condimento dipendono dai gusti e dalla fantasia: io ho scelto peperoni, melanzane e zucchine e ho profumato il tutto con un trito di prezzemolo fresco (anche in questo caso quest’erba aromatica può essere sostituita con menta, timo o aneto).La ricetta è facile e veloce: si fa lessare il riso e, contemporaneamente, si cuociono in padella le verdure tagliate a cubetti. Si condisce quindi il riso con le verdure e il salmone affumicato, un trito di prezzemolo, un giro di olio buono e… Et voilà il piatto è pronto!! Vediamo allora come preparare questo primo colorato e goloso.

Ingredienti:

-320 gr di riso Artiglio 

-100 gr di  di melanzana

-100 gr di peperone rosso

-100 gr di peperone giallo

-100 gr di zucchina

-150 gr di salmone affumicato

-1 spicchio d’aglio

-sale

-peperoncino

-4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva per cuocere le verdure + q.b. per terminare il piatto

-prezzemolo tritato

Cottura: 10 minuti per il riso + 10 minuti per cuocere le verdure

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: lavare molto bene le verdure, spuntare la zucchina e la melanzana, tagliare a falde ed eliminare semi e filamenti ai peperoni.Tagliare dunque a cubetti tutte le verdure. Mettere lo spicchio d’aglio vestito e schiacciato in un tegame insieme all’olio e farlo dorare dolcemente.Eliminare l’aglio, aggiungere le verdure, salare, insaporire con il peperoncino e cuocere per il tempo indicato.Portare a bollore una pentola con abbondante acqua salata e cuocervi il riso leggermente al dente, scolarlo e farlo raffreddare allargandolo in una pirofila perché questa operazione avvenga in modo uniforme.Tagliare a striscioline il salmone.A questo punto aggiungere le verdure (compreso il loro intingolo) e le striscioline di salmone al riso e mescolare bene per distribuire gli ingredienti.Profumare con un trito di prezzemolo e terminare il piatto con un giro d’olio extravergine di oliva.

PIZZETTE DI MELANZANE

Le pizzette di melanzane rappresentano un antipasto leggero e goloso.
Sono semplici e veloci da realizzare: io le preparo spesso, soprattutto nella stagione estiva, e le farcisco semplicemente con salsa di pomodoro, scamorza, origano e qualche fogliolina di basilico per profumare il tutto.Naturalmente, secondo il vostro gusto personale, potrete poi aggiungere delle acciughe, qualche cappero,  qualche cubetto di prosciutto, del tonno  e, in sostituzione della scamorza, potrete scegliere di utilizzare  il formaggio che più vi piace (vanno bene provola, asiago, montasio o la mozzarella di bufala).Io le preparo con le melanzane lunghe, ma se volete realizzare delle pizzette di melanzane più grandi dovrete scegliere quelle tonde.Allora vediamo insieme come realizzare queste squisite e particolari pizzette…

Ingredienti:
-2 melanzane lunghe di medie dimensioni-200 ml di polpa di pomodoro-200 gr di scamorza (anche affumicata, se la preferite)-parmigiano grattugiato -olio extravergine d’oliva-sale-pepe-origano
Cottura: 15 minuti  a 180° per le fette di melanzana + 10 minuti alla stessa temperatura per le pizzette farcite
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: tagliare a fette sottili le melanzane (sette-otto millimetri), cospargerle di sale fino e lasciarle riposare per almeno quindici minuti affinché perdano l’acqua di vegetazione.Passato questo tempo sciacquarle e asciugarle con un canovaccio.Praticare dei piccoli tagli sulle fette di melanzana.Disporre quindi le fette in una teglia rivestita con la carta forno, irrorarle con un filo d’olio e infornarle in forno preriscaldato alla temperatura e per il tempo indicati.Nel frattempo mettere la polpa di pomodoro in una ciotolina e condirla con sale, origano e un paio di cucchiai di olio.Quando le fettine di melanzana sono pronte, sfornarle e condirle con la salsa di pomodoro.Aggiungere quindi un pizzico di parmigiano e una fettina di scamorza .Profumare nuovamente con l’origano e terminare con un goccio d’olio. Infornare nuovamente per una decina di minuti.Prima di servirle decoratele con le foglie di basilico… Sono buone calde, tiepide o fredde.Le pizzette di melanzane sono pronte… Un abbraccio, la Chicchina.

PENNE AL POMODORO, BASILICO E PATÉ DI OLIVE NERE

Se mi domandassero cosa rappresenta per me la felicità a tavola la risposta sarebbe:”un piatto di pasta semplice e goloso”.La ricetta di oggi rispecchia pienamente i miei gusti: si tratta di un piatto di penne condite con del sugo di pomodoro fresco, basilico e paté di olive nere, anche questo preparato in pochi minuti. Particolarmente in questo periodo c’è la necessità di preparare piatti veloci ed appaganti che mettano tutto d’accordo.Le penne al pomodoro, basilico e paté di olive nere si preparano in pochi minuti: il sugo si realizza nello stesso tempo necessario per la cottura della pasta.La quantità di paté che otterrete con le dosi che vi indicherò qui sotto è superiore a quella da aggiungere al sugo di pomodoro: potrete spalmarlo sul pane o utilizzarlo per prepararequeste bruschette (davvero ottime).Se l’idea vi piace seguitemi che vediamo come realizzare in una manciata di minuti un piatto semplice ma ricco di bontà.

Ingredienti:
-360 gr di penne-400 gr di pomodori al netto degli scarti- 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva-1 spicchio d’aglio-sale-pepe nero

Per il paté di olive nere:
-200 gr di olive nere denocciolate-1 spicchio d’aglio piccolo-4 foglie di basilico-1 pizzico di sale-olio extravergine d’oliva q.b.

Cottura: 10 minuti per il sugo di pomodoro + il tempo necessario per la cottura della pasta
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: eliminare il picciolo ai pomodori e incidere la parte superiore disegnando una croce.Gettarli quindi in acqua bollente per un minuto, prelevarli con la schiumarola, metterli in una bacinella con dell’acqua gelata e, dunque, togliere la pelle.In una padella versare l’olio, aggiungere lo spicchio d’aglio schiacciato e “vestito”, farlo dorare leggermente, inserire la polpa di pomodoro a pezzettini, salare, pepare profumare con l’origano: lasciare cuocere dolcemente una decina di minuti e, prima di spegnare il fuoco, unire le foglie di basilico spezzettate con le mani.Far bollire una pentola con abbondante acqua salata e cuocervi le penne per il tempo indicato sulla confezione.Mentre il sugo cuoce frullare le olive con lo spicchio d’aglio, il basilico, il sale e tanto olio quanto è necessario per ottenere la giusta consistenza.Quando il sugo è pronto aggiungere tre cucchiai del paté appena preparato e mescolare per distribuire i sapori.A cottura, scolare la pasta e versarla direttamente nella padella del sugo, una bella spolverata di parmigiano e il gioco è fatto.

Buon appetito. Un abbraccio, la Chicchina.