BRUSCHETTA CON PATÈ DI OLIVE NERE

Le bruschette si preparano prevalentemente in estate, perchè sono fresche ed appetitose, io le faccio tutto l’anno perchè mi piacciono tantissimo; sono deliziose anche semplicemente con pomodorini e basilico; quella che vi propongo oggi è arricchita con patè di olive nere, una salsa gustosa e facilissima da preparare. Per la riuscita di questa preparazione è necessario che l’olio sia di ottima qualità, io ne avevo ancora un pochino di quello che mi hanno portato dalla Sicilia, e questo, secondo me , è il modo migliore per sfruttare questo ingrediente prezioso.

Ingredienti:

-1 filone di pane casereccio
-400 gr di pomodorini ciliegia maturi
-1 spicchio d’aglio
-foglie di basilico
-origano
-peperoncino
-sale
-olio extravergine d’oliva q. b.

Per il patè di olive:

-200 gr di olive nere denocciolate
– 50 ml di olio extravergine di ottima qualità

Cottura: /

Difficoltà: bassa

Costo: basso.

Preparazione: per prima cosa tagliare il pane a fette alte circa 1,5 centimetri; scaldare una griglia spolverata con un pizzico di sale (in questo modo gli ingredienti che si grigliano si attaccano molto meno) grigliarle per 3/4 minuti per lato, fino a che si formano le caratteristiche righine nere. Strofinare ora le fette con uno spicchio d’aglio. Tagliare i pomodorini in quarti, salare,aggiungere peperoncino,origano e qualche foglia di basilico spezzettato con le mani. Aggiungere abbondante olio. Prepariamo ora il patè di olive: mettere le olive nel mixer e frullarle fino ad ottenere una crema densa; aggiungere poi a filo l’olio sempre frullando…ecco fatto! Spalmare le fette di pane con un sottile strato di patè e finire la nostra bruschetta con due cucchiai di pomodorini precedentemente preparati. Si tratta di un antipasto,ma può essere anche una merenda o addirittura un pranzetto veloce. Ciao, e grazie di essere passati anche oggi di qui!!!

FUSILLI ALLA CARBONARA AI CARCIOFI

La pasta è l’ingrediente principe della cucina italiana, elemento fondamentale della dieta mediterranea; in questa ricetta il condimento è ricco e saporito, quindi questa pietanza può rappresentare un piatto unico, nutriente ma leggero, magari accompagnato da un bel bicchiere di vino bianco (per chi lo regge!). Si possono usare i carciofi surgelati accorciando notevolmente i tempi di preparazione, senza nulla togliere alla buona riuscita.

Ingredienti per 4 persone:

-360 gr di fusilli
-3 uova
-4 cucchiai di panna
-50 gr di parmigiano (o pecorino)
-100 gr di pancetta affumicata
-200 grdi carciofi
-1 spicchio d’aglio
– prezzemolo q.b.
-olio
-sale
-pepe

Cottura: quella prevista dal formato di pasta (in questo caso 8 minuti), 15 minuti per i carciofi, 5 minuti per la pancetta affumicata

Difficoltà: bassa

Costo: basso.

Preparazione: io ho usato carciofi surgelati a spicchi che ho ripassato in un tegame con un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio tritato, sale, pepe e un trito di prezzemolo. Ho fatto cuocere per 15 minuti circa.
Nel frattempo fare rosolare la pancetta in 4 cucchiai d’olio per cinque minuti; sbattere le uova con il sale e il pepe; aggiungere la panna e il parmigiano. Far lessare i fusilli in abbondante acqua salata, scolarli leggermente al dente e metterli direttamente nel tegame dove abbiamo fatto rosolare la pancetta. Aggiungere i carciofi e il composto di uova, panna e parmigiano; fare insaporire ancora 2/3 minuti aggiungendo pochissima acqua di cottura della pasta ( che è ricca di amido e aumenta la mantecatura).
Volendo, spolverare con prezzemolo e …..gustare in santa pace!!!!

TORTA TANTI FRUTTI

Tanti frutti….in realtà i frutti sono tre, ma mi sembrava simpatico chiamarla così. Questa torta nasce dalla mia fantasia (anche troppo fervida, direte voi)…ieri pensavo ad una torta ricca di frutta e cereali, una torta da colazione, fresca e morbidissima.
Detto fatto, la torta è pronta, profumatissima e colorata all’interno.
Mio marito, a colazione, ne ha mangiata una fetta e poi in fretta un’altra, e alla mia domanda ” Ma… hai fame?!” La risposta è stata “No, ma mi porto avanti….”.
La torta tanti frutti  è leggera e la sua consistenza quasi morbida…allora, cosa aspettate? Tutti nella mia cucina virtuale a preparare questa bontà

Ingredienti:

-350 gr di farina
-180 gr di zucchero
-70 gr di cereali integrali
-3 uova
-1 bustina di lievito
– 1 pizzico di sale
-1 yogurt alla pesca
-succo di limone
-100 gr di ciliegie
-3 albicocche
-2 pesche

Cottura: 40 minuti a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa lavare la frutta, affettare le albicocche, le pesche e farle a pezzettoni; lavare le ciliegie e togliere loro il nocciolo con l’apposito attrezzo.In una ciotola lavorare con le fruste elettriche le uova, lo zucchero e lo yogurt; aggiungere l’olio e il succo di limone. Aggiungere gradatamente la farina mescolata al lievito e continuare a mescolare fino a che non si ottiene un composto omogeneo e quasi spumoso.Inserire i cereali leggermente tritati.Da ultima inserire la frutta mescolando per distribuirla in tutto il preparato.Imburrare ed infarinare una teglia con diametro ventisei centimetri, versarvi l’impasto ed infornare in forno preriscaldato per quaranta minuti.

Ecco pronta una torta un po’ rustica ma morbida e quasi cremosa…ha ragione Federico….è proprio buona!!!! A presto, un bacio, la Chicchina.

SALATONI GOLOSI

Di certo non si possono chiamare salatini…..ma sono talmente buoni che è bello farli extra large. Si possono farcire in mille modi, a me piacciono anche semplicemente con parmigiano. Di seguito una ricetta appetitosa, che farà bella figura nelle tavole delle prossime feste, al posto dei soliti sbiaditi grissini. Sono anche facili e non occorre essere una maestra di cucina per realizzarli. Io uso la pasta sfoglia pronta ( quella del banco frigo) perchè prepararla è lungo e macchinoso e quindi perché complicarsi la vita?!

Ingredienti per /8 salatoni:

-2 confezioni di pasta sfoglia rettangolare pronta
-1/2 vasetto di pomodori secchi
-1/2 vasetto di olive verdi denocciolate
-1 uovo
-poco latte

Cottura: 15 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa frullare i pomodori secchi in modo da ottenere una cremina; tritare le olive grossolanamente.
Srotolare il primo rettangolo di pasta sfoglia e disporlo in una teglia da forno rivestita dell’apposita carta; spennellarlo con un uovo sbattuto con un goccino di latte. Spalmare la crema di pomodori secchi su tutta la superficie. Coprire con l’altro rettangolo di pasta sfoglia, spennellare con il miscuglio precedentemente descritto e cospargere di olive premendo un poco per farle aderire bene. Ritagliare dal nostro rettangolo 8/9 strisce larghe circa 5 centimetri.Avvolgere le strisce “arrotolando” le estremità nel senso opposto l’una dall’altra . Infornare e fare cuocere 15 minuti.

Sono una bellezza, e garantisco, una vera bontà!! Ciao e a presto.

CRESPELLE AL RADICCHIO E MACCAGNO

Oggi vi propongo questa crespella golosa: è semplice da realizzare e, a casa mia piace un po’ a tutti: è farcita con radicchio ripassato brevemente in padella e deliziose fette di Maccagno, formaggio che io adoro.
Il Maccagno è un formaggio piemontese a pasta semicotta;il suo nome deriva da quello dell’Alpe Maccagno,un alpeggio Valsesiano.Il sapore è dolce ma deciso;tra i suoi estimatori Quintino Sella,il grande statista.
Se vi piace la mia proposta, venite in cucina che la prepariamo insieme…
Ingredienti:

Per le crespelle(ne vengono 8)

– 250 gr di farina 00
-3 uova
-1 noce di burro
-500 ml di latte
-sale qb.

-4 cucchiai di farina
-600 ml di latte
-1 noce di burro
-sale
-pepe
-noce moscata.

Ingredienti per farcire:

-1 cespo di radicchio rosso (quello di Chioggia tondo)
-1 cipolla bionda
-300 gr di Maccagno
-sale
-pepe
-olio extravergine

Cottura:in forno 15 minuti a 180/190°.

Difficoltà:media

Costo:medio.

Preparazione:per prima cosa mettere ad appassire in un tegame la cipolla in tre cucchiai di olio; aggiungere il radicchio perfettamente lavato e centrifugato (cui avremo spezzettato le foglie), salare e pepare;lasciare cuocere 7/8 minuti rigirando spesso.Per le crespelle: mettere le uova in una grande ciotola, salare e pepare; aggiungere quindi, il latte e amalgamare con le fruste elettriche.Inserire ora la farina continuando a sbattere sino a che il composto non appare liscio e privo di grumi; coprire con la pellicola per alimenti e fare riposare una quindicina di minuti.Nel frattempo preparare la besciamella: far fondere il burro in una pentola,aggiungere la farina e la noce moscata e mescolare velocemente;ora inserire il latte tutto in una volta e iniziare a cuocere la besciamella mescolando continuamente, fino a che sarà densa e velerà il cucchiaio.Il procedimento per la preparazione della besciamella è un po’ diverso da quello conosciuto, ma è di sicura riuscita (non si forma neanche un grumo).Ora scaldare  e ungerlo con una grossa noce di burro infilato in una forchetta; fare ora la crespella versando 1 mestolino di pastella e facendo roteare il padellino affinché il preparato ricopra interamente il fondo; lasciare cuocere 3/4 minuti e girare la frittatina. Il segreto per avere crespelle perfette è girarle quando il bordo è dorato e tende a rialzarsi.Ora assemblare le crespelle mettendo al centro di ognuna un cucchiaio di radicchio cotto, fettine di Maccagno e un pochino di besciamella. Chiudere le crespelle come più vi piace e terminare la preparazione con altra besciamella e..in forno a 180/190° per 15 minuti,fino a che si sarà formata una bella crosticina.

LA TORTA DELLA MARIA

Continua la serie di compleanni che tra Giugno e Luglio mi spingono a sfornare in maniera compulsiva una torta dietro l’altra. Questa è per la Maria, la mia mamma….per lei volevo fare una torta cremosa, ricca di frutta e panna…ecco allora questa torta a strati, farcita con crema pasticcera, ananas, panna montata e stelline di sfoglia… tutti ingredienti che fanno brillare gli occhi alla Maria!Quando l’ho messa a punto non ho volutamente tenuto conto del suo diabete o dei vari acciacchi…per una volta no!!! Per questa volta Maria ho proprio voluto esagerare, solo per una volta però….perchè adesso che le parti si sono invertite e  sono io a tenerti per mano, qualche volta devo dirti che le cose buone non ti fanno bene, come quando tu mi nascondevi la cioccolata perchè mi faceva venire mal di testa……

Ingredienti:

Per il pan di Spagna:

– 220 gr di farina
-200 gr di zucchero
-4 uova
-1 bustina di lievito

Per farcire:

Per la crema pasticcera:

-2 tuorli+ 1 uovo
-500 ml di latte
-4 cucchiai di zucchero
-3 cucchiai di farina
-il succo di 1/2 limone
-la scorza di 1/2 limone

Per le stelline di sfoglia:

-1 rotolo di pasta sfoglia
-poco latte
-zucchero-400 ml di panna da montare ben fredda
-2 cucchiai di zucchero a velo
–limoncello
-1 vaso di ananas sciroppato da 400 ml
-codette argentate
-10 biscotti ai cereali per il rivestimento esterno
-limoncello e succo d’ananas per bagnare il dolce.

Cottura: 30 minuti per il pan di Spagna, 10 minuti per la crema pasticcera e 18 minuti per le stelline di sfoglia.

Difficoltà: altina!!!!

Costo: medio

Preparazione: per prima cosa prepariamo il pan di Spagna. Sbattere a lungo le uova con lo zucchero fino a che, cioè, sono gonfie e spumose; a questo punto aggiungere la farina setacciata con il lievito.Versare l’impasto in uno stampo con diametro ventiquattro centimetri imburrato ed infarinato.Infornare in forno preriscaldato a 180° per trenta minuti.Prepariamo la crema pasticcera scaldando il latte con le scorze di limone fino a che raggiunge il bollore; a questo punto spegnere e fare intiepidire. In una ciotola lavorare le uova con lo zucchero, la farina e il succo di limone, aggiungere il latte e mescolare finchè si ottiene un composto liscio.Riportare sul fuoco, portare a bollore sempre mescolando e fare sobbollire due o tre minuti; a questo punto avremo una crema densa e profumata.Quando il pan di Spagna è cotto, sfornare e sformare.Preparare le stelline ritagliandole nella pasta sfoglia, spennellarle con il latte, pungerle con i rebbi di una forchetta perchè non lievitino e cospargerle di zucchero. Infornare in forno caldo a 180° per 18/20 minuti.Montare la panna che deve essere molto fredda: metterla in una ciotola e sbattere alla massima velocità; quando è quasi “ferma” aggiungere gradatamente, sempre sbattendo, lo zucchero a velo.Ora assembliamo il dolce: tagliamo il pan di Spagna due volte in senso orizzontale, in modo da ottenere tre dischi; bagniamo il primo con il limoncello, spalmiamolo con 1/3 della crema pasticcera e distribuiamo sopra metà delle fette d’ananas.

Copriamo con il secondo disco, spennelliamolo con il succo d’ananas, spalmiamolo con l’altro terzo di crema e l’altra metà di ananas (tranne 2 fette per la decorazione).Copriamo con il terzo disco, spalmiamo tutto il dolce esternamente con la restante crema pasticcera, rivestiamo il bordo con i biscotti ai cereali spezzettati grossolanamente. Decoriamo la superficie con la panna usando la sac à poche, alternando ciuffi di panna con stelline di sfoglia e pezzettini di ananas. Terminare con codette argentate.Finito Maria, per te mi sono proprio impegnata…….te lo meritavi, però!!!! Vi aspetto con ricette più semplici, ma capirete la Maria si meritava questa torta!

CIAMBELLA ALLE PESCHE

Tutti gli anni, in estate, quando le pesche sono dolci e succose, faccio questa torta deliziosa, dalla consistenza morbida e umidina; la ricetta è facile e veloce.Piace tantissimo a tutti in famiglia, e ha vita proprio breve, perchè sparisce in un lampo: è davvero una ricetta indovinata (da me), e quindi ne vado molto fiera.Naturalmente si può fare anche con altra frutta e, devo dire, è molto buona anche con i fichi.Vi consiglio di consumarla  fredda da frigorifero…davvero una delizia…Vediamo insieme come realizzare la ciambella alle pesche

Ingredienti:

-4 belle pesche mature (circa 500 gr)
-300 gr di farina
-150 gr di zucchero + 2 cucchiai
-120 gr di burro morbido
-la buccia grattuggiata di 1/2 limone
-1 yogurt possibilmente alla pesca
-100 ml di latte
-2 uova
-1 bustina di lievito
-zucchero a velo

Cottua: 40 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa sbucciare le pesche e tagliarle a spicchi, disporle in un piatto e cospargerle con i due cucchiai di zucchero: lasciare macerare una ventina di minuti.Nel frattempo lavorare a crema il burro morbido con lo zucchero.Quando il composto è soffice e quasi spumoso inserire le due uova, aggiungendo la seconda solo quando la prima è stata assorbita completamente. Aggiungere poi il latte, lo yogurt, la buccia di limone, la farina e il lievito.Successivamente inserire 3/4 degli spicchi di pesca dopo averli ulteriormente tagliati a metà ed il sughetto che si è formato.Imburrare ed infarinare uno stampo da ciambella con diametro ventiquattro centimetri. Disporre sul fondo il terzo di spicchi interi ed aggiungere l’impasto a cucchiaiate  per non spostare gli spicchi di pesca.Livellare il composto ed infornare a 180° per quaranta minuti.Passato questo tempo spegnere il forno ed attendere ancora cinque minuti prima di sformare il dolce.Pensatemi quando assaggerete questa delizia, baci, la Chicchina.

GIRELLE SALMONE E FORMAGGIO SPALMABILE

Oggi vi propongo un  antipasto buonissimo e veloce, adatto ad una cena in piedi , a uno spuntino  o ad una merenda, che vi permetterà di fare bella figura con pochissima fatica. Si tratta di un involucro di pasta sfoglia farcito con salmone e formaggio cremoso, ma volendo si può realizzare con molti altri ingredienti: ad esempio zucchine e salame o peperoni e tonno. La pasta sfoglia non dovrebbe mai mancare nel frigo:  perchè è versatile e si presta per realizzare ricette sia salate che dolci. Io ho un salmone che mi gira per casa,quindi…..
Ingredienti:

-1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare del banco frigo
– 150 gr di formaggio spalmabile
-150 gr di salmone affumicato
– latte per spennellare.

Cottura: in forno 15 minuti a 190°

Difficoltà: bassa

Costo basso

Preparazione: srotolare la pasta sfoglia e spalmarla con il formaggio cremoso ( usare quello che si preferisce) lasciando un bordo di due centimetri tutto attorno al perimetro di pasta; disporre ora le fettine di salmone sopra il di formaggio.
 Arrotolare quindi il rettangolo di sfoglia partendo dal lato più lungo. Tagliare il rotolo in dieci fette alte circa quattro centimetri. Mettere in una teglia, spennellare con il latte ed infornare in forno preriscaldato a 190° per quindici minuti. Sfornare, aspettare qualche minuto e disporre in un piatto da portata….a presto, la Chicchina.

COMMENTI

ZUCCHINE MARINATE GRIGLIATE

Le zucchine marinate, di solito, si preparano con zucchine fritte: io preferisco invece grigliarle qualche minuto per lato. Nel mio frigo non mancano mai, possono rappresentare un fresco antipasto o un contorno sempre pronto. Con le zucchine dell’orto sono meravigliose, ma anche, ora, che il mio orto non ne vuole sapere, e le acquisto in negozio , sono ottime. Se l’idea vi piace seguitemi che prepariamo insieme le mie zucchine marinate grigliate

Ingredienti :

-4 zucchine di medie dimensioni
-1 cipolla
-1 spicchio d’aglio
-peperoncino sott’olio
-basilico
-sale
-origano
-olio d’oliva
-aceto.

Cottura: 3/4 minuti di griglia per lato

Difficoltà; bassa

Costo: basso.

Preparazione: prendere le zucchine, lavarle ed asciugarle; affettarle sottilmente nel senso della lunghezza.Disporle in un piatto ed irrorarle con un filo d’olio d’oliva; fare lo stesso procedimento anche con la cipolla. Scaldare una piastra e, quando è rovente, grigliare le strisce di zucchina tre/quattro minuti per parte. Inutile che vi dica che devono apparire  le classiche righine nere che testimoniano che sono cotte a puntino ( non è proprio un’ indicazione tecnica!!!). Grigliare poi velocemente anche la cipolla.Prendere un contenitore preferibilmente di vetro e ungerlo leggermente. Fare uno strato di zucchine, salare, aggiungere l’origano, l’aglio tritato, la cipolla e il alcune foglie di basilico; spruzzare con poco aceto ed irrorare d’olio. Continuare così fino ad esaurimento degli ingredienti. Aggiungere altro olio se necessario, e riporre in frigo per almeno un paio di ore prima di consumarle. Si conservano tranquillamente per una settimana, ma, vedrete che finiranno prima: sono troppo buone! un abbraccio: la Chicchina.

SPAGHETTI CON LE SEPPIOLINE

Gli spaghetti  con le seppioline  sono un primo  piatto di pesce gustoso ed economico, molto semplice da realizzarela cosa fondamentale è che le seppioline siano fresche e ben pulite e poi il risultato è garantito.
Piacciono solitamente a tutti e si preparano in poco tempo.
Se vi va di seguirmi le prepariamo insieme…
Ingredienti per 4 persone:
-360 gr di spaghetti-600 gr di seppioline-1 cipolla grossa-400 gr di polpa di pomodoro-1 spicchio d’aglio-prezzemolo-pepe nero-sale-origano-4 cucchiai di olio d’oliva

Tempo di cottura: 20 minuti per il sugo + la cottura degli spaghetti 
Difficoltà:bassa.
Costo:basso.
Preparazione:per prima cosa lavare bene le seppioline (io le acquisto già pulite ).Mettere in un tegame circa quattro cucchiai d’olio e farvi soffriggere la cipolla affettata sottilmente e l’aglio in camicia; aggiungere quindi un tritino di prezzemolo; inserire le seppioline, metà intere e metà tagliate a striscioline, salare,pepare e bagnare con mezzo bicchiere di vino bianco secco.Farlo evaporare ed aggiungere  la polpa di pomodoro e un pizzico di origano;coprire e far cuocere per il tempo indicato.Nel frattempo lessare gli spaghetti in abbondante acqua salata,scolarli e condirli direttamente dentro il tegame del sugo.Aggiungere da ultimo un po’ di prezzemolo tritato e….buon appetito.