I CRUFFIN

I cruffin sono un incrocio tra i croissant e i muffin, tanto buoni, quanto belli da vedere.Era da tempo che addocchiavo questi dolcetti deliziosi…chissà perché non mi ero mai cimentata nella loro realizzazione…forse un po’ di reverenziale timore?! Può essere…fatto sta che ieri, girovagando nel web, mi sono imbattuta in quelli nel blog Lemon Blu: bellissimi e perfetti.Mi è piaciuta molto la ricetta, spiegata con semplicità e chiarezza dalla bravissima Annalisa, che ringrazio.Piena di entusiasmo mi sono messa all’opera e, devo dire, che non è stato per nulla complicato sfornare i miei primi cruffin: ho seguito la ricetta facendo solo piccolissime modifiche dettate unicamente dal mio gusto personale: si tratta di un impasto (che si può preparare con la planetaria ma tranquillamente anche a mano) sfogliato con burro morbido, arrotolato e cotto negli stampi da muffin. Andiamo allora a prepararli insisme?

Ingredienti:

Per i cruffin:
200 gr di farina manitoba
200 gr di farina 00
-70 gr di zucchero semolato
-10 gr di lievito di birra fresco
-1uovo
-1 bustina di vanillina
-100 ml di latte
-20 ml di olio di semi di girasole
-80 ml di acqua tiepida
-1 pizzico di sale
-zucchero a velo

Per sfogliare: 130 gr di burro morbido

Cottura: 20 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: sciogliere il lievito nell’acqua tiepida.Setacciare le due farine, fare la fontana ed inserire l’uovo, lo zucchero, la vanillina, il sale, l’olio, il latte e il miscuglio di acqua e lievito; impastare molto bene, sino ad ottenere una pasta morbida ed elastica che farete lievitare per due ore (fino al raddoppio)A questo punto dividere l’impasto in cinque parti (le mie del peso di 150 gr ognuna). Stendere ogni panetto sul piano infarinato formando un rettangolo sottile.Spalmare ogni rettangolo con il burro morbido e arrotolarlo quanto più stretto possibile partendo dal lato corto.Dividere ogni rotolino a metà con un coltello affilato. Attorcigliare ogni metà lasciando all’esterno la parte sfogliata.Disporre i cruffin nello stampo da muffin ben imburrato e cuocere per il tempo indicato. Se negli ultimi cinque minuti si colorissero troppo coprirli con un foglio di carta alluminio.A cottura farli intiepidire, quindi sformarli e spolverarli con lo zucchero a velo. I nostri cruffin sono pronti, un abbraccio, la Chicchina

TORTA BRIOCHE DI ROSE DI MELA (TRE ANNI CON TE)

Da un po’ di tempo penso alla torta per festeggiare i tre anni della  Chicchina (io, neh?!).
Alla fine, dopo lunghe elucubrazioni mentali, ho deciso di preparare una torta brioche di rose di mela:una cosa semplice, che mi rappresenta.Sono passati tre anni da quando ho aperto il blog, nato davvero da un sogno: dalla voglia di fare qualcosa per me e per chi passa di qui.Nel tempo siamo diventati proprio tanti… Se ci penso le farfalle nello stomaco svolazzano che è un piacere.
Sono così contenta di questo piccolo angolino virtuale che mi sta dando non poche soddisfazioni.Ringrazio davvero tutti per il sostegno e l’incoraggiamento: un po’ di strada l’ho fatta e moltissima ne rimane da fare… Ma se la facciamo insieme non ho paura.Preparare un piatto succulento per la mia famiglia mi rende felice: adoro vedere figli e marito arrivare in cucina con la voglia di sedersi a tavola.Ora cucino anche per voi e con voi…
Grazie di cuore… a tutti.
Ingredienti:
Per la pasta brioche:
-550 gr di farina 00-100 gr di zucchero-200 gr di ricotta-la buccia di 1/2 (mezzo) limone biologico grattuggiata-50 ml di olio di semi insapore-140 ml di latte-2 uova -1 bustina di lievito di birra in polvere
Per farcire:
-3 mele rosse-1 noce di burro-2 cucchiai colmi di zucchero-2 cucchiai di succo di limone
Poco latte per spennellare il dolce.
Cottura: 5 minuti per ripassare le mele in padella e 35/40 minuti in forno a 180° per la torta
Difficoltà: media
Costo: basso

Preparazione: per prima cosa prepariamo l’impasto, che è esattamente quello delle brioches morbidissime con ricotta e limone , una ricetta assolutamente indovinata e senza burro.Mettere la farina, lo zucchero, la ricotta, le uova, la buccia di limone grattugiata, l’olio e il latte tiepido in cui avrete fatto sciogliere il lievito in una ciotola.Lavorare per una decina di minuti (con l’impastatrice in cui avrete montato il gancio a foglia o a mano), formare dunque una palla, riporla in una ciotola leggermente unta di olio e coprire con la pellicola.Fare lievitare per due ore o, comunque, fino al raddoppio.Lavare molto bene le mele e tagliarle a fettine molto sottili.
Sciogliere il burro in una larga padella, aggiungere le fettine di mela, il succo di limone e lo zucchero. Cuocere per quattro/cinque minuti rigirandole con molta delicatezza perché non si rompano: fare quindi raffreddare.Quando l’impasto è lievitato stenderlo con il mattarello su un ripiano infarinato formando un rettangolo alto cinquanta centimetri e largo venticinque.Ritagliare in senso orizzontale delle strisce alte sei centimetri (ne devono venire otto).Disporre nella parte superiore della striscia le fettine di mela leggermente accavallate.Sollevare la base delle strisce d’impasto come da fotografia

Arrotolare le strisce formando così le rose e disporle direttamente in uno stampo con il bordo apribile  e diametro di ventiquattro centimetri, rivestito con carta forno bagnata e strizzata.

Una volta preparate tutte le rose, coprire nuovamente con pellicola e fare lievitare ancora per un’ora.Ora spennellare la superficie del dolce con il latte ed infornare in forno preriscaldato per trentacinque o quaranta minuti.

Sfornare, spennellare ancora con latte e spolverare con lo zucchero a velo.

La torta è pronta… Una fettina per uno… Tanto per far festa!!! Un abbraccio, Cristina.

BRIOCHES MORBIDISSIME CON RICOTTA E LIMONE

Alzarsi al mattimo e trovare  una brioche profumata vicina alla tazza del te è una coccola vera… Se poi la brioche è fatta con le proprie mani è proprio un regalo.Preparo queste morbidissime bontà da sempre: hanno il pregio di rimanere soffici soffici anche il giorno successivo… Anche per quello seguente, ma questa è un’eventualità improbabile visto la loro golosità.
Sono completamente senza burro, hanno relativamente poco zucchero ma sono morbidissime grazie alla ricotta.Si tratta di una preparazione superfacile: un impasto che si può realizzare sia con la planetaria che a mano e ha due tempi di lievitazione… Tutto lì!! Niente pieghe, lievitini o procedure particolari, spesso necessarie.Sono buonissime farcite con confetture, crema al cioccolato o anche così… in purezza.
Vediamo insieme come si preparano…

Ingredienti per 11 brioches:

-550 gr di farina 00-110 gr di zucchero-200 gr di ricotta-2 uova-50 ml di olio di semi-140 ml di latte+quello necessario per spennellare-la scorza grattugiata di un limone biologico-1 bustina di lievito di birra in polvere-zucchero a velo 

Cottura: 25 minuti in forno preriscaldato a 180°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: mettere in una ciotola la farina, lo zucchero, la ricotta, la buccia di limone grattugiata,le uova, l’olio, il latte tiepido in cui avrete sciolto il lievito e lavorare molto bene. Come anticipato, è possibile farlo sia a mano che con la planetaria.Quando avrete ottenuto un impasto morbido ed elastico, trasferirlo in una seconda ciotola leggermente unta con poco olio, coprire con la pellicola e fare lievitare per due ore e mezza o comunque fino al raddoppio.Passato questo tempo riprendere l’impasto, lavorarlo brevemente per sgonfiarlo e stenderlo formando un cerchio con diametro di circa quaranta centimetri con uno spessore di mezzo centimetro.Formare le brioches tagliando dei triangoli dalla circonferenza del cerchio sino al suo centro.Ora arrotolare ogni triangolo sempre dalla circonferenza sino al centro.Mano mano che formate i dolci posizionarli direttamente sulla placca del forno rivestita con l’apposita carta, avendo cura di metterli un po’ distanziati perchè lievitano parecchio.

Fare dunque lievitare un’altra ora coprendo la placca con la pellicola.

Ora le nostre brioches sono pronte per essere cotte: spennellarle con un po’ di latte ed infornarle per il tempo previsto, sempre tenendo conto della POTENZA del vostra forno!A cottura spennellare altre due volte le brioches con il latte e, quando sono tiepide, spolverarle con zucchero a velo.

un abbraccio a chi è passato di qui, Cristina!

DANUBIO ALLA NUTELLA

Il danubio è una morbida brioche che può essere preparata sia con faciture salate che dolci…oggi prepariamo insieme il danubio alla Nutella: una vera golosità!Non si tratta certamente di una preparazione difficile, solo i tempi di lievitazione sono un po’ lunghi, ma questo non mi sembra davvero un problema.Moltissimi siti propongono questa brioche, io vi propongo la mia versione: vi assicuro che è deliziosa e farà felice tutta la famiglia; è ottima anche consumata il giorno dopo, ammesso e concesso che ne avanzi..Sempre a proposito delle lievitazioni: ne sono necessarie due: una di due ore e la seconda, quando la brioche è già formata di, un’ora.Ora il mio danubio è in forno e il profumo che invade la  cucina è davvero delizioso….sarà per questo che figli, marito e pure Argo (il mio amato cagnone) sono rientrati dai lavori in giardino per vedere come stavo..😉😋😊Ora vediamo insieme come si prepara questa bontà…
Ingredienti:
Per la brioche:
-550 gr di farina 00-110 gr di zucchero-80 grammi di burro morbido-1 bustina di vanillina-2 uova intere + 1 tuorlo per spennellare-130 ml di latte intero-20 grammi di lievito di birra

Per farcire:
.Nutella q.b.

Cottura : 25/30 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: sbriciolare il lievito e metterlo in una ciotola, scioglierlo con il latte tiepido (non caldo, altrimenti comprometterebbe la lievitazione).
In una terrina versare la farina, lo zucchero,le uova, la vanillina e il burro morbido a pezzettini.

Impastare gli ingredienti fino ad avere un composto “bricioloso”; aggiungervi quindi il latte con il lievito ed impastare molto bene,sino ad ottenere una pasta perfettamente liscia, abbastanza soda,ma morbida al tatto.(io ho impastato a mano, ma potrete farlo ovviamente, anche con l’impastatrice)

Coprire ora l’ impasto con la velina e poi con un canovaccio, fare dunque lievitare due ore.

Passato questo tempo riprendere l’impasto, formare delle palline del peso di cinquanta grammi (ne verranno diciassette).
Prendere ogni pallina e stenderla ottenendo dei cerchi del diametro di circa dieci centimetri, al centro del quale metterete un cucchiaino di nutella. Richiudere le palline e posizionarle con la parte richiusa sotto, in uno stampo imburrato ed infarinato l’una accanto all’altra.

Quando avrete formato tutte le palline, coprire lo stampo con la pellicola e il canovaccio e fare lievitare ancora un’ora.
Dopo la seconda lievitazione spennellare la superficie della brioche con il tuorlo leggermente sbattuto con un cucchiaio di latte

ed infornare in forno preriscaldato alla temperatura indicata ( io forno statico).
A cottura spolverare a piacere con lo zucchero a velo…..pura bontà!!! Un abbraccio e grazie di essere passati….Cristina

CUORICINI DI MELA (VELOCISSIMI)

A volte si ha voglia di un dolcetto ma il tempo è proprio poco… Cosa fare allora?? I miei cuoricini di mela, perbacco!!! Bastano un rotolo di pasta sfoglia (che nel mio frigo è ospite fissa), un paio di mele, zucchero, cannella e un ovetto.
Pochi ingredienti e poca fatica per una ricetta che vi permetterà di fare bella figura con un ospite improvviso o con il moroso…Sono deliziosi, croccanti fuori e morbidi dentro; oltretutto, sono leggerissimi perché lo zucchero è veramente poco, per questo è consigliabile scegliere mele dolci e succose.
Allora, forza che vediamo come si preparano…

Ingredienti per 8 dolcetti:
-1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare (del banco frigo)-100 gr di polpa di mela (2 mele piccole)-1 cucchiaio di zucchero semolato-cannella-succo di 1/2 l (mezzo ) limone
-1 0 2 cucchiai di acqua per la cottura delle mele.

Per la superficie dei cuoricini:
-1 cucchiaio di zucchero semolato-1/2 cucchiaio di cannella
-1 tuorlo d’uovo
-zucchero a velo

Cottura: 10 minuti per cuocere le mele + 12/15 minuti in forno preriscaldato a 180°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: per prima cosa sbucciare le mele ed eliminare il torsolo; tagliare la polpa a cubetti.Cuocere per dieci minuti la polpa di mela con lo zucchero, la cannella, il succo di limone e l’acqua.Nel frattempo srotolare la pasta sfoglia e ricavare dei cuoricini con l’apposito stampino (devono essere un numero pari, perché andranno accoppiati).

Su metà dei cuoricini praticare due tagli orizzontali per evitare che la sfoglia si gonfi eccessivamente.Quando le mele sono cotte scolarle dal liquido in eccesso e disporle in un piatto in uno strato sottile, in modo che si raffreddino velocemente.Quando la polpa di mela sarà completamente fredda metterne un cucchiaio al centro di un cuoricino di sfoglia,

quindi chiudere  con un cuoricino “tagliato” e premere bene lungo i bordi per sigillarli.

Sbattere il tuorlo d’uovo e con esso spennellare i dolcetti.

Mescolare lo zucchero semolato alla cannella e, con il miscuglio ricavato, spolverizzare i dolcetti

 Infornare dunque per il tempo stabilito.
A cottura sfornare e cospargere di zucchero a velo…

Una bontà!!! Un abbraccio, Cristina.

MINI STRUDEL CON PERE, CANNELLA E CREMA DI NOCCIOLE

Non vi capita mai di avere poco tempo e tanta voglia di qualcosa di buono (così come recita la famosa pubblicità)?!  Ecco, io oggi ero così: di corsissima e bisognosa di un dolcetto per ricaricare le batterie e l’umore.
Che fare? Mi sembra ovvio: un dolcino con la pasta sfoglia pronta che nel mio frigo non manca mai; è un jolly sempre a portata di mano (non faccio pubblicità neh?! ).Ho pensato a degli strudel monoporzione con pere e nocciolata: in questo caso li ho fatti con la pasta sfoglia per motivi di tempo, ma sono buonissimi se fatti con la pasta strudel che potrete realizzare seguendo la ricetta dello strudel di meleSe mi seguite vedrete che, con poco tempo e pochissima spesa, è possibile realizzare una cosina proprio niente male…

Ingredienti per 6 mini strudel:

-1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare del banco frigo
-2 pere mature (per un peso complessivo di circa 400 gr al netto degli scarti)
-50 gr di uvetta
-6 cucchiaini colmi (😋) di crema di nocciole
-la scorza e il succo di 1/2 limone biologico
-2 cucchiai di zucchero
-6 biscotti al cioccolato
-latte e zucchero di canna per “caramellare” la superficie degli strudel
-cannella a piacere

Cottura: 10 minuti per le pere + 15/18 minuti in forno a 180° per gli strudel

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa sbucciare le pere ed eliminare il torsolo (non potete immaginare che fatica resistere alla tentazione di addentare quei frutti succosi, ma ho dovuto prendere una decisione: o mangiare le pere o mangiare i dolcetti e, dopo un’attenta valutazione, ho optato per la seconda possibilità!!).
Tagliare le pere a pezzetti e mettere in un pentolino con lo zucchero, la scorza di limone grattuggiata, l’uvetta e la cannella: fare quindi cuocere per dieci minuti.
Fare raffreddare.
Srotolare la pasta sfoglia e dividerla in sei rettangoli come da fotografia.

Mettere su ogni sezione un biscotto sbriciolato, un cucchiaio di pere e uvetta e sopra il tutto un cucchiaino di crema di nocciole.

Chiudere ogni rettangolo, sigillare bene i bordi con i rebbi di una forchetta e incidere la superficie di ogni dolce con delle righe trasversali: spennellare i mini strudel con poco latte e cospargere con abbondante zucchero di canna.

Cuocere in forno caldo mettendo la modalità grill negli ultimi cinque minuti per ottenere l’effetto caramellato… si dice?! BOH, comunque quello è…

Assaggiate uno strudel e sentite che delizia. Alla prossima, baci!

BRIOCHES SEMPLICI CON POCO BURRO

Il titolo forse non è troppo invitante, queste brioches però lo sono.Non si tratta di una ricetta mia, proviene dal sito Fatto in casa da Benedetta, pieno di idee bellissime. Girovagando nel web mi sono imbattuta in questa ricetta e ho deciso di sperimentarla, apportando solo qualche piccolissima modifica.Questo è il metodo della finta sfoglia, che permette di ottenere delle brioches con poco burro e di facile esecuzione.Se si seguono alla lettera le indicazioni è possibile ottenere dei cornetti non solo bellissimi, ma anche molto buoni: meravigliosi appena sfornati e altrettanto buoni il giorno dopo, specialmente se riscaldati.Si possono farcire con la crema che si preferisce: io le preferisco “vuote”, ma naturalmente un cucchiaio di confettura all’interno le mantiene morbide, oltre a dare sapore aggiunto.Se volete prepararle con me, seguitemi e vi mostro come si realizzano queste bontà…
Ingredienti per 14 brioches:
Per il lievitino:
-100 gr di manitoba-1 cucchiaio di miele-100 ml di acqua tiepida-1 bustina di lievito di birra disidratato, o in alternativa 25 grammi di lievito di birra fresco.

Per l’impasto:
-550 gr di farina: metà 00, metà manitoba-80 gr di zucchero-2 uova-90 gr di burro liquefatto e tiepido-125 ml di latte-la scorza grattuggiata di 1/2 limone

Per sfogliare:

-50 gr di burro fuso
-50 gr di zucchero

Un tuorlo e poca acqua per spennellare le brioches

Cottura: 10 minuti in forno preriscaldato a 220° e altri 20/25 minuti abbassando il forno a 180°
Difficoltà: media
Costo: basso

Preparazione: in una scodella sciogliere il lievito nell’acqua, aggiungere il miele e la farina ottenendo un impasto molto morbido e farlo lievitare per venti/trenta minuti.In una grande ciotola mettere le uova, lo zucchero, la scorza di limone grattugiata, il burro fuso tiepido e il latte: inserire quindi il lievitino e aggiungere la farina, poco alla volta.Trasferire la pasta sul piano di lavoro e lavorare per almeno dieci minuti.Stendere la pasta con il mattarello e formare un rettangolo 80×40 centimetri.Nella base (che misura 80 centimetri) fare delle incisioni ogni 10 centimetri, spennellare completamente la superficie del rettangolo con i 50 grammi di burro fuso che occorrono per sfogliare e cospargere con 50 grammi di zucchero.Tagliare ora lungo le incisioni precedentemente tracciate (formando circa 8 strisce rettangolari).Sovrapporre le strisce: la prima deve avere la parte non imburrata ed inzuccherata a contatto del tavolo e così via; l’ultima striscia deve invece avere la parte imburrata ed inzuccherata sotto e l’altra sopra.Infarinare leggermente e stendere nuovamente la pasta… La finta sfoglia è pronta.Ora si può stendere in un rettangolo da cui ricavare tanti triangoli o, come ho fatto io, in un disco da incidere in 14 spicchi.Arrotolare le brioches partendo dalla base dello spicchio fino al vertice e appoggiare direttamente nella teglia rivestita con l’apposita carta che servirà per la cottura, avendo cura di lasciare un po’ di spazio tra l’una e l’altra perchè lieviteranno molto.

Quando tutte le brioches saranno formate coprirle con la pellicola e farle lievitare per 2/3 ore.Passato questo tempo spennellarle con il tuorlo mescolato ed un po’ d’acqua, infornarle in forno preriscaldato a 220° per 10 minuti: abbassare poi la temperatura a 180° e cuocere ancora 20/25 minuti.

Otterrete delle brioches bellissime e buonissime…Una vera soddisfazione.Saluti a tutti, un abbraccio. Io vi aspetto sempre qui, Cristina!

BRIOCHES SOFFICISSIME

Continuo a sperimentare brioches: averne una vicino al caffè delle sette mi sembra il modo più bello per iniziare la giornata.Queste sono una nuvola di bontà: le ho preparate nel pomeriggio ma le dovrò rifare per postare la ricetta perché, sim sala bim, sono sparite.I colpevoli del misfatto si avvalgono della facoltà di non rispondere: quindi mi tengo i miei dubbi e, per non sapere ne leggere ne scrivere, domani le preparo nuovamente  o dite che sia meglio alzarmi nel cuore della notte ad infornare a lume di candela, con il rischio di prendermi una padellata nella testa qualora io venga scambiata per un ladro?! Boh….vedrò….
Ingredienti:

– 600 gr di manitoba
-120 gr di zucchero
-1 cucchiaio colmo di miele
-la scorza grattuggiata di un’arancia
-1 yogurt al limone
-100 ml di latte
-100 ml di acqua
-2 uova
-30 gr di lievito di birra
-tuorlo e latte per spennellare
-zucchero a velo

Per farcire: 400 ml di panna da montare

Cottura: 20 minuti a 180°

Difficoltà: bassa

Costo basso

Preparazione: mettere il latte e l’acqua in una ciotola, sciogliervi il lievito e unire lo zucchero, il miele, lo yogurt: amalgamare molto bene gli ingredienti.Aggiungere al composto le uova sbattute, la scorza di limone grattugiata e, sempre mescolando, la manitoba. Impastare per almeno dieci minuti e fare lievitare per due ore coperto con la pellicola.Passato questo tempo riprendere l’impasto, lavorarlo un attimino per sgonfiarlo e formare le brioches.Una volta modellata, ogni brioches andrà posizionata direttamente in una teglia rivestita da carta forno.

Fare lievitare ancora un’ora.

A questo punto spennellare con un miscuglio di tuorlo e latte e infornare in forno PRERISCALDATO per venti minuti.

Sono mooolto soffici e TROPPO buone: volendo proprio esagerare quando le brioches sono fredde tagliarle a metà e farcirle con la panna montata dolcificata con un cucchiaio di zucchero a velo.
Le brioches sono pronte, a presto, la Chicchina

TRECCINE MORBIDE MORBIDE

Da tempo volevo provare a fare queste brioscine: sono morbidissime e delicate. Di ricette simili ce ne sono tante nel web…tutte bellissime, e allora vuoi che io non le prepari?! Il tempo però è quello che è ed allora mi sono ritrovata a sfornarle ehm….diciamo in tarda serata!!Ne è valsa la pena però: il risultato è stato così gradito che, poverello, mio marito la mattina successiva non ne ha trovato traccia…Sono semplici, relativamente leggere e buone anche il giorno dopo, specie se le si riscalda un tantino.Allora: se volete prepararle con me e avete la pazienza di seguirmi, vi mostro come realizzarle.
Ingredienti:
Per il lievitino:

-70 gr di farina
-30 gr di zucchero
-1 bustina di lievito di birra disidratato
-150 ml di latte

Per le treccine:

-450 gr di farina
-70 gr di zucchero
-70 gr di burro morbido
-1 uovo
-scorza di 1/2 limone biologico grattuggiata
-poco latte per spennellare le trecce

Cottura: 20 minuti in forno preriscaldato a 200 °

Difficoltà: media

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa fare il lievitino; mescolare i trenta grammi di zucchero previsti per questa fase con il latte, il lievito disidratato, la farina e impastare bene.Lasciare lievitare per mezz’ora. Passato questo tempo fare una fontana con i quattrocentocinquanta grammi di farina, al centro mettere lo zucchero, la scorza di limone, il burro morbido,  l’uovo precedentemente sbattuto ed infine il lievitino.Impastare molto bene per amalgamare gli ingredienti ed ottenere una bella pasta liscia ed omogenea.Fare una palla, avvolgerla nella pellicola e farla lievitare fino al raddoppio (ci vorrà circa un’ora: questo dipende dalla temperatura).

Passato questo tempo riprendere l’impasto, dividerlo in otto parti e dividere ognuna in tre pezzettini, con ognuno di questi formare un “salamino” ed intrecciarli formando la classica treccina.

A mano a mano che si formano le brioches disporle in una teglia rivestita con carta forno e lasciare lievitare ancora un’ora.

Accendere il forno e portarlo ad una temperatura di duecento gradi, spennellare le treccine con un po’ di acqua e latte

infornarle per il tempo previsto.
Quando sono cotte e leggermente colorite, sfornarle, spennellarle nuovamente con acqua e latte e quando sono tiepide spolverizzare con lo zucchero a velo.
Le brioches sono pronte…venite  a fare colazione con me?? Baci!

GRAFFE (CIAMBELLE DI PATATE)

Le graffe sono  deliziose ciambelle  tipiche del periodo di Carnevale. A Napoli si possono trovare tutto l’anno, e se le si assaggia, si capisce il perché: sono davvero troppo buone! I napoletani la sanno davvero lunga in fatto di cucina e, particolarmente, di pasticceria. Una tira l’altra e, anche se sono fritte, sono relativamente leggere . Poi, perché privarsi di una cosina così buona? L’importante è non esagerare. Questa ricetta la devo ad una mia carissima amica famosa, appunto, per le sue graffe!!

Ingredienti per 10 graffe:

-500 gr di farina
-2 patate (per un peso totale di 2,5 hg)
-150 gr di zucchero + un pochino per inzuccherare le graffe fritte
-70 gr di burro morbido
-1 bustina di lievito di birra disidratato
-la buccia grattuggiata di un limone
-acqua tiepida q.b.
-olio di arachidi per friggere.

Cottura: 3/4 minuti per lato

Difficoltà: media

Costo:basso.

Preparazione: per prima cosa lessare le patate; quando sono cotte schiacciarle con lo schiacciapatate. Mettere in una ciotola capiente la farina, lo zucchero, il burro morbido, le patate, il lievito, la buccia  grattugiata del limone e l’acqua tiepida necessaria ad ottenere una bella pasta lavorabile: mettere dunque  a lievitare in un luogo tiepido per almeno un’ora (o fino a che l’impasto raddoppia).

Terminata la prima lievitazione staccare dei pezzi di pasta grandi come una piccola arancia (non è proprio un termine tecnico ma rende l’idea), con il dito indice fare al centro della pallina un buco e allargarlo fino ad ottenere la classica ciambella.Quando avrete preparato tutte le ciambelle metterle ancora a lievitare coperte per 1/2 ora.

Scaldare una padella con abbondante olio per friggere e friggere le ciambelle poche per volta (devono colorirsi un pochino); metterle su carta assorbente per eliminare l’unto in eccesso e passarle nello zucchero semolato. Volendo si può aggiungere della cannella allo zucchero. Sono pronte e io che sono una golosa vera non vedo l’ora di postare la ricetta per mangiarne una! Grazie di essere stati con me, un abbraccio: la Chicchina.