BISCOTTI CON CONFETTURA E NOCCIOLE

E niente… Mi è presa la voglia di “biscottare” alle 22 di sera: l’unico rimedio è stato mettere le mani in pasta e preparare questi biscotti morbidi e golosi, da farcire con le confetture preferite e (perché no?!) con la tanto adorata crema di nocciole (quest’ultima va aggiunta quando la base è cotta, altrimenti si seccherebbe troppo).La preparazione di questi dolcetti è relativamente facile e gli ingredienti necessari per la sua realizzazione sono sempre presenti nelle nostre dispense.Si tratta di una ricetta che replico spesso, perché in famiglia piace molto… Chissà perché non ve l’ho mai suggerita?! Bene, rimedio subito, seguitemi in cucina che “biscottiamo” insieme… 

Ingredienti:
-350 gr di farina 00-170 gr di zucchero-200 gr di burro -1 uovo + 1 albume-1 pizzico di sale-1/2 (mezza) bustina di lievito-70 gr di nocciole-due/tre cucchiai di acqua fredda (se necessari)

Cottura: 15 minuti in forno preriscaldato a 190°
Difficoltà: media
Costo: basso

Preparazione: sciogliere il burro in un pentolino, su fuoco dolce.Tritare in modo grossolano le nocciole. Mettere dunque in una grande ciotola la farina, il sale, lo zucchero, il lievito, l’uovo e il burro fuso tiepido: lavorare il tutto velocemente, sino ad ottenere un composto omogeneo e ben lavorabile (se dovesse essere necessario, aggiungere due/tre cucchiai d’acqua fredda).Staccare dall’impasto dei pezzi grandi come noci, appiattirli leggermente e formare un incavo nel centro.Sbattere leggermente l’albume rimanente e immergervi i biscotti: passarli dunque nella granella di nocciole e distribuirli, un po’ distanziati, nella placca del forno rivestita con l’apposita carta. Mettere un cucchiaino della confettura scelta nell’incavo dei biscotti e trasferire la teglia nel congelatore per una ventina di minuti.Passato questo tempo cuocere i biscotti nel forno preriscaldato alla temperatura indicata.

Ecco pronti i nostri biscotti con confettura e nocciole, ideali per una deliziosa colazione e ogni qualvolta si ha voglia di un bocconcino goloso. Grazie di essere passati di qui, la Chicchina. 

CROSTATA ALLA CONFETTURA PER CELIACI

L’idea mi è venuta quando ho conosciuto Chiara dalla parrucchiera: parlavo del blog (unico modo per farlo conoscere,visto che è nato da poco più di due mesi) e Chiara mi ha raccontato della difficoltà nell’adattare le varie ricette all’ intolleranza al glutine di suo figlio. Nel mio piccolo cercherò di offrire qualche idea per ovviare a questo problema, non certo grave, ma a volte fastidioso.  Allora iniziamo dalla colazione con una bella crostata che è piaciuta a tutti e della quale non c’è più traccia in cucina…..
P.s.: per il prossimo fine settimana , un’altra ricetta per la colazione, e, questa volta, con il grano saraceno, assolutamente concesso.

Ingredienti:

-150 gr di farina di riso
-75 grammi di farina di mais macinata fine
-90 grammi di burro
-90 grammi di zucchero
-1 uovo e un tuorlo
-acqua o latte q.b.
-1 pizzico di sale
-1/3 (tre quarti) di una bustina di lievito per dolci
-confettura consentita
-zucchero a velo.

Cottura: 25 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso.

Preparazione: in una ciotola mescolare la farina di riso a  quella di mais; aggiungere il lievito, il burro leggermente morbido, l’uovo,  il tuorlo e il pizzico di sale;  amalgamare i vari ingredienti con l’aiuto di un po’ di acqua fredda o latte.Formare una palla, avvolgerla nella pellicola alimentare e riporla in frigo per 1 ora.Passato questo tempo lavorare ancora  brevemente l’impasto su una spianatoia spolverata di farina di mais e riso.Stendere tre quarti dell’impasto su uno stampo rotondo con il bordo a cerniera, lasciando un bordino lungo tutta la circonferenza; distribuire la confettura preferita.Stendere la pasta residua, ritagliare dei cuoricini e con essi decorare la superficie del dolce.Cuocere in forno caldo a 180° per venticinque minuti.A cottura decorare la crostata con lo zucchero a velo.Con questa pasta frolla si possono realizzare biscotti buonissimi, ma di questo parleremo più avanti. Un abbraccio: la Chicchina.

PASTINE CON COCCO E CONFETTURA

Questi biscottini sono una delizia, forse un po’ rustici nel loro aspetto,  ma si sciolgono in bocca e sono una vera bontà. Meno male che ho fatto ieri sera la fotografia, perché oggi avrei fotografato giusto lo zucchero a velo!!! Il sapore del cocco unito alla confettura è meraviglioso. Sono adatti ad ogni occasione e sono facili da preparare. Ho provato a farli più volte(ricetta della Chicchina,neh?!) E,devo dire, questi sono proprio perfetti……..colgo l’occasione per fare gli auguri a tutte le donne, la nostra festa è tutti i giorni, ma ogni occasione è buona per scambiarci un sorriso …….in caso desideraste la ricetta della torta mimosa, la trovate nella sezione torte.
Vediamo allora insieme come preparare le pastine con cocco e confettura

Ingredienti:

-230 gr di farina
-70 grammi di farina di cocco
-120 gr di zucchero
-120 gr di burro
-3 tuorli
-1 pizzico di lievito
-1 pizzico di sale
-per farcire:confetture del gusto che più piace
-grannella di zucchero

Cottura: 15/18 minuti in forno preriscaldato a 200°

Difficoltà: bassa

Costo: basso.

Preparazione: mettere in una ciotola la farina con il burro freddo a pezzi  e la farina di cocco; lavorare fino a che si formano le classiche bricioline. Inserire a questo punto lo zucchero,il sale, i tuorli e il pizzico di lievito. Formare una palla,  avvolgerla nella pellicola e metterla in frigo per mezz’ora. Passato questo tempo prendere l’impasto e staccare dei pezzetti grandi come una grossa noce; fare un buco profondo al centro, mettere la granella di zucchero in una ciotolina e tuffarvi i biscotti in modo che  i granelli si attacchino alla superficie.

Disporre, mano a mano che si fanno, i biscotti su una teglia rivestita di carta forno e farcirli con un pochino di confettura (non troppa altrimenti uscirebbe).

Infornare in forno preriscaldato per 15/ 18 minuti…

Grazie di essere stati con me! la Chicchina

MELE CON… LA GIACCA!!!

Veramente si chiamerebbero “mele in gabbia”… A me, però, il concetto di gabbia infastidisce e preferisco il termine “giacca”: è una ricetta semplice e golosa di cui esistono diverse varianti.
Io, ovviamente, ho scelto di farle a modo mio: piccole mele, private del torsolo, farcite con un ripieno profumato e rivestite da un croccante strato di pasta sfoglia.
Queste piccole bontà possono rappresentare una merenda o un dessert sfizioso da fine pasto se accompagnate da una crema pasticcera (😋): è fondamentale scegliere delle mele piccole , per ottenere una cottura ottimale del dolcetto. La polpa cotta a puntino e quasi cremosa, accompagnata dal croccante della pasta sfoglia,crea un effetto meraviglioso.
Se vi fidate della Chicchina venite che le prepariamo insieme questa ricetta facile e veloce

Ingredienti per 4 persone:

-4 mele (per me Golden Gala)
-1 rotolo di pasta sfoglia del banco frigo rettangolare
-4 biscotti Digestive
-4 cucchiaini di confettura di prugne
-cannella
-1 tuorlo d’uovo
-zucchero di canna

Cottura: 30 minuti in forno preriscaldato a 190°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa sbucciare le mele,

 privarle del torsolo e allargare un pochino la cavità creata con l’aiuto di un coltello.

Spezzettare grossolanamente i biscotti ed infilarne uno in ogni mela spingendoli sino in fondo alla cavità: aggiungere 1 cucchiaino colmo di confettura per frutto e terminare con un pochino di uvetta precedentemente ammollata in acqua calda per dieci minuti e strizzata.

Srotolare il rettangolo di pasta sfoglia e dividerlo in quattro, spolverare con poca cannella e appoggiare su ogni rettangolo una mela farcita.
Richiudere pizzicando gli angoli della sfoglia come da fotografia.
Spennellare la superficie di ogni “pacchetto” con il tuorlo d’uovo sbattuto e cospargere abbondantemente con lo zucchero di canna.

Infornare in forno preriscaldato per trenta minuti.
Sfornare e servire tiepide, magari accompagnate da  crema pasticcera .

Ecco fatto, le mele sono pronte, profumate e buonissime.
Grazie per essere passati, io vi aspetto sempre qui! La vostra Chicchina!

CROSTATA CON PERE, NOCI E CONFETTURA DI SUSINE

Questa crostata è una delizia… Il suo profumo ha invaso la mia cucina e devo fare uno sforzo enorme per non mangiarmene mezza ancora calda (potrei far finta di non averla fatta, in fondo😜): visto che sono generosa,  resisto e vi passo la ricetta che proviene direttamente dalla mia fantasia.Si tratta di una frolla, un velo di confettura di susine, pere e noci… tutti ingredienti meravigliosi con cui non si può fallire: è semplice da realizzare e anche relativamente economica.Se volete prepararla con me procuratevi i pochi ingredienti necessari e, in un battibaleno, questa bontà sarà sulla vostra tavola per il vostro piacere…

Ingredienti:
Per la frolla:
-350 gr di farina-100 gr di zucchero-1 uovo + 1 tuorlo-130 gr di burro-1 pizzico di sale
Per farcire:
-4 cucchiai di confettura di susine-3 pere williams-50 gr di gherigli di noci
-1 cucchiaio di zucchero

Cottura: 40 minuti di forno preriscaldato a 180°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: per la frolla mettere la farina, lo zucchero, il burro morbido a pezzettini (quindi tirato fuori dal frigo un’ora prima del suo utilizzo), l’uovo e il tuorlo. Impastare velocemente gli ingredienti aiutandosi all’occorrenza con due/ tre cucchiai di acqua fredda: formare una palla e farla riposare in frigo per almeno mezz’ora. Sbucciare le pere, eliminare il torsolo e tagliare a spicchi non troppo spessi.Passata la mezz’ora prendere frolla dal frigorifero e stenderne tre quarti in uno stampo con diametro ventisei centimetri avendo cura di formare un bordino lungo la circonferenza dello stampo.

Sulla base di frolla spalmare la confettura

e, quindi, disporre le fettine di pera e i gherigli di noce.Spolverare dunque con un cucchiaio di zucchero.

Con l’impasto rimanente formare tante striscioline che disporrete a grata sulla superficie della crostata.

Infornare ora in forno preriscaldato per il tempo indicato.
Sentirete che profumino delizioso…Vi consiglio di non spolverare il dolce con lo zucchero a velo: è bellissima così, un po’ rustica ma di una bontà unica.
Vi abbraccio tutti, buona settimana!!! Cristina.

CROSTATA DI MELE E CONFETTURA

Questa crostata è uno di quei dolci con cui non si sbaglia mai: piace a tutti ed è morbida, dolce e profumatissima.
La preparo spesso e la trovo adatta a tanti momenti: per una colazione deliziosa, una merenda nutriente e leggera o per un goloso dopo pasto.
Prepararla non è assolutamente difficile: una veloce base di frolla, confettura, mandorle e una marea di dolcissime fette di mela. Se volete prepararle con me seguitemi in cucina….

Ingredienti:

-300 gr di farina
-120 gr di zucchero + 2 cucchiai per cospargere la superficie del dolce
-150 gr di burro morbido per l’impasto, 30 gr per “infiocchettare” la superficie del dolce + Quello per lo stampo
-1 uovo
-1 cucchiaino di lievito
-la scorza grattuggiata di 1/2 limone
-1 pizzico di sale
-50 grammi di mandorle tritate (o noci)
-3 cucchiai di confettura di pesche
-3 grosse mele
-cannella
-succo di limone

Cottura: 45/50 minuti in forno preriscaldato a 170°

Difficoltà: bassa

Costo; basso

Preparazione: mettere la farina in una ciotola, aggiungere lo zucchero, il sale, la scorza di limone, il lievito, il burro morbido, l’uovo ed impastare aggiungendo, se necessario, pochissima acqua fredda.Formare una palla, avvolgerla nella pellicola e metterla nel frigo per mezz’ora.Nel frattempo sbucciare le mele, dividerle in quattro parti, eliminare il torsolo ed affettarle sottilmente: spruzzarle quindi con un po’ di succo di limone.Imburrare ed infarinare una teglia con il diametro di ventisei centimetri e stendervi l’impasto precedentemente preparato, formando un bordino di due centimetri lungo la circonferenza.Spalmare la base con la confettura, distribuire le mandorle tritate e disporre le fettine di mela.Spolverare con i due cucchiai di zucchero, un po’ di cannella e fiocchetti di burro.Infornare la crostata in forno preriscaldato a 170°.Terminata la cottura lasciare intiepidire il dolce, sformarlo e cospargerlo con lo zucchero a velo.Buonissima e bellissima…un bacione e a presto!

CROSTATA CON RICOTTA E CONFETTURA DI VISCIOLE

La crostata con confettura di visciole e ricotta è un classico della cucina romana: amo preparare le ricette della nostra tradizione, spesso legate al territorio e ai nostri prodotti d’eccellenza.Giorni fa l’ho vista preparare nella cucina di Benedetta Parodi e mi è venuta la voglia di provare a farla con qualche piccolissima variazione.Il risultato mi ha soddisfatta a pieno ed è stato gradito da tutti, tanto che mio marito, che non ama particolarmente i dolci, mi ha chiesto di rifarla presto.Non è poi così difficile da preparare, specie se si usa la pasta frolla pronta: io ho preferito farla in casa.Se avete voglia di prepararla con me seguitemi nella mia cucina…

Ingredienti:
Per la pasta frolla:

-300 gr di farina-130 gr di burro morbido-1 uovo+1 tuorlo-130 gr di zucchero-la scorza di 1/2 limone-1/3 di bustina di lievito
In alternativa è possibile usare un rotolo e mezzo di pasta frolla pronta (quella del banco frigo)
Per farcire:
-450 gr di ricotta (io vaccina)- 250 gr di confettura di visciole-1 uovo (alcune ricette ne prevedono 2)-la scorza grattugiata di 1/2 limone-200 gr di zucchero-1 cucchiaio di rum  
Cottura: 40 minuti in forno preriscaldato a 180°
Difficoltà: media
Costo: basso

Preparazione: preparare la pasta frolla è molto semplice (ormai la faccio ad occhi chiusi) e con essa si possono prepare crostate, dolcetti ed un’infinità di altre ricette.Allora, mettere la farina e il pizzico di lievito in una grande ciotola, aggiungere il burro morbido e lo zucchero: lavorare velocemente gli ingredienti sbriciolandoli.Inserire l’uovo, il tuorlo e la scorza di limone grattugiata. Formare una palla e farla riposare in frigorifero per mezz’ora. Occupiamoci ora della farcia: setacciare la ricotta e metterla in una ciotola, aggiungere l’uovo, il rum, la scorza di limone grattugiata e lo zucchero: lavorare fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo.Passata la mezz’ora riprendere la frolla, staccarne un terzo e tenerlo da parte per la “copertura”.Stendere i 2/3 di frolla in uno stampo a cerniera imburrato ed infarinato, formando un bordino di due centimetri lungo la circonferenza.Spalmare la confettura sulla base di frolla.Distribuire il composto di ricotta e livellarla bene.Con il terzo di pasta residuo formare delle strisce abbastanza larghe (circa 3 cm) e disporle a grata.

Infornare in forno preriscaldato e cuocere per circa quaranta minuti: la superficie deve diventare colorata.Il tempo di cottura è abbastanza elevato per permettere alla farcia di cuocere bene.Quando il dolce è cotto sfornarlo, togliere la cerniere ed aspettare che sia completamente freddo  prima di toglierlo dalla base metallica dello stampo.

Spolverare di zucchero a velo e gustare quando è freddo. …Una bontà!!!! Baci e a presto!

CROSTATA ALLA CONFETTURA

La crostata alla confettura è un dolce semplicissimo, forse il più adatto da consumare a colazione; è energetico e allo stesso tempo leggero.
Le crostate si possono farcire in mille modi, ma se la confettura è buona e la pasta frolla è fatta bene, questa è davvero irresistibile.

Ingredienti:
-300 gr di farina
-150 gr di zucchero
-130 gr di burro morbido
-1 uovo e un tuorlo
-sale
-acqua fredda qb
-400 gr di confettura  di un gusto a piacere.

Cottura: 25/30 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: in una ciotola mettere la farina, lo zucchero, il burro morbido, l’uovo, il tuorlo e un pizzico di sale; lavorare velocemente aggiungendo un po’ d’acqua fredda e formare una palla; rivestirla con la pellicola e fare riposare in frigo almeno 1/2 ora.
Passato questo tempo imburrare e infarinare uno stampo per crostate con diametro 24 centimetri; stendere 3/4 della pasta sul fondo,

versare la confettura preferita, stendere la parte d’impasto rimanente e ritagliare i fiorellini(gli stampini si trovano in tutti i supermercati; distribuirli sopra la superficie della crostata,

Da ultimo, con i rebbi di una forchetta premere attorno alla circonferenza della crostata. Cuocere in forno preriscaldato 25/30 minuti, fino a che la crostata assume un leggero colore dorato. Sformare dopo 10/15 minuti, quando la confettura raffreddata si sarà rappresa. Volendo si può spolverare con lo zucchero a velo. Se si seguono queste poche regole avremo un dolce meraviglioso.
Grazie  di esservi fermati un attimo da me,a presto.

PANINI DOLCI DEL PASSATO

Quando penso alla mia infanzia, penso ad un periodo bellissimo, ricco di semplici e bellissime cose.
Le vacanze erano SEMPRE nel Veneto, dove si andava con la 1100 tipo R (come puntualizzava mio papà) carica come un uovo di persone e cose….altro che autogrill!!!!! Quando ci fermavamo per la sosta dal baule usciva qualsiasi cosa….compreso il termos con la minestra, che con 40° è proprio l’ideale perché scalda lo stomaco.
Quando penso alle vacanze nel Veneto mi viene in mente la mia nonna Angela, la zia Pierina, mia cugina Mariangela e lo zio Alfonso che non ci faceva mai mancare i panini con l’uva!!
Proprio ricordando quei panini dolci e profumati ho preparato quelli che vi propongo oggi e che arrivano direttamente dalla mia FANTASIA. Sono meravigliosi, morbidissimi e profumati…..una variante di quelli che lo zio andava a prendere tutte le mattine…una coccola per delle nipoti che vedeva poco ma che per sempre lo porteranno nel cuore….

Ingredienti per 10 panini:

-500 gr di manitoba
-100 gr di zucchero
-120 gr di burro fuso
-25 gr di lievito di birra fresco
-120 gr di uvetta
-la buccia grattuggiata di un limone
-160 ml di latte
-1 uovo
-1 vanillina
-Rum per ammollare l’uvetta
-marmellata del gusto che più piace

Cottura: 20 minuti a 170/180°

Difficoltà: media

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa mettere a bagno l’uvetta nel Rum misto ad acqua tiepida; in una scodella sciogliere il lievito nel latte leggermente tiepido e un cucchiaio di zucchero, lasciando che si riattivi per una decina di minuti.
Disporre la manitoba a fontana, nel centro inserire il burro fuso freddo, lo zucchero, l’uovo, la vanillina e la buccia di limone grattugiata: lavorare un attimo per amalgamare gli ingredienti, aggiungere poi il composto di latte e lievito ed impastare bene.
Da ultimo inserire l’uvetta strizzata dal liquido di ammollo.
Formare un panetto e farlo lievitare coperto da un panno fino al raddoppio( almeno un’ora).
Riprendere la “palla “, stenderla in un quadrato con il lato di trenta centimetri circa.

Al suo interno ritagliare dei quadrati della dimensione desiderata (considerando la grandezza da dare alle brioches): al centro di ogni quadrato mettere un cucchiaino di marmellata

e richiudere la brioches su se stessa, avendo cura di sigillare bene la giuntura.
Spennellare con il latte e fare lievitare nuovamente per un’altra ora.
Informare per venti minuti, sfornare e spennellare ancora con il latte. Spolverare di zucchero a velo e…..ecco fatto un bacio affettuoso, Cristina!

CROSTATA MERINGATA

Questa torta l’ho realizzata oggi, tanto per passare il tempo….però caspiterina che passatempo goloso!!! Il risultato è stato apprezzato da tutta la famiglia, una torta morbida che si scioglie in bocca. Purtroppo della poverella non rimangono che briciole, ma penso di rifarla presto, magari cambiando il gusto della confettura che ho usato per farcire. Non è proprio facilissima, ma con un po’ di pazienza  e attenzione sono sicura che chiunque la potrà realizzare…

Ingredienti:

Per la base: 

 250 gr di farina
-100 gr di burro morbido
-1 uovo
-100 gr di zucchero
-1/2 (mezza) bustina di lievito

Per farcire: 

Un vasetto da 400 gr di confettura di fragole

Per la meringa:

-2 albumi
-170 gr di zucchero
– 1 pizzico di sale

Cottura: 45/50 minuti in forno preriscaldato a140°

Difficoltà:  media

Costo: basso.

Preparazione: per  la base: mettere la farina a fontana; al centro inserire lo zucchero, il burro morbido l’uovo e il lievito.
Lavorare l’impasto velocemente, formare una palla e riporla in frigo almeno mezz’ora. Passato questo tempo stendere la pasta in una teglia rotonda con diametro ventiquattro centimetri avendo cura di lasciare un bordo attorno la circonferenza alto due centimetri. Distribuire sulla base mezzo vasetto di confettura.

Ora facciamo la meringa:montare gli albumi (che devono essere rigorosamente a temperatura ambiente) con un pizzico di sale, almeno per cinque minuti.
Quando il composto è sodo, aggiungere gradualmente lo zucchero continuando a sbattere con le fruste elettriche.
Una volta che la meringa ha raggiunto una buona consistenza disporla a cucchiaiate sulla base su cui avrete steso la confettura. Per avere l’effetto variegato lavorare la confettura con un cucchiaio, in modo che diventi fluida ed intingervi il cucchiaio prima di prendere la meringa fino ad esaurimento della stessa.La difficoltà è tutta qui, ma è più difficile da dire, che da fare. Infornare in forno preriscaldato per il tempo indicato.Fare raffreddare molto bene prima di sformarla e offrirla ai commensali se sono stati tanto, ma tanto buoni! Un abbraccio, la Chicchina.