RISOTTO TRA ORTO E MONTAGNA

“Perchè tra orto e montagna?” direte voi….”Perchè questo risotto è ricco di verdure ed è arricchito con la fontina della Valle d’Aosta …una bontà assoluta” vi risponde la Chicchina.
Devo dire  che, dopo il primo momento di perplessità, il gruppo famiglia ha mangiato come se non ci fosse un domani…e questo è buon segno!!! Il sapore è ricco e cremoso, ma le verdure conferiscono una nota di freschezza che cade proprio a fagiolo!
A mio parere può essere considerato un piatto quasi unico, magari accompagnato da un frutto o un dolcetto….e cosa si può desiderare di più?!

Ingredienti:

-350 gr di riso Carnaroli
-100 gr di fagiolini freschi
-200 gr di patate
-1 cipolla di Tropea
-100 gr di parmigiano
-100 gr di fontina della Valle d’Aosta
– 1 noce di burro
-3 cucchiai di olio d’oliva
-brodo vegetale q.b.
-sale
-pepe nero
-1/2 bicchiere di vino bianco secco
-basilico

Cottura: 15 minuti per la base di verdura, 18 minuti per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa sbollentare i fagiolini per dieci minuti, per accellerare la cottura spezzettarli.
In una larga padella mettere l’olio e farvi soffriggere la cipolla tritata sottilmente, le patate a quadretti e i fagiolini. Salare, pepare e proseguire la cottura per quindici minuti, fino a che cioè le verdure sono cotte ma ancora croccanti.
Ora aggiungere il riso e mescolare rapidamente perché assorba il condimento: quando i chicchi sono trasparenti aggiungere il vino e farlo sfumare.
Continuare la cottura inserendo via via il brodo bollente.
Cinque minuti prima di terminare la cottura del risotto inserire il parmigiano.
A cottura ultimata e fuori da fuoco inserire la fontina a cubetti e la noce di burro: una spolverata di pepe e…il gioco è fatto. Un abbraccio, La Chicchina.