ONION RINGS A MODO MIO

Gli onion rings sono deliziosi anelli di cipolla pastellati e fritti, tipici della cucina americana: possono rappresentare uno sfizioso finger food ideale per accompagnare un aperitivo, un antipasto, o uno snack sfizioso che farà la gioia di tutti, magari accompagnati da salse come ketchup o maionese.Vi lascio la mia semplice ricetta che prevede un ammollo degli anelli di cipolla in acqua salata, una pastella che andrà  (possibilmente) fatta riposare in frigo e la frittura in olio di semi… Una spolverata di sale e il gioco è fatto.Ci venite allora con me in cucina a preparare gli onion rings? Fidatevi, sono buonissimissimi…

Ingredienti:
-3 cipolle di dimensioni medie -130 gr di farina bianca-30 gr di parmigiano grattugiato-2 uova-130/150 ml di acqua frizzante freddissima-1 pizzico di bicarbonato-sale-pepe-olio di semi di arachide per friggere

Cottura: 7/8 minuti per la frittura
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: sbucciare le cipolle e tagliarle a fette alte circa un centimetro.Premere ogni fetta affinché si divida in anelli e metterli a bagno in acqua fredda salata per mezz’ora.Nel frattempo mettere le uova in una ciotola, salare, pepare e inserire poca alla volta la farina.Unire il pizzico di bicarbonato, il parmigiano e tanta acqua ghiacciata quanta basta ad ottenere una pastella cremosa (a seconda dell’umidità della farina ne possono servire dai centotrenta ai centocinquanta ml), coprire quindi la ciotola con la pellicola alimentare e farla riposare in frigo per una mezz’ora.Scolare gli anelli di cipolla e asciugarli uno per uno.Scaldare una padella con abbondante olio di semi, immergere gli anelli nella pastella e tuffarli nell’olio caldo: rigirarli quando sono dorati.A cottura passare gli onion rings su carta assorbente, spolverare con il sale e servire accompagnando con maionese o ketchup.

Gli onion rings sono pronti… Un abbraccio, la Chicchina.

POLPETTINE CON PISELLI, RICOTTA E MENTA.

Oggi vi voglio parlare di un delizioso finger food: le polpettine con piselli, ricotta e menta.
Sono deliziose e profumatissime e possono essere servite come antipasto o come secondo vegetariano.L’idea mi è venuta oggi: il bel cestino di piselli freschi proveniente dall’orto meritava una ricetta un po’ speciale e quindi ecco l’idea di realizzare queste sfiziose polpettine.Si tratta di una ricetta facile e veloce preparata assolutamente a mio gusto: si lessano i piselli (volendo potrete utilizzare i piselli in barattolo e, quindi, velocizzare i tempi) e, una volta raffreddati, si mettono nel mixer con ricotta, parmigiano, pangrattato, un niente di cipolla fresca e alcune foglioline di menta; si passano poi in un mix di pangrattato e farina bianca e si friggono in abbondante olio di semi… Insomma, una bontà che vi consiglio veramente di provare.Allora forza che si frulla, si frigge e si mangia…

Ingredienti per 24 polpettine:
-250 gr di piselli freschi (o la stessa quantità di piselli lessati in barattolo)-400 gr di ricotta vaccina-50 gr di parmigiano grattugiato-50 gr di pangrattato-una fettina di cipolla (cruda)-sale-pepe bianco-5 foglioline di menta-olio di semi di arachide per friggere-farina e pangrattato per la panure

Cottura: 5 minuti per i piselli (se usate quelli freschi) + 7/8 minuti di frittura per le polpettine
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: se si utilizzano i piselli freschi toglierli dal baccello, cuocerli per cinque minuti in acqua bollente salata, scolarli e farli raffreddare. Se utilizzate piselli in barattolo saltate, ovviamente, questa operazione.Quando i piselli sono tiepidi metterli nel mixer con la ricotta, la fettina di cipolla cruda, il sale e il pepe.
Lavorare per un paio di minuti e quindi aggiungere il pangrattato, il parmigiano e la menta fresca.Frullare ancora qualche minuto: dovrete ottenere un composto ben lavorabile.Mescolate il pangrattato e la farina per la panure. Formare delle polpettine grandi come grosse noci e rotolarle per bene nella panure. Scaldare l’olio e, quando è a temperatura, friggere le polpettine sino a che sono dorate, salarle e…
Et voilà! Un secondo vegetariano buonissimo è servito.

Vi abbraccio, la Chicchina.

ROSE DI CARNEVALE

Tra i dolci di carnevale che preferisco ci sono queste rose deliziose: sono belle da vedere e si possono farcire a seconda dei gusti (confetture, crema alla nocciola, crema pasticcera ecc.).Possono costituire una merenda golosa o, perché no?! Un fine pasto sfizioso.Gli ingredienti utilizzati sono pochi e sempre reperibili nelle nostre dispense ma, devo ammetterlo, ci vuole una certa manualità per realizzarle.La ricetta ha origini campane e, nel web, si possono trovare diverse interpretazioni della stessa.Io vi propongo la mia versione, insieme ai consigli necessari e fondamentali per la loro riuscita: otterrete così un fritto perfettamente asciutto e profumato.Se volete preparare con me le rose di carnevale, seguitemi che vi spiego come fare…

Ingredienti per 10 rose:

-150 gr di farina 00
-30 gr di fecola
-30 gr di zucchero semolato
-8 gr di lievito istantaneo per dolci (mezza bustina)
-30 gr di burro
-1 uovo
-1 cucchiaio di grappa
-4 cucchiai di succo d’arancia
-zucchero a velo
-olio di semi di arachidi per friggere q.b.

Per farcire:
-confettura di lampone e di pesche

Cottura: 2/3 minuti di frittura

Difficoltà: media

Costo: basso

Preparazione: sciogliere il burro in un pentolino e farlo intiepidire.In una ciotola mettere la farina, la fecola, lo zucchero, il lievito, il burro fuso, l’uovo, la grappa e il succo d’arancia: impastare il tutto sino ad ottenere un impasto liscio e malleabile, che farete riposare in frigorifero per mezz’ora avvolto nella pellicola alimentare.Passato questo tempo stendere con il mattarello su un ripiano infarinato, allo spessore di due millimetri circa.Con due coppa pasta di diverse dimensioni (o due bicchieri) ritagliare dei cerchi.

Con le forbici da cucina praticare cinque o sei piccoli tagli nel bordo di ogni cerchio (saranno poi i petali della rosa).

Spennellare con acqua il centro dei dischi più grandi, coprire con i dischi più piccoli e premere con il pollice per saldare le due parti.In un pentolino piccolo con i bordi alti scaldare l’olio di semi, che deve essere abbondante.Friggere le rose una alla volta: immergerle delicatamente nell’olio e tenere premuto sul fondo il centro con un cucchiaio di legno.
Friggere per due o tre minuti, sino a doratura, passare su carta assorbente e spolverare con lo zucchero a velo.Le nostre rose sono pronte, non resta che farcirle con la confettura o crema preferita (io con un cucchiaino di confettura di lamponi e di pesche).
Un abbraccio. Grazie di essere passati di qui, la Chicchina.

CASTAGNOLE ALLA RICOTTA PROFUMATE CON ARANCIA E LIMONE

I dolci di Carnevale sono di una golosità unica… Tutti gli anni in questo periodo mi diverto a preparare frittelle, frappe, chiacchiere e castagnole.Oggi vi lascio la ricetta di queste buonissime castagnole alla ricotta profumate con arancia e limone.
Le ho fatte a modo mio e sono assolutamente soddisfatta del risultato: sono gonfie, morbide e soffici… Vi consiglio proprio di provarle.La ricetta è facile e veloce, gli ingredienti sono davvero pochi e sempre reperibili nella nostra dispensa.Sono buonissime anche il giorno dopo perché non assorbono assolutamente olio durante la  cottura. Io ho scelto di spolverarle con lo zucchero semolato ma, volendo, può essere sostituito con zucchero a velo profumato con la cannella.Allora, ci venite a friggere con me? Tutti in cucina…

Ingredienti:
-200 gr di ricotta-80 gr di zucchero semolato per le castagnole + quello necessario per “inzuccherarle”-2 uova-300 gr di farina 00-la scorza grattuggiata di 1/2 (mezzo) limone e di 1 arancia-1 cucchiaio di rum-1 pizzico di sale-1 bustina di lievito istantaneo-olio di semi di arachide q.b.

Cottura: 6 minuti 
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: mettere in una terrina la ricotta, lo zucchero, le uova, le scorze di limone e di arancia grattuggiate, il sale e il rum.Lavorare con le fruste elettriche sino ad ottenere un composto omogeneo.Aggiungere dunque la farina mescolata al lievito e mescolare ancora brevemente.Coprire la terrina con la pellicola alimentare e mettere in frigorifero per mezz’ora (in questo modo l’impasto acquisterà consistenza e sarà facilmente lavorabile).Passato questo tempo formare le castagnole: staccare pezzi d’impasto grandi come piccoli mandarini e arrotolarli con le mani infarinate.Friggere le castagnole (poche alla volta) in abbondante olio caldo, all’interno di un pentolino con i bordi alti, sino a che sono dorate.Passare quindi le castagnole una ad una nello zucchero semolato.

Le castagnole sono pronte. Un abbraccio, la Chicchina.

POLPETTE DI PANE

Ecco un modo goloso per riciclare il pane avanzato o qualche fettina d’affettato e/o di formaggio che giace tristemente nel frigorifero in cerca di padrone. Sono buonissime e poi, come diceva l’Artusi “fritta è buona anche una ciabatta”.

Ingredienti:
-300 gr di pane raffermo senza crosta
-1/2 litro di latte
-50 grammi di parmigiano
-150 gr di salame o altro affettato
-100 gr di fontina
-3 uova
-prezzemolo
-sale
-pepe
-farina e pangrattato per la panatura
-olio di arachide per friggere

Cottura delle polpette: 3/4 minuti di frittura per lato

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: ammollare il pane nel latte e lasciarvelo per almeno 1/2 ora; passato questo tempo, strizzare il pane per eliminare il liquido in eccesso; aggiungere ora al pane ridotto in crema due uova, il parmigiano grattugiato, il  salame tritato , il formaggio a cubetti, il prezzemolo, il sale e il pepe. Formare delle polpette rotonde che si passeranno prima nella farina, poi nell’uovo rimanente sbattuto e quindi nel pangrattato. Friggere le polpette in un largo tegame poche per volta per non abbassare la temperatura dell’olio e ottenere un fritto croccante; scolarle e salarle leggermente.

BUONE! A presto.

MOZZARELLA IN CARROZZA…CON GLI SPINACI

La mozzarella in carrozza è una ricetta tradizionale napoletana: due fette di pancarrè farcite con la mozzarella e un’acciuga, passate nell’uovo sbattuto, impanate e fritte… Una vera bontà.Ho pensato ad una variante e vi assicuro che quella che vi propongo è deliziosa: ho fatto “salire” in carrozza degli spinaci ripassati in padella e, devo dire, ho fatto centro.Ovvio che non è una preparazione povera di calorie, si potrebbe cuocere anche al forno… Ma vuoi mettere la bontà di un bel fritto asciutto e croccante?!Se vi piace la mia idea seguitemi che vi spiego come prepararla e la mozzarella in carrozza con spinaci, in poco tempo ed altrettanta spesa, sarà vostra…
Ingredienti:
-12 fette di pancarrè-3 uova-200 gr di mozzarella (2 bocconcini)-150 gr di spinaci surgelati-1 spicchio d’aglio-3 cucchiai di olio d’oliva-sale -pepe-origano-olio di semi per friggere
Per impanare: pangrattato e farina (che la ricetta tradizionale non prevede ma che, a parer mio, permette di sigillare meglio il pancarrè farcito)

Cottura: 3/4 minuti di frittura per lato + 15 minuti per ripassare gli spinaci
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: dividere le fette di pancarrè ottenendo due triangoli.Mettere in una padella l’olio e farvi imbiondire l’aglio, eliminarlo, inserire gli spinaci ancora surgelati, salare, pepare e cuocere per il tempo stabilito aggiungendo, se necessaria, pochissima acqua: gli spinaci, a cottura, devono risultare asciutti.Tagliare a fette la mozzarella, precedentemente strizzata per eliminare il siero.In una ciotola sbattere le uova con sale, pepe e un pizzico di origano.Preparare un composto  con metà farina e metà  pangrattato.Prendere ora un triangolo di pancarrè,  farcirlo con una fetta di mozzarella, un pizzico di spinaci e coprirlo con un secondo triangolo premendo bene per compattare il”panino”; passarlo quindi nell’uovo sbattuto e nella panure.
Immergere una seconda volta i bordi del triangolo nell’uovo e impanarlo nuovamente, in questo modo i lati si sigillano perfettamente e la farcia non uscirà durante la frittura.Scaldare abbondante olio di semi e friggervi le mozzarelle in carrozza poche alla volta: passarle dunque nella carta assorbente e salare a piacere.

Le nostre mozzarelle sono pronte, grazie di essere stati con me. La vostra Chicchina.

SGONFIOTTI POMODORO MOZZARELLA

Gli sgonfiotti (così li chiamavano i miei bambini da piccoli, ora due bei giovanottoni) sono buonissimi e, anche se sono fritti, non sono per niente unti. Hanno precisamente il sapore della pizza e vanno bene in qualsiasi momento; anche Argo, il mio magnifico cane, quando ne sente il profumo mi si appiccica come un francobollo e non mi molla fino a che ne ottiene uno!!

Ingredienti:

Per gli sgonfiotti

-3 hg di farina
-2 cucchiaini di zucchero
-1 cucchiaino di sale
-1  cucchiaio di olio d’oliva
-1 bustina di lievito di birra in polvere
-acqua q.b.

Per farcirli:

-1,5 hg di mozzarella
-passata di pomodoro q.b.
-parmigiano grattuggiato
-origano
-sale
-olio di arachidi per friggere.

Cuttura degli sgonfiotti: 3/4 minuti per lato

Difficoltà: bassa

Costo: basso.

Preparazione: per prima cosa fare la pasta; mettere in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale,il lievito, l’olio e tanta acqua quanto basta ad ottenere un impasto omogeneo ma lavorabile; coprire la ciotola con un canovaccio e fare lievitare per un’ora in un luogo caldo.
Passato questo tempo stendere la pasta in una sfoglia spessa 1/2 centimetro; ritagliare con un coppa pasta di diametro dieci centimetri dei cerchi; al centro di questi ultimi mettere un cucchiaino di passata, una bella spolverata di parmigiano, un pizzico di origano, il sale e un pezzetto di mozzarella.
Chiudere gli sgonfiotti e premere bene lungo i bordi con i rebbi di una forchetta. Friggere in olio bollente pochi per volta, mettere su carta assorbente e consumare caldi o tiepidi, ma anche freddi hanno il loro perché! ciao!

FRITTELLE DI PESCHE NOCI

E niente… Questa ricettina è frutto del desiderio di una merenda golosa.La merenda, che bel momento!! Il pasto più apprezzato da bambini perchè, quasi sempre, a base di cosine golose (niente minestre o verdure improbabili) Qualche volta, devo confessare, MERENDO anche oggi.Giusto un attimo fa mi è venuta l’idea: quelle pesche noci bellissime del portafrutta cercavano una degna destinazione… Perché non fare delle frittelle semplici e golose?!Detto fatto: in dieci minuti di orologio e con pochissimi ingredienti, ho preparato queste frittelle profumatissime e strabuone, perfette per una merenda da sogno ma anche (perché no?) per un fine pasto originale ed insolito, magari accompagnando il tutto con una crema pasticcera leggera al limone.
La ricetta è semplicissima e le dosi sono espresse in CUCCHIAI. Qualche volta è bello fare così…

Ingredienti:

-2 pesche noci
-1 uovo
-3 cucchiai di farina (00)
-2 cucchiai di zucchero per la pastella e 1 per le pesche noci
-2 cucchiai di latte
-1/3 (un terzo) di bustina di lievito per dolci
-olio di semi di arachide per friggere q.b.

Cottura: 5 minuti necessari per friggere

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: pelare le pesche noci, eliminare il nocciolo, tagliarle in grossi spicchi (spessi circa due centimetri), metterli in una ciotolina e cospargerli di zucchero; farli quindi macerare per una decina di minuti.
In una seconda ciotola mettere l’uovo, aggiungere lo zucchero, la farina mescolata al lievito e lavorare bene sino ad ottenere un composto liscio; inserire ora il latte (sempre mescolando).
Scaldare l’olio per friggere.
Scolare gli spicchi di frutta dal sughetto che si sarà formato, tuffarli nella pastella e, per mezzo di un cucchiaio, metterli nell’olio bollente.
Appena gli spicchi sono dorati rigirarli e terminare la cottura; passarli su carta da cucina e quindi in una ciotolina colma di zucchero semolato (normale zucchero).

Le frittelle sono pronte e la merenda è servita… Un abbraccio! Cristina

POLPETTE DI TONNO

Le polpette son sempre buone e si possono preparare con gli ingredienti che più piacciono.
Quelle che vi propongo oggi sono davvero ottime e sono facili e veloci da realizzare. Piacciono moltissimo anche ai bambini (forse per il loro sapore delicato) .
Possono rappresentare un secondo o un delizioso finger food.
Vediamo insieme come si preparano le mie polpette di tonno…

Ingredienti per 10 polpette:

-100 gr di pane raffermo
-160 gr di tonno sott’olio
-3 cucchiai di grana
-pangrattato q.b.
-farina q.b.
-1 uovo
-prezzemolo
-1/2 spicchio d’aglio
-latte q.b.
-sale
-pepe
-origano
-olio di arachidi per friggere.

Cottura :5 minuti per lato per le polpette

Difficoltà: bassa

Costo: basso.

Preparazione: per prima cosa ammollare il pane nel latte; sgocciolare bene il tonno dall’olio e sminuzzarlo. Quando il pane sarà morbido strizzarlo bene, aggiungere l’uovo, il tonno, il parmigiano, il prezzemolo, l’aglio tritato finemente, il sale ,il pepe e l’origano. Lavorare bene il composto e, se risultasse troppo morbido, aggiungere un cucchiaio di pangrattato. Preparare una panatura mescolando pangrattato e farina. Prelevare un cucchiaio di composto e formare la polpetta, passarla nella panatura e premere bene perché quest’ultima aderisca completamente. Scaldare l’olio e verificare la temperatura facendo la prova dello stecchino di legno (immergendolo si devono  formare le classiche bollicine).Friggere le polpette poche per volta perché così non si abbassa la temperatura.  Scolare  e passare su carta da cucina.

 Salare leggermente. Sono buonissime e sfiziose. Grazie a voi di essere passati di qui! La Chicchina.

POLPETTE CON ZUCCHINE, RICOTTA E PANGRATTATO ALLE ERBE

Cosa si fa se il frigo è mezzo vuoto e la famiglia sta arrivando per pranzo?! Si POLPETTA, ovviamente…
Questo mi è successo l’altro giorno e, dopo una veloce occhiata in dispensa, ho deciso che le polpette mi avrebbero risolto la situazione: tre zucchine, un po’ di ricotta, una manciata di parmigiano e due uova ce le avevo… Per dare sapore al tutto ho pensato di aggiungere del pangrattato alle erbe: rosmarino, salvia, origano, sale, pepe e uno spicchio d’aglio nel mio caso, ma potrete aromatizzare il vostro pangrattato con le erbe che più vi piacciono.Fare il pangrattato aromatizzato è semplicissimo: basta inserire del pane raffermo, lo spicchio d’aglio e le erbe che si preferiscono nel frullatore e azionare sino ad ottenere un composto finissimo ed omogeneo.
Se si usa questo pangrattato profumato per gratinare è possibile aggiungere qualche cucchiaio di parmigiano ed un filo d’olio: io ho preferito omettere questi due ingredienti e usare il pangrattato rimanente per impanare delle cotolette (che in questo modo diventano ancora più golose)Se mi seguite vi mostro come preparare queste gustosissime polpette con zucchine, ricotta e pangrattato alle erbe.

Cottura: 7 minuti per insaporire le zucchine + 10 minuti per le polpette

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Ingredienti:

-3 zucchine di medie dimensioni
-200 gr di ricotta
-2 uova
-3 cucchiai di parmigiano
-3 cucchiai di pangrattato
-sale
-pepe nero
-farina biancaq.b.
-3 cucchiai di olio d’oliva
-olio di semi di arachide per friggere q.b.

Per il pangrattato alle erbe:

-120 gr di pane raffermo (secco)
-1 spicchio di aglio
-sale
-pepe
-aghi di rosmarino
-5/6 foglie di salvia
-origano

Preparazione: per il pangrattato alle erbe sminuzzare il pane ed inserirlo in un mixer, aggiungere lo spicchio d’aglio a fettine, gli aghi di rosmarino, foglie di salvia, origano, sale, pepe e frullare finemente. Ecco fatto:  il pangrattato alle erbe è pronto.Lavare, spuntare le zucchine e grattugiarle a julienne con la grattugia dai fori larghi.Mettere i tre cucchiai di olio d’oliva in un tegame e fare insaporire le zucchine con sale e pepe per sei sette minuti circa: fare dunque intiepidire.In una ciotola inserire le zucchine, le uova, la ricotta, il parmigiano, il pangrattato alle erbe, il sale e il pepe.Mescolare per distribuire gli ingredienti in modo uniforme e formare delle polpettine grandi come un mandarino leggermente schiacciate; passarle nella farina da entrambi i lati e friggere in abbondante olio di semi poche per volta, sino a perfetta doratura.

Le nostre squisite polpette sono pronte, servirle calde con le salsine che preferite (ma anche fredde sono una bontà).
 Un abbraccio, la Chicchina.