ONION RINGS A MODO MIO

Gli onion rings sono deliziosi anelli di cipolla pastellati e fritti, tipici della cucina americana: possono rappresentare uno sfizioso finger food ideale per accompagnare un aperitivo, un antipasto, o uno snack sfizioso che farà la gioia di tutti, magari accompagnati da salse come ketchup o maionese.Vi lascio la mia semplice ricetta che prevede un ammollo degli anelli di cipolla in acqua salata, una pastella che andrà  (possibilmente) fatta riposare in frigo e la frittura in olio di semi… Una spolverata di sale e il gioco è fatto.Ci venite allora con me in cucina a preparare gli onion rings? Fidatevi, sono buonissimissimi…

Ingredienti:
-3 cipolle di dimensioni medie -130 gr di farina bianca-30 gr di parmigiano grattugiato-2 uova-130/150 ml di acqua frizzante freddissima-1 pizzico di bicarbonato-sale-pepe-olio di semi di arachide per friggere

Cottura: 7/8 minuti per la frittura
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: sbucciare le cipolle e tagliarle a fette alte circa un centimetro.Premere ogni fetta affinché si divida in anelli e metterli a bagno in acqua fredda salata per mezz’ora.Nel frattempo mettere le uova in una ciotola, salare, pepare e inserire poca alla volta la farina.Unire il pizzico di bicarbonato, il parmigiano e tanta acqua ghiacciata quanta basta ad ottenere una pastella cremosa (a seconda dell’umidità della farina ne possono servire dai centotrenta ai centocinquanta ml), coprire quindi la ciotola con la pellicola alimentare e farla riposare in frigo per una mezz’ora.Scolare gli anelli di cipolla e asciugarli uno per uno.Scaldare una padella con abbondante olio di semi, immergere gli anelli nella pastella e tuffarli nell’olio caldo: rigirarli quando sono dorati.A cottura passare gli onion rings su carta assorbente, spolverare con il sale e servire accompagnando con maionese o ketchup.

Gli onion rings sono pronti… Un abbraccio, la Chicchina.

FOCACCIA CON POMODORINI E CIPOLLE

Oggi poco tempo per cucinare e quindi la scelta migliore, quella che mette tutti d’accordo, mi è sembrata una focaccia…
L’ho preparata così: un po’ a caso, con gli ingredienti che avevo a portata di mano. Il bello di queste preparazioni è che si realizzano con quello che c’è a disposizione e il risultato è sempre una golosità.Allora, vi dicevo, dopo una rapida occhiata alla dispensa ho messo a punto questa ricetta che si prepara davvero in poco tempo e necessita di una sola ora di lievitazione.Se avete pomodorini, cipolle e una manciata di parmigiano siamo a cavallo: con poca fatica questa golosissima focaccia sarà vostra…

Ingredienti:

Per l’impasto:

-350 gr di farina
-1 cucchiaino di miele
-1 cucchiaino di sale
-1 bustina di lievito di birra secco in polvere
-1 cucchiaio d’olio d’oliva
-200 ml circa di acqua fredda

Per il condimento:

-4 cucchiai di parmigiano grattuggiato
-300 gr di pomodorini ciliegia
-1 cipolla bianca grossa
-origano
-sale
-olio d’oliva

Cottura: 10 minuti per i pomodorini con le cipolle e 20 minuti a 180° per la focaccia

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa mettere in una ciotola la farina con il miele, il sale, l’olio, il lievito e lavorare l’impasto con l’acqua necessaria ad ottenere un composto morbido ma compatto.Fare lievitare per un’ora.
Nel frattempo versare un filo d’olio in un tegame; stufare per dieci minuti i pomodorini tagliati a metà con le cipolle tagliate a fette sottili, il sale e l’origano.Dopo un’ora prendere la pasta lievitata, stenderla in uno stampo rivestito di carta forno e cospargerla con il  parmigiano grattugiato.
Distribuire ora i pomodorini e la cipolla insaporiti, terminare con un filo di olio

ed infornare in forno preriscaldato per una ventina di minuti.A cottura sfornare: è buonissima sia calda che tiepida.

Un abbraccio, Cristina.

TORTILLA DI PATATE

La tortilla è una delle frittate più buone che io conosca. Si sa che le frittate sono sempre gradite, ma questa è irresistibile. Gli ingredienti sono pochissimi: patate, cipolle e uova, in quantità che possono variare a seconda del gusto personale. Buonissima sia calda che fredda, piace proprio a tutti  e può costituire un secondo nutriente e leggero. La mia non è di certo la ricetta originale, ma chi l’assaggia  se ne innamora…..
Ingredienti per 4/6 persone:

-5 patate di media grandezza
-3 cipolle
-8 uova
-5 cucchiai d’olio d’oliva
-sale
-peperoncino.

Cottura: 10 minuti per le patate e le cipolle e altri dieci minuti per lato per la tortilla.
Difficoltà: media
Costo: basso.

Preparazione: sbucciare le patate e tagliarle a dadini; tagliare finemente le cipolle.

Mettere patate e cipolle in un largo tegame con l’olio, salare e aggiungere un generoso pizzico di peperoncino; far cuocere per almeno 10 minuti mescolando ogni tanto; è importante che si cuociano bene (si devono quasi bruciacchiare). Nel frattempo sgusciare le uova, salarle leggermente e sbatterle. Quando il composto di patate e cipolle è cotto, ben rosolato e tenero, toglierlo dal fuoco; farlo raffreddare leggermente ed aggiungerlo alle uova sbattute; amalgamare bene. Scaldare il tegame in cui abbiamo cotto le verdure e mettervi ancora un pochino d’olio; versare il composto per la frittata e lasciare cuocere per 10 minuti a fuoco medio (SENZA MAI MESCOLARE).

Passato questo tempo, girare la tortilla (si staccherà completamente e facilmente), quindi cuocere anche dall’altro lato. La tortilla deve essere ben rosolata, questa è la caratteristica che le conferisce il suo sapore inconfondibile. 

Ora tagliatevene una bella fetta e gustatela in allegria…..Hasta la vista!

FRITTATA SAVOIARDA

La frittata savoiarda è una ricetta tipica della valle d’Aosta.Si presta a molte varianti, ma io trovo perfetta la ricetta originale . Si serve come antipasto caldo,ma è gradita anche fredda.Io ho la fortuna di avere sempre parecchie uova fresche di pollaio  anche adesso che fa freddo. Le galline di mia suocera  sono grandi produttrici e mi è capitato di vederle in fila per deporre il loro uovo…che simpatiche! E poi,a una che si chiama Chicchina, come possono non piacere le galline?

Ingredienti per 4 persone:

-5 uova
-1 cipolla grossa
-3 patate di media grossezza
-70 gr di pancetta affumicata a dadini
-100 gr di fontina a dadini
-1 bel pizzico di salvia e prezzemolo tritato
-sale qb
-olio extravergine.

Tempo di cottura totale 30 minuti.

Difficoltà:bassa.

Costo:basso.

Preparazione:sbucciare le patate e farle a dadini;farle saltare con poco olio in una padella.Quando le patate sono cotte (con una bella crosticina ) aggiungere la cipolla tritata finemente,la pancetta e fare rosolare ancora qualche minuto; mettere dunque in un piatto a raffreddare.
In una ciotola sbattere bene le uova con un pizzico di sale e aggiungere la fontina tagliata a dadini e il trito aromatico;ora unire il composto di patate,pancetta e cipolla e mescolare bene;mettere l’olio necessario a cuocere la frittata in una padella antiaderente e,quando è calda, versare la preparazione.Fare cuocere 5 minuti per parte rigirando con un coperchio o un piatto quando si forma la classica crosticina.Gustosissima ed economica 

RISOTTO TRA ORTO E MONTAGNA

“Perchè tra orto e montagna?” direte voi….”Perchè questo risotto è ricco di verdure ed è arricchito con la fontina della Valle d’Aosta …una bontà assoluta” vi risponde la Chicchina.
Devo dire  che, dopo il primo momento di perplessità, il gruppo famiglia ha mangiato come se non ci fosse un domani…e questo è buon segno!!! Il sapore è ricco e cremoso, ma le verdure conferiscono una nota di freschezza che cade proprio a fagiolo!
A mio parere può essere considerato un piatto quasi unico, magari accompagnato da un frutto o un dolcetto….e cosa si può desiderare di più?!

Ingredienti:

-350 gr di riso Carnaroli
-100 gr di fagiolini freschi
-200 gr di patate
-1 cipolla di Tropea
-100 gr di parmigiano
-100 gr di fontina della Valle d’Aosta
– 1 noce di burro
-3 cucchiai di olio d’oliva
-brodo vegetale q.b.
-sale
-pepe nero
-1/2 bicchiere di vino bianco secco
-basilico

Cottura: 15 minuti per la base di verdura, 18 minuti per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa sbollentare i fagiolini per dieci minuti, per accellerare la cottura spezzettarli.
In una larga padella mettere l’olio e farvi soffriggere la cipolla tritata sottilmente, le patate a quadretti e i fagiolini. Salare, pepare e proseguire la cottura per quindici minuti, fino a che cioè le verdure sono cotte ma ancora croccanti.
Ora aggiungere il riso e mescolare rapidamente perché assorba il condimento: quando i chicchi sono trasparenti aggiungere il vino e farlo sfumare.
Continuare la cottura inserendo via via il brodo bollente.
Cinque minuti prima di terminare la cottura del risotto inserire il parmigiano.
A cottura ultimata e fuori da fuoco inserire la fontina a cubetti e la noce di burro: una spolverata di pepe e…il gioco è fatto. Un abbraccio, La Chicchina.

FOCACCIA ALLA CIPOLLA DI BREME

Le focacce sono la mia passione.
Io amo il cibo e mi piace mangiare con gusto, senza abusare: trovo le focacce golose, versatili e mi piace molto farcirle con ingredienti sempre diversi…
Nell’orto dei miei suoceri (ne hanno uno a testa, così che non manchi mai niente!!!) c’è ogni ben di Dio: ora stanno maturando anche le cipolle di Breme, una vera bontà!
Questa cipolla, coltivata in provincia di Pavia (Breme di Lomellina), è anche detta “la dolcissima” per il suo sapore dolce e persistente.
Questa caratteristica la rende adatta alla preparazione di confetture, mostarde, torte salate ecc.
Si tratta di una cipolla rossa, con sfumature di questo colore anche nella polpa, raggiunge notevoli dimensioni ed è abbastanza difficile da reperire al di fuori della zona di produzione… Per me no: basta telefonare a mia suocera!!😊
Ora vediamo insieme come ho preparato questa bontà!!

Ingredienti:

-550 gr di farina
-12 gr di lievito di birra fresco
-3 cucchiai di olio d’oliva per l’impasto + il necessario per il condimento
-1 cucchiaino di miele
-sale q.b.
-pepe nero
-origano
-l’acqua necessaria ad ottenere un impasto morbido e compatto (io 280 ml ma, ovviamente, dipende dall’umidità della farina)
-cipolle di Breme a piacere: io del peso di 400 grammi l’una

Cottura: 20 minuti in forno preriscaldato a 220°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: mettere la farina in una grande ciotola e aggiungere il sale, il miele, l’olio, il lievito sciolto in poca acqua tiepida.
Impastare con l’acqua necessaria ad ottenere una pasta morbida.
Formare una palla

e fare lievitare coperto per quattro ore.

Passato questo tempo riprendere la pasta e stenderla in una teglia rivestita con carta forno.
Affettare la cipolla abbastanza finemente, distribuirla sopra la base della focaccia, salare, pepare e profumare con l’origano.
Preparare una salamoia con quattro cucchiai d’olio e altrettanti d’acqua e distribuirla sulla focaccia.

Infornare in forno caldo e cuocere per il tempo indicato.
In poche mosse ecco una focaccia stragolosa, buonissima anche il giorno dopo… Ma questo non capiterà: è così buona che, di certo, ve la spazzolerete prima.

A presto, grazie di essere stati con me. Vi abbraccio, Cristina!