INVOLTINI DI VERZA CON ACCIUGHE, PATATE E FONTINA

INVOLTINI DI VERZA CON ACCIUGHE, PATATE E FONTINA

La verza è tra gli ortaggi autunnali che mi piacciono di più, per questo cerco di prepararla nei modi più diversi.La ricetta di oggi è gustosa, facile da realizzare e può essere preparata in anticipo (un bel vantaggio rientrare all’ultimo momento e trovare il pranzo pronto, non trovate?).Gli involtini di verza con acciughe, patate e fontina permettono inoltre di riciclare del formaggio che avanza o comunque di utilizzare quello che si preferisce: la fontina può essere sostituita con dell’asiago, del provolone, della caciotta o da un qualsiasi formaggio filante.Allora, cosa ne dite? Vi aspetto in cucina per preparare questo piatto gustoso…

Ingredienti per 9 involtini:
-12 foglie di verza grandi (qualche foglia di “scorta” caso mai qualche foglia si rompesse) -2 patate di medie dimensioni-200 gr di fontina dolce (fontal)-1 uovo grande-1 panino raffermo-latte q.b.-2 cucchiai di parmigiano grattugiato-9 filetti di acciuga sott’olio-brodo vegetale-sale-pepe-2 spicchi d’aglio piccoli-olio extravergine d’oliva q.b.

Cottura: 5 minuti per sbollentare le foglie di verza + 30 minuti in forno preriscaldato a 180° per gli involtini
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: lessare le patate tagliate in grossi pezzi. Lavare ed eliminare le coste troppo grosse dalle foglie di verza e sbollentarle per 5 minuti in una pentola con acqua salata; scolarle e asciugarle molto bene.Ammollare il panino nel latte per almeno 30 minuti.In una grande terrina mettere le patate lesse tagliate a cubetti, la fontina a pezzettini, il pane strizzato, l’uovo, il parmigiano, il sale, il pepe e un tritino d’aglio, se piace. Mescolare bene.Stendere le foglie di verza, salarle leggermente e mettere su un lato una cucchiaiata di ripieno e un’acciuga,

quindi arrotolare fino a formare l’involtino. Ripetere la stessa operazione con tutte le foglie di verza.Ungere una pirofila con un filo d’olio, disporre gli involtini gli uni vicino agli altri, salarli, peparli, aggiungere uno spicchio d’aglio e qualche cucchiaio di brodo vegetale; ancora un filo d’olio e una generosa spolverata di parmigiano. 

Gli involtini sono pronti per essere infornati a 180°: cuocere per trenta minuti circa, fino a che si sarà formata una bella crosticina.

La nostra teglia supergolosa è pronta.Un abbraccio, la Chicchina

FOCACCINE DI PATATA CON LE OLIVE

Vi invito a fare merenda: oggi è salata, ci sono le focaccine di patata con le olive… Ci aggiungiamo un pezzettino di formaggio buonissimo (che io chiamo lingotto per la sua forma) ed ecco pronto uno spuntino goloso.Gli ingredienti per realizzarle sono quelli che si trovano sempre nelle nostre dispense: farina, olio, sale e poco più…Le focaccine di patata con le olive sono facilissime da realizzare: si impastano tutti gli ingredienti, si attendono due ore per la lievitazione, si spennellano con la salamoia e via in forno.Sono perfette per tanti momenti della giornata: una merenda, un aperitivo,  un buffet o per la merenda sinoira, come si usa fare in Piemonte (una via di mezzo tra merenda e cena).Ah, dimenticavo, si conservano un paio di giorni e si possono anche congelare (ma dubito che ne avanzino)…

Ingredienti per 9 focaccine:-340 gr di farina00-180 gr di patate al netto degli scarti-12 gr di lievito di birra fresco (oppure mezza bustina di lievito secco in polvere)-1 cucchiaino di zucchero-1 cucchiaino raso di sale-3 cucchiai di olio extravergine d’oliva-200 ml di acqua tiepida-olive verdi denocciolate
Per la salamoia:
-3 cucchiai d’olio extravergine d’oliva-3 cucchiai d’acqua-1 cucchiaino colmo di sale

Cottura: 25 minuti a 200°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: lessare le patate e schiacciarle con l’apposito attrezzo.Preparare la salamoia mescolando bene i 3 cucchiai d’olio con i 3 cucchiai d’acqua ed il cucchiaino di sale.Mettere la farina in una ciotola con il sale ed aggiungere la purea di patate, l’olio e il lievito sciolto nei 200 ml d’acqua tiepida: impastare bene e formare le focaccine, metterle nella teglia da forno rivestite con l’apposita carta e spennellarle abbondantemente con la salamoia. Coprire con la pellicola alimentare e fare lievitare per due ore coperte.Passato questo tempo aggiungere due olive sulla superficie di ogni focaccina, spennellarle nuovamente con la salamoia 

e infornarle a 200° per 25 minuti.

Le nostre focaccine sono pronte.A presto, la Chicchina.

CRESPELLE CON SALMONE, PORRI E PATATE

Pasqua è alle porte e la ricetta di cui vi voglio parlare oggi potrebbe rappresentare un primo goloso e particolare da portare in tavola per quell’occasione: le crespelle con salmone, porri e patate sono facili e abbastanza veloci da realizzare.Questa ricetta può essere preparata in anticipo (anche il giorno prima) e questo non è di certo un vantaggio da poco.La particolarità di questa preparazione è l’assenza della besciamella che, in questo caso, viene sostituita dalla panna e da una pioggia di parmigiano che, insieme, formano una deliziosa crosticina.Andiamo a vedere come realizzare questa bontà…
Ingredienti per 8 crespelle:
-3 uova-250 gr di farina00-500 ml di latte-sale e pepe-burro q.b.
Per farcire:
-100 gr di salmone affumicato-1 patata del peso di 200 gr al netto degli scarti-1 porro-100 ml di panna liquida (del banco frigo)-100 ml (circa) d’acqua-3 cucchiai d’ olio d’oliva
Per gratinare:
-200 ml di panna liquida-50 gr di parmigiano-olio d’oliva per ungere la pirofila
Cottura: 20 minuti per le verdure + 15 minuti in forno a 180° per le crespelle

Preparazione: per le crespelle mettere le uova con il latte in una terrina e lavorare con le fruste elettriche.Unire  la farina con il sale e il pepe e lavorare ancora sino ad ottenere un composto liscio e omogeneo; coprire  quindi con la pellicola e fare riposare per mezz’ora.Scaldare l’apposito padellino e ungerlo con una grossa noce di burro infilata in una forchetta, versare un mestolino di composto di uova e fare roteare il padellino per far sì che risulti distribuito in modo uniforme.Quando sulla superficie della crespella compaiono delle bolle è il momento di girarla con l’aiuto di due forchette. Cuocere anche dall’altro lato.Per la farcia pelare e tagliare a piccoli pezzi la patata ed eliminare le foglie esterne al porro.Mettere in un padellino i tre cucchiai d’olio e aggiungere le verdure, la panna prevista per questo passaggio e la stessa quantità d’acqua: salare, pepare e cuocere sino a che le verdure sono tenere e il “sugo” ristretto.Inserire il salmone tagliato a listarelle e un tritino di prezzemolo.Spalmare sull’intera superficie delle crespelle la farcia e chiudere prima a metà e poi ancora a metà.Ungere una teglia e posizionarvi le crespelle, irrorarle con la panna rimanente e cospargere con il parmigiano.Infornare in forno preriscaldato per il tempo previsto.

Un abbraccio, la Chicchina.

ZUPPA DI FARRO E PATATE

ZUPPA DI FARRO E PATATE

Le zuppe, quando fa freddo, sono un vero e proprio comfort food. Una delle mie preferite è la zuppa difarro e patate: è leggera e saporita al punto giusto ed è ancora migliore se consumata il giorno successivo alla sua preparazione. Questo non è un vantaggio da poco: rientrare la sera e avere una zuppa buonissima che ha bisogno solo di essere riscaldata è un regalo.   La zuppa di farro si prepara in tanti modi: è possibile aggiungere della pancetta o dello speck nel soffritto, dei fagioli freschi oppure delle patate, come nella ricetta che vi voglio presentare. Le patate, a parer mio, conferiscono la giusta cremosità al piatto e lo rendono ancora più goloso.Si tratta di una preparazione semplicissima: io vi consiglio di utilizzare il farro perlato che non necessita di ammollo e cuoce in quaranta minuti o poco più.  Vediamo allora come portare in tavola questo primo speciale con poca fatica ed altrettanta spesa…

Ingredienti:-1 cipolla bianca-2 carote-2 coste di sedano + qualche foglia-5 cucchiai di olio d’oliva-7/8 pomodorini-300 gr di farro perlato-1 patata grossa-sale-pepe nero-brodo (io vegetale)-olio e pepe nero per “condire” il piatto

Cottura: 10 minuti per il soffritto + 40/50 minuti per la zuppa
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: fare un soffritto con i cinque cucchiai d’olio, le carote e il sedano (con alcune foglie) tagliati a pezzettini, salare, pepare e fare cuocere cinque minuti. Nel frattempo sciacquare il farro per eliminare le eventuali impurità.Unire quindi al soffritto i pomodorini lavati e tagliati a metà, la patata a pezzettini e cuocere altri cinque minuti.A questo punto inserire il farro, farlo insaporire e coprire con il brodo.Fare cuocere per quaranta/cinquanta minuti aggiungendo del brodo caldo, quando necessario.Servire calda terminando il piatto con un bel giro d’olio buono e pepe nero a piacere.

La zuppa è pronta. Un abbraccio, la Chicchina.

GRATIN DI PATATE E FONTINA

Il gratin di patate è un vero jolly: si prepara in un attimo e, in genere, mette tutti d’accordo. Si tratta di una ricetta gustosa e golosissima specie se, come me, gli si aggiunge del formaggio filante: io ho scelto una dose generosa di fontina, ma potrete utilizzare il formaggio semi-stagionato che avete a disposizione (asiago, toma giovane, taleggio ecc).La ricetta, come dicevo, è facile e veloce e si presta a mille varianti: è possibile aggiungere del prosciutto cotto, dei dadini di salame o – perché no?! – qualche acciughina.Può essere consumato caldo, tiepido ed è buonissimo anche il giorno dopo riscaldato: le patate infatti non diventeranno dure grazie alla crema di uova, latte e formaggio che viene aggiunta prima della cottura del gratin.Allora dai che lo prepariamo insieme…

Ingredienti:
-800 gr di patate-200 gr di fontina-350 ml di latte-2 tuorli-burro morbido-pangrattato-sale-pepe-noce moscataCottura: 10 minuti per lessare le patate + 20 minuti in forno preriscaldato a 200°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: pelare le patate e tagliarle a fette di un centimetro.Farle cuocere in acqua salata per dieci minuti e farle intiepidire. Nel frattempo mettere il latte in una ciotola, aggiungere i due tuorli, un pizzico di sale, di pepe, di noce moscata, e la fontina grattugiata alla julienne e mescolare bene per distribuire gli ingredienti.Imburrare una teglia con diametro ventotto centimetri e fare un primo strato con le fette di patata leggermente sovrapposte: salare e aggiungere dei fiocchetti di burro.Continuare con un secondo strato di patate e aggiungere il miscuglio di latte, tuorli e formaggio.Spolverare la preparazione con abbondante pangrattato e parmigiano.Terminare con fiocchetti di burro ed infornare in forno preriscaldato alla temperatura indicata.

Il nostro gratin è pronto, vi abbraccio, la Chicchina.

POLPETTE DI MERLUZZO E PATATE CROCCANTI

Questa ricetta è nata quando i miei bambini erano piccoli: è stato il primo modo per far mangiare loro il pesce. Devo dire che gradivano moltissimo queste polpettine saporite e che anche il loro papà (vuoi per dare il buon esempio o perché sono davvero buone e sfiziose) non si tirava di certo indietro.Si tratta di una ricetta abbastanza veloce e per nulla complicata: si cuociono le patate sino a renderle croccanti e si dà una prima cottura ai filetti di merluzzo; si frulla quindi il tutto con l’aggiunta di un uovo e poco più, si formano le polpette e si friggono in olio di semi. Ovviamente, se volete prepararle per i vostri bimbi, potrete scegliere di cuocerle in forno con l’aggiunta di un filo d’olio d’oliva, rigirandole a metà cottura.Allora venite che andiamo a polpettare…

Ingredienti:
-400 gr di filetti di merluzzo (anche surgelati)-400 gr di patate-2 spicchi d’aglio-1 uovo-pangrattato q.b.-prezzemolo-sale-pepe-olio di oliva per la cottura del merluzzo e delle patate-olio di semi per friggere-farina bianca q.b.

Cottura: 10 minuti per i filetti di merluzzo in padella, 10 per le patate e 10 minuti per le polpette
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: in una padella mettere tre cucchiai d’olio e uno spicchio d’aglio vestito e schiacciato.Aggiungere i filetti di merluzzo (se avete scelto quelli surgelati devono essere opportunamente decongelati), salare, pepare e profumare con il prezzemolo tritato.Lasciare cuocere per il tempo indicato, eliminare l’aglio e, quindi, fare intiepidire.Nel frattempo pelare le patate, tagliarle a dadini, cuocerle in tre cucchiai di olio d’oliva, salare e pepare: devono risultare belle dorate.A cottura fare intiepidire. Inserire dunque nel mixer (o un comune frullatore) il merluzzo, le patate, l’uovo, poco prezzemolo e frullare il tutto.Trasferire il composto in una terrina ed aggiungere qualche cucchiaio di pangrattato (quello che serve ad ottenere un composto morbido ma ben modellabile), per me tre cucchiai colmi.Formare le polpette e passarle velocemente nella farina: scaldare una padella con un dito di olio di semi e cuocere le polpette fino a che sono dorate e croccanti da ogni lato. Salare e servire accompagnate dalla salsina che preferite.

Buon appetito, la Chicchina.

PANE CON LE PATATE

In questo periodo in cui il lievito scarseggia e c’è la necessità di limitare al massimo le uscite, il pane lo preparo sempre in casa.. ecco allora l’esigenza di ricette semplici come le stecche di JIM, il no knead bread di Jim Hahey e il pane con le patate: un pane di origini contadine che veniva preparato quando le farine scarseggiavano.Il pane con le patate è un pane morbido e gustoso e ha il grande pregio di mantenere la sua consistenza per almeno due giorni dopo essere stato sfornato.La ricetta che segue è facile e relativamente veloce, se si considera che in due ore si può portare in tavola un pane profumato e buonissimo, ottimo da consumare anche in purezza.Gli ingredienti utilizzati sono semplici e sempre reperibili nelle nostre dispense…vediamo allora come  realizzarlo..
Ingredienti:

-500 gr di farina 0
-200 gr di patate al netto degli scarti
– 2 cucchiai di olio d’oliva
-1 cucchiaino di zucchero
-2 cucchiaini di sale
-200 ml di acqua tiepida
-20 gr di lievito di birra fresco ( o una bustina di lievito di birra disidratato)

Cottura: 30 minuti in forno preriscaldato a 200°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione:
Sciogliere il lievito di birra e lo zucchero in metà dell’acqua prevista per la ricetta.
Lasciare riposare sino a che sulla superficie del miscuglio si sarà formata una schiumetta (ci varranno 20 minuti circa).
Lessare le patate in acqua salata, quindi schiacciarle con lo schiacciapatate.
Mettere la polpa delle patate ancora calda in una grande ciotola, aggiungere il sale, l’olio, la farina, il miscuglio di lievito e l’acqua messa da parte;

impastare sulla spianatoia infarinata per almeno dieci minuti: sino ad ottenere un impasto omogeneo.

Fare lievitare per un ora in una ciotola coperta.

Dopo questo tempo lavorare ancora brevemente e formare un grosso filone che farete lievitare ancora un’ora

 quindi infornare in forno preriscaldato alla temperatura indicata.
Il nostro pane è pronto, un abbraccio, la Chicchina.

PATATE SABBIOSE (A MODO MIO)

Le patate sabbiose sono tanto buone quanto semplici da realizzare: io vi lascio la mia versione, che prevede una prima bollitura degli spicchi di patata (in modo che la cottura sia perfetta).Le patate vengono sbucciate, tagliate a spicchi, lessate brevemente, passate in una deliziosa “panure” di pangrattato, parmigiano, prezzemolo e aglio e quindi infornate ad alta temperatura affinché sulla loro superficie si formi una meravigliosa crosticina… Sono così buone che io le trovo perfette anche come snack o servite con l’aperitivo.Il risultato migliore lo ottengo quando cuocio la mia teglia di patate sabbiose nel forno della mia stufona a legna; tuttavia, sono talmente buone che le preparo spesso anche in estate, ovviamente nel forno elettrico a “manetta”.Vediamo insieme cosa serve per realizzare questa golosità..

Ingredienti:

-1 kg di patate (preferibilmente rosse)
– 2 pagnotte di pane raffermo per il pangrattato
-50 gr di parmigiano
-prezzemolo
-1 spicchio d’aglio
-sale
-pepe nero
-olio d’oliva

Cottura: 10 minuti per lessare gli spicchi di patata + 30 minuti in forno a 190°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: pelare e tagliare a spicchi le patate, sciacquarle e metterle in una pentola con acqua salata. Portare a bollore e fare cuocere dieci minuti.Per il pangrattato: mettere nel mixer il pane raffermo tagliato a dadini e tritarlo alla massima potenza; quando avrà raggiunto la giusta consistenza, aggiungere lo spicchio di aglio tritato e il prezzemolo e azionare ancora brevemente il mixer.Mettere il composto così ottenuto in una grande ciotola, aggiungere il parmigiano grattugiato e mescolare per amalgamare il tutto.Passare gli spicchi di patata nella panure, premendo affinché vengano ricoperti uniformemente e generosamente da quest’ultima.Spolverare con sale e pepe e irrorare con un abbondante filo d’olio.Infornare in forno preriscaldato per il tempo previsto, azionando negli ultimi dieci minuti il grill…
Questi spicchi deliziosi devono essere croccanti fuori e morbidi dentro… Insomma, una bontà.
A presto, la Chicchina.

ROSTI

I rosti di patate sono frittatine  tipiche della cucina svizzera e vengono cotte in forno o in padella.Si preparano solitamente con patate crude grattugiate con la grattugia dai fori larghi, ma alcune varianti prevedono l’uso di patate sbollentate.Visto che è una ricetta molto semplice le versioni sono tantissime: è possibile infatti aggiungere formaggi o cubetti di salumi all’impasto, oltre alle erbette preferite; a me piacciono tantissimo con la semplice aggiunta di rosmarino tritato (trovo che così il sapore delle patate viene esaltato).La versione originale viene preparata con patate crude, olio, burro, erbe e viene cotta a mucchietti appiattiti in una padella antiaderente con poco olio… è una ricetta facile e veloce, ma prevede un minimo di manualità e qualche accorgimento: è infatti fondamentale che i rosti vengano girati dopo che si è formata una bella crosticina croccante (in questo modo manterranno la loro forma).Per avere dei rosti della stessa dimensione io li ho modellati con un semplice coppa pasta, ma è possibile preparare un unico rosti di dimensioni più grandi.La consistenza dei rosti è croccante esternamente e morbida all’interno… Insomma, una bontà perfetta per tante occasioni: come antipasto, come merenda o tutte le volte che si ha voglia di un piccolo sfizio.Allora, ci venite in cucina a preparare i rosti?

Ingredienti:

-400 gr di patate
-1 cucchiaio di olio di oliva
-rosmarino
-sale
-pepe
-olio di oliva per la cottura q.b.

Cottura: 8 minuti per lato

Difficoltà: media

Costo: basso

Preparazione: pelare e lavare le patate.Grattugiarle con la grattugia dalla parte dei fori larghi.Salare leggermente e mescolare: attendere quindi una decina di minuti e strizzare bene le patate affinché perdano l’acqua.Mettere quindi le patate grattugiate e strizzate in una grande ciotola, aggiungere rosmarino tritato a piacere, un pizzico di sale, il cucchiaio di olio e mescolare per distribuire i sapori.

Scaldare una padella con poco olio: quando è ben calda appoggiarvi un coppa pasta, prelevare un mucchietto di patate grattuggiate ed inserirle al suo interno.Premere bene con una forchetta perché le patate si compattino.

Quando si sarà formata una bella crosticina, sfilare il coppa pasta con l’aiuto di una presina (per non scottarsi), cuocere per otto minuti, girare con una paletta o due forchette e quindi terminare la cottura.Quando i nostri rosti sono pronti salarli e servire caldi o tiepidi…

Un abbraccio, la Chicchina.

PATATE ALLA PIZZAIOLA

Diciamo la verità: le patate sono buone in tutti i modi.
Quando le temperature si abbassano mi piace tantissimo preparare questa ricetta: la trovo buonissima e spesso, per me, rappresenta un goloso piatto unico.Si prepara velocemente e, di solito, piace a tutti. Si tratta di patate affettate, ricoperte con un delizioso sughetto al pomodoro e fette di mozzarella… Io preferisco sostituirla con scamorza o caciotta, ma è possibile usare il formaggio che più piace.
La cottura in forno va fatta ad alta temperatura e negli ultimi minuti  è necessario attivare il grill per formare una crosticina meravigliosa…Questo piatto ha anche il vantaggio di poter essere preparato in precedenza, conservato in frigorifero e cotto all’ultimo momento… E questa non è cosa da poco…Allora dai che prepariamo insieme questa bontà!!

Ingredienti per 4 persone:

-4 patate di medie dimensioni
-150 gr di caciotta dolce
-80 gr di parmigiano grattuggiato
-una manciata di pangrattato
-sale
-pepe
-origano
-olio d’oliva

Per il sugo di pomodoro:

-400 gr di polpa di pomodoro (in alternativa, la stessa quantità di pomodori spellati e privati dei semi)
-4 cucchiai d’olio d’oliva
-1 spicchio di aglio
-sale
-pepe
-origano
-tre foglie di basilico

Cottura: 15 minuti per sbollentare le patate + dieci minuti per il sugo di pomodoro + 15 minuti per cottura in forno preriscaldato

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: pelare le patate, tagliarle a fette spesse circa un centimetro, metterle in una pentola con abbondante acqua salata e cuocerle sino a che sono tenere (fare la prova con una forchetta).

Occupiamoci  ora del sugo: mettere l’olio con uno spicchio di aglio in un tegame, farlo imbiondire e quindi eliminarlo; aggiungere la polpa di pomodoro, salare, pepare, profumare con l’origano e portare a cottura.
Ungere una pirofila con poco olio, mettere un po’ di sugo e formare un strato uniforme con le fette di patata.
Distribuire  il sugo rimanente sulla superficie e cospargere con il parmigiano.
Farcire a questo punto con le fette di caciotta, aggiungere il pangrattato ed un generoso filo d’olio.

Infornare in forno preriscaldato per il tempo indicato, azionando il grill negli ultimi cinque minuti.

A questo punto le nostre patate sono pronte: con poca fatica ed altrettanta spesa abbiamo messo insieme un piatto goloso ed economico.