PASTA FREDDA CON PESTO, TONNO E MOZZARELLINE

La pasta fredda è un piatto perfetto in estate: colorata, fresca e golosa piace davvero a tutti; è un ottimo rimedio per non rinunciare ad un piatto di pasta , anche quando fa molto caldo.Si tratta di preparazioni facili e veloci che hanno il pregio di poter essere preparate in anticipo.Sono un perfetto salva cena e sono ottime per un pasto da consumare fuori casa.Quella che vi propongo oggi è gustosissima e il condimento si prepara mentre cuoce la pasta: pomodorini succosi, mozzarelline,  dell’ottimo tonno, una manciata di olive saporite e giusto un paio di cucchiaiate di pesto che regalano una nota stuzzicante al tutto.Se la mia idea vi piace, seguitemi in cucina che vediamo insieme come si realizza la mia pasta fredda con pesto, tonno e mozzarelline...
Ingredienti:

-500 gr di ruote
-200 gr di tonno sott’olio di ottima qualità (sgocciolato)
-200 gr di ciliegine di mozzarella
-150 gr di pomodorini
-100 gr di olive nere
-2 cucchiai di pesto
-3 cucchiai di parmigiano grattuggiato
-olio d’oliva
-sale
-pepe nero
-foglie di basilico

Cottura: il tempo necessario per la cottura al dente della pasta

Difficoltà: bassa

Costo: medio

Preparazione: lessare la pasta in abbondante acqua salata.Nel frattempo lavare e tagliare a metà i pomodorini, eliminare l’olio di conservazione dal tonno e sminuzzarlo.Scolare la pasta ancora al dente e passarla sotto l’acqua fredda per fermare la cottura, metterla in una grande ciotola e condirla con un generoso filo l’olio, il sale, il pepe e il pesto.Mescolare bene per distribuire il condimento in modo uniforme e spolverare con il parmigiano.Aggiungere quindi i pomodorini, le mozzarelline, il tonno e le olive.Decorare con foglie di basilico…

et voilà, la nostra insalata di pasta è pronta, un abbraccio, la Chicchina.

GRISSINONI ALLE OLIVE

Questa ricetta è semplicissima, facile e veloce (se non teniamo conto dell’ora di lievitazione).
In poche mosse ed altrettanta spesa è possibile realizzare dei grissini davvero buoni, dal sapore rustico e goloso: io li ho arricchiti con le olive, ma ognuno potrà aggiungere noci, pomodori secchi o l’ingrediente che più piace.Sono ottimi anche come stuzzichini e, credetemi, non bastano mai… Ho deciso che la prossima volta raddoppio la dose: la famiglia tutta ha brontolato perché non ho fatto una dose abbondante.
Quindi, per evitare mugugni, vado al raddoppio… Intanto vi lascio la ricetta e gusto il grissinone che mi ero infilata nella tasca del grembiule😁😋

Ingredienti:
-350 gr di farina 00-100 gr di olive verdi denocciolate-1 cucchiaino di sale-1 cucchiaino di zucchero-1/2 bustina di lievito di birra disidratato-3 cucchiai di olio d’oliva-sale-origano-200 ml d’acqua
Cottuta: 15/20 minuti in forno preriscaldato a 190°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: scolare dalla salamoia le olive, sciacquarle ed asciugarle bene con un canovaccio, tritarle sommariamente e metterle da parte.In una ciotola inserire la farina, il sale, l’olio, lo zucchero, il lievito e l’origano. Iniziare ad impastare aggiungendo, poca alla volta, l’acqua tiepida: aggiungere quindi le olive tritare e continuare a lavorare l’impasto sino ad ottenere un composto morbido, liscio ed omogeneo.

Stendere ad uno spessore di circa mezzo centimetro e tagliare delle listarelle verticali larghe un centimetro e mezzo.Rivestire una teglia con la carta forno e disporvi i grissinoni che avrete leggermente arrotolato sfregandoli tra le mani. 

Spennellare leggermente con poco olio, infornare alla temperatura indicata e cuocere sino a doratura.Et voilà… I grissinoni sono pronti, alla prossima! Baci, Cristina.

LA FOCACCIA PUGLIESE

La focaccia pugliese è una delle più buone focacce che io conosca: è tanto semplice nella preparazione e negli ingredienti quanto buona. Si può trovare facilmente nei supermercati e nei negozi ma fatta in casa è davvero un’altra cosa.
A casa mia va letteralmente a ruba e per quanto grande io la faccia, non riesco mai ad avanzarne un pezzettino per eventuali merende del giorno dopo.
Si può preparare con il lievito madre o quello di birra: per quella che prepariamo ora insieme ho scelto il secondo, forse più facile da reperire e che permette una lievitazione magnifica.
Vi ho fatto venire voglia di prepararla? Se sì seguitemi…

Ingredienti:

Per la base:

-500 gr di farina
-2 patate lesse (devono avere un peso totale di 2,8 hg )
-25 gr di lievito di birra fresco
-250 ml d’acqua
-1 pizzico di sale

Per farcire:

-5 cucchiai di olio d’oliva
-pomodorini a piacere (io 200 gr)
– 100 gr  di olive verdi denocciolate
-sale grosso

Cottura: 25/30 minuti in forno preriscaldato a 190°

Difficoltà: bassa

Costo: basso.

Preparazione: lessare le patate private della buccia  in acqua salata; scolarle e ridurle in purea con lo schiacciapatate.
Sciogliere il lievito in circa 250 ml d’acqua tiepida.
Fare una fontana con la farina e nell’incavo mettere la purea di patate tiepida, un pizzico di sale: impastare il tutto con il miscuglio di acqua e lievito, formare una palla, inciderla sulla parte superiore formando una croce e farla lievitare per due ore.
Passato questo tempo stendere la pasta in una teglia unta d’olio, guarnire con i pomodorini tagliati a metà facendoli penetrare nell’impasto e procedere così anche con le olive.
Cospargere con origano, un po’ di sale grosso e l’olio.

Ora coprire la teglia con la pellicola e farla lievitare ancora per mezz’ora.
Passato questo tempo infornare a 190° per 25/30 minuti (tenendo conto che il tempo di cottura dipende dalla potenza del proprio forno): la superficie deve essere dorata. L’aggiunta di olive verdi è personale… però, secondo me, ci sta proprio bene.
 Ecco pronta una bontà tipica della Puglia ma apprezzata ovunque…un abbraccio, Cristina

GIRELLE SFIZIOSE

Ecco uno sfizio facile e veloce da preparare: basta avere in casa un rotolo di pasta sfoglia, un po’ di formaggio cremoso, un pugno di capperi, olive, un peperone ed il gioco è fatto: abbiamo tutti gli ingredienti che ci servono per realizzare quello che può essere un finger food, un antipasto o una deliziosa merenda salata ed appetitosa.Queste girelle sono buone, veloci e anche belle da vedere. Volendo si potrebbero preparare anche con altri ingredienti, ma l’abbinamento peperoni-formaggio cremoso è una vera delizia.Se l’idea vi piace seguitemi che vi mostro come realizzare queste bontà!!
Ingredienti:

-1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare del banco frigo
-1/2 peperone
-120 gr di formaggio spalmabile (io Philadelphia)
-1 cucchiaio di capperi
-40 gr di olive denocciolate
-1/2 cipolla
-3 cucchiai di olio d’oliva
-sale
-pepe
-origano
-1 tuorlo
-poco latte

Cottura: 10 minuti per il peperone e 15 minuti in forno preriscaldato a 180° per le girelle

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa lavare il peperone, dividerlo a metà, eliminare filamenti e i semi e tagliare a striscioline.Scaldare una padella con l’olio e farvi appassire la mezza cipolla: aggiungere quindi il peperone, salare, pepare e spolverare con l’origano. Lasciare cuocere dieci minuti .Srotolare la pasta sfoglia e ammorbidire il formaggio Philadelphia lavorandolo brevemente con una forchetta in una scodella.Spalmare il formaggio sulla pasta sfoglia (avendo cura di lasciare un bordo tutto attorno al perimetro di due centimetri) e distribuire i peperoni, i capperi e le olive.Arrotolare la pasta sfoglia partendo dal lato più corto.Tagliare ora il nostro salsicciotto a fette alte due centimetri.Rivestire una teglia con carta forno e posizionare le girelle, lavorare il tuorlo con due cucchiai di latte e spennellare con questa emulsione le girelle.Infornare in forno preriscaldato a 180° per quindici minuti o giù di lì, tenedo conto della potenza del vostro forno: il mio è gagliardo, come vi ho già detto!Passato questo tempo sfornare….et voilà!!!! Bellissime e golosissime. Un abbraccio: la Chicchina.

STRUDEL CON VERZE E PATÈ DI OLIVE NERE

La pasta matta è molto versatile, rimane leggera e si può stendere molto più sottilmente di altri tipi di impasto: la sfoglia è infatti elastica e, una volta cotta, risulta croccante e saporita.Secondo me è un vero jolly: infatti rappresenta un sostituto validissimo della pasta sfoglia e, vista la totale assenza di lievito, è indicata per gli intolleranti.Data la sua elasticità è perfetta per preparare strudel sia dolci che salati.
Quello che vi propongo oggi è una vera bontà: è farcito con verza sbollentata e ripassata in padella e patè di olive nere che prepareremo in pochissimi minuti.
Ho pensato a questo abbinamento ieri sera… è piaciuto tantissimo e non posso dirvi se sia buono anche freddo, perchè è stato spazzolato prima che lo diventasse… Andiamo a prepararlo va!!!

Ingredienti:

Per la pasta matta:
-300 gr di farina-150 ml di acqua-1 cucchiaio di aceto-2 cucchiai di olio-sale
Per la verza:
-300 gr di verza pulita (cui avremo eliminato le coste centrali più grosse)-1 spicchio d’aglio-4 cucchiai di olio d’oliva-1 cucchiaio di aceto-sale-peperoncino
Per il patè di olive:
-100 gr di olive nere denocciolate-2/3 cucchiai di olio d’oliva-peperoncino
-poco latte per spennellare lo strudel una volta cotto

Cottura: 5 minuti per sbollentare le verze + 15 minuti per ripassarle in padella+ 35/40 minuti in forno preriscaldato a 180° per lo strudel
Difficoltà: media
Costo: basso
Preparazione: far bollire una grossa pentola con acqua salata e gettarvi la verza pulita (cui avrete eliminato le coste centrali troppo grosse e spezzettato le foglie).Dopo cinque minuti scolare la verza, mettere in una padella l’olio e l’aglio, farlo imbiondire ed eliminarlo: aggiungere quindi la verza, salare e inserire il peperoncino.
Lasciare insaporire per il tempo indicato e fare raffreddare.

Preparare la pasta matta: versare in una ciotola la farina, il sale, l’olio, l’aceto ed impastare aggiungendo via via l’acqua.Lavorare sino che l’impasto risulta liscio ed elastico,

infarinare leggermente e farlo riposare in una ciotola coperta con un canovaccio.Ora prepariamo il patè: mettere nel bicchiere del mini pimer le olive, l’olio, il peperoncino e frullare sino a che si ottiene una crema liscia e omogenea.

Riprendere la pasta matta sul piano di lavoro leggermente infarinato e stenderla in un rettangolo con i lati di centimetri trenta per quaranta.Praticare dei tagli a lisca di pesce (l’una al contrario dell’altra, visto che devono essere intrecciate) nei lati più lunghi.

Spalmare la parte centrale del rettangolo con il patè e distribuirvi la verza.

Chiudere ora lo strudel: ripiegare le due basi del rettangolo rivoltando un bordino di pasta di due centimetri verso l’interno, in modo che il ripieno non fuoriesca; intrecciare le strisce incise e quindi spennellare la superficie dello strudel un po’ di latte.

Infornare in forno preriscaldato per il tempo indicato, tenendo presente che la superficie deve essere leggermente dorata.
Non è una ricetta difficile, e nemmeno troppo lunga: vedrete che vi farà fare un figurone.
Vi abbraccio, alla prossima! Cristina.

PEPERONI RIPIENI (VEGETARIANI CON GUSTO)

PEPERONI RIPIENI (VEGETARIANI CON GUSTO)

In estate, e non solo, porto volentieri in tavola le verdure ripiene: possono rappresentare un secondo leggero e nutriente o un antipasto delizioso (ovviamente in piccole porzioni).Il ripieno di questi peperoni è composto da pane raffermo, pomodoro, olive, capperi e formaggio…Sapori mediterranei, freschi e golosissimi di cui non mi stanco mai.Tra le verdure ripiene, i peperoni sono quelle che mi garbano di più: oggi ho scelto dei bei peperoni grossi, gialli e carnosi… Una vera delizia.Devo dire che ho mangiato il mio peperone (mezzo, visto che erano molto grandi) con ingordigia, così come mangiano i bambini, quasi felicemente.Sono buoni tanto caldi quanto freddi: purtroppo, molto spesso, prima di raffreddare spariscono come per magia😋.

Ingredienti per 4/6 persone:

-4 peperoni gialli o rossi
-200 gr di pane raffermo
-1 grosso pomodoro
-150 gr di fontina
-3 cucchiai di parmigiano più quello per la gratinatura-poco pangrattato-1 cucchiaio di capperi-15 olive
-latte
-prezzemolo
-origano
-pepe
-sale
-olio d’oliva

Cottura: 5 minuti per il condimento e 40 minuti a 180° in forno preriscaldato per i peperoni
Difficoltà: media

Costo: basso

Preparazione: lavare i peperoni, dividerli a metà, eliminare semi e coste interne, salarli e oliarli leggermente.

Rompere il pane a pezzettini e ammollarlo nel latte.Nel frattempo versare un filo d’olio in un tegame, aggiugere l’aglio tritato, il pomodoro a pezzetti privato dei semi, i capperi, le olive tritate, sale, pepe, origano e il prezzemolo tritato.Cuocere per cinque minuti.Strizzare bene il pane, aggiungere il condimento, la fontina a cubetti, il parmigiano e aggiustare di sale.Riempire i mezzi peperoni con il ripieno e disporli in una teglia oliata.

Cospargere la superficie dei peperoni con parmigiano e pangrattato in parti uguali, condire con un filo d’olio ed infornare in forno caldo per il tempo stabilito azionando negli ultimi dieci minuti la funzione grill.

Ora che nella mia cucina si espande il profumino delizioso dei peperoni vi lascio, vi abbraccio  e vi do appuntamento alla prossima bontà. A presto, Cristina!