GNOCCHI CON SPINACI E FONDUTA DI MACCAGNO

Adoro gli gnocchi… Quando ho tanta, ma tanta fame, vedo volare questo succulento piatto.
Questi sono verdi, con spinaci, e sono conditi con una fonduta di Maccagno, tipico formaggio della mia zona: dolce ma saporito. Confesso che la loro preparazione richiede un po’ di pazienza, ma il risultato ripaga ampiamente lo sforzo.
Il quantitativo di farina previsto dalla mia ricetta è abbastanza indicativo, dipende dall’umidità degli spinaci e dalla grandezza delle uova.
Non è difficile regolarsi però: basta valutare la consistenza dell’impasto manipolandolo.
Vedrete che basta seguire passo passo la ricetta e il risultato è garantito…

Ingredienti per 4 persone:
Per gli gnocchi:

-600 gr di patate-500 gr di spinaci surgelati-250 gr di farina-1 tuorlo d’uovo-sale-pepe nero-3 cucchiai d’olio-1 spicchio d’aglio
Per la fonduta:
-250 gr di Maccagno-50 grammi di burro-100 ml di panna da cucina
-100 ml di latte- alcune foglie di salvia

Cottura: 30 minuti per lessare le patate, 10 minuti per sbollentare gli spinaci, 5 minuti per ripassarli in padella + il tempo necessario agli gnocchi per salire a galla + 10 minuti per la fonduta

Difficoltà: media/alta

Costo: medio

Preparazione: per prima cosa cuocere le patate in acqua salata.Sbollentare gli spinaci in acqua salata per dieci minuti: scolarli, strizzarli bene e ripassarli in padella con l’olio, l’aglio, il sale e il pepe.Tritarli dunque nel mixer.Quando le patate sono a cottura, schiacciarle ancora calde e farle intiepidire. Metterle in una terrina con gli spinaci, il tuorlo, la farina e ancora un pizzico di sale.
Impastare bene sino ad ottenere un composto certamente più morbido di quello degli gnocchi di patata, ma comunque lavorabile.Dividere l’impasto in pezzi e, sul piano di lavoro infarinato, date loro la forma di salamini dai quali ricaverete gli gnocchi.

Per la fonduta scaldare il latte, aggiungere il Maccagno grattugiato e farlo sciogliere mescolando.Aggiungere quindi la panna, il burro, il sale ed il pepe.Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata, prelevarli con una schiumarola e versarli direttamente nel recipiente dove verranno conditi (possibilmente riscaldato).
Aggiungere la fonduta e mescolare per distribuirla in modo uniforme.Gli gnocchi sono pronti, che dire?! Buon appetito, a presto! Cristina.Condividi

LASAGNE AL RADICCHIO

LASAGNE AL RADICCHIO

Le lasagne mi piacciono in tutti i modi: le trovo un piatto appagante e versatile. Ho volute prepararle con il radicchio di Chioggia  e il risultato è stato davvero apprezzato da tutta la famiglia.Di queste lasagne ci sono tantissime versioni: io ho voluto prepararle a modo mio, con il formaggio della mia zona, il Maccagno: è una tometta dolce e saporita che rientra tra i miei formaggi preferiti; a dare la nota croccante e un tocco di gusto ci pensano le noci, aggiunte un po’ a piacere…anche le dosi del radicchio e del maccagno sono un po’ indicative: potrete aggiungere questi ingredienti secondo il vostro gusto personale..La ricetta è facile e veloce: si tratta sostanzialmente di strati di pasta fresca, radicchio ripassato, Maccagno e parmigiano….allacciatevi il grembiule che andiamo in cucina a preparare le mie lasagne con radicchio e maccagno

Ingredienti:

-1 confezione (250 grammi) di pasta fresca per lasagne del banco frigo (non necessita di cottura)
-1 grosso cespo di radicchio di Chioggia
-1 cipolla di Tropea
-100 gr di parmigiano
-1 manciata di gherigli di noci
-150 gr di Maccagno
-4 cucchiai d’olio d’oliva
-1/2 (mezzo) bicchiere di vino bianco secco
-fiocchetti di burro

Per la besciamella:

-700 ml di latte
-50 gr di farina
-40 gr di burro
-sale
-pepe
-noce moscata

Cottura: 5/6 minuti per ripassare in padella il radicchio + 20 minuti a 190° in forno preriscaldato per le lasagne

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa pulire e lavare molto bene il radicchio; spezzettare le foglie grossolanamente.Scaldare un tegame con quattro cucchiai di olio d’oliva, tritare la cipolla e farla appassire nel tegame.Aggiungere il radicchio, salare, pepare, sfumare con il vino bianco  e fare cuocere per il tempo indicato: sino a che il radicchio risulta asciutto e completamente privo dell’acqua di vegetazione.Ora occupiamoci della besciamella (un giorno o l’altro mi deciderò a fare un post con le mie preparazioni di base). Scaldare il burro in una pentola: quando è sciolto aggiungere la farina tutta in una volta, salare, pepare e versare il latte in un solo colpo. Profumare con la noce moscata e portare ad ebollizione mescolando continuamente: proseguire la cottura per altri due o tre minuti e togliere dal fuoco.Ora assembliamo la nostra lasagna: sporcare una pirofila con un po’ di besciamella, fare uno strato di pasta, ancora besciamella, radicchio stufato, parmigiano, gherigli di noce spezzettati e alcune fettine di Maccagno.Proseguire così fino all’esaurimento degli ingredienti.Terminare con la besciamella, alcune foglie di radicchio, una generosa spolverata di parmigiano e fiocchetti di burro.Pronta!!! Buonissima e golosa, vi abbraccio tutti, Cristina!

RISOTTO CON ASPARAGI E MACCAGNO

Un bel risottino con il Maccagno, l’ultimo……. giusto per salutare l’inverno e dare il benvenuto alla bella stagione: ce lo facciamo? Si prepara velocemente ed è di una golosità unica.
Premetto che la mia versione di questo risotto è un po’ particolare: molti, infatti , preferiscono lessare a parte gli asparagi, mentre io preferisco cuocerli insieme alla cipolla come “base” del risotto.
Del Maccagno vi ho già parlato parecchie volte: è un prodotto tipico del biellese, la mia terra; si tratta di una tometta dolce e saporita davvero buonissima. Se non la trovate potete usare una toma dolce e un po’ grassottella o, in alternativa, venire a Biella e comprarne una bella dose!!!

Ingredienti per 4 persone:

-360 gr di riso Carnaroli
-120 gr di Maccagno
-200 gr di asparagi
-1 cipolla bionda
– 4 cucchiai di olio d’oliva
-brodo vegetale q.b.
-1/2 bicchiere di vino bianco secco
-sale
-pepe
-1 noce di burro

Cottura: 10 minuti per  gli asparagi e circa 17  minuti per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: scaldare in una pentola l’olio con la cipolla tritata finemente; aggiungere gli asparagi raschiati e lavati, scartando i gambi più duri e fare insaporire.
Aggiungere un po’ di brodo vegetale bollente.
Dopo dieci minuti inserire il riso e farlo tostare fino a che diventa trasparente: a questo punto versare il vino bianco e farlo sfumare, salare, pepare e continuare la cottura aggiungendo, quando necessario, del brodo.
Prima di terminare la cottura del risotto aggiungere il Maccagno e mescolare sino a che si scioglie completamente.
Ora allontanare la pentola dal fuoco ed aggiungere una noce di burro. Aspettare qualche minuto e il nostro risottino è pronto per essere gustato. Ciao, io vi aspetto sempre qui…..baci!!