RISOTTO AL GAVI, PERE E ROBIOLA

L’accostamento del formaggio con le pere è di una bontà ben nota.
Oggi vi parlo di un risotto delicato e squisito: il risotto al Gavi con pere e robiola, un primo prelibato che vi farà fare bella figura anche nelle occasioni importanti.Il valore aggiunto,  è dato dal Gavi Pisè dell’azienda agricola biodinamica: La Raia,  che gli regala un gusto unico e che vi consiglio di provare. Si tratta di una ricetta semplice e veloce: il risotto deve essere servito all’onda (cremoso) e decorato con sottili fettine di pera ammorbidite nel burro, sfumate con il Gavi e insaporite con una generosa presa di pepe nero.

Ingredienti:
-320 gr di riso Carnaroli-2 pere Abate -120 gr di robiola-1/2 (mezza) cipolla-3 cucchiai di olio d’oliva-sale-pepe nero-50 gr di parmigiano grattuggiato-1 noce di burro-1 bicchiere di Gavi Pisè per il risotto + 2 cucchiai per profumare le fettine di pere per   decorare i piatti-brodo vegetale preparato con: cipolla, sedano e carota fatti bollire almeno per 20 minuti
Cottura: 17 minuti per il risotto + 20 minuti per il brodo vegetale + 10 minuti per ripassare le fettine di pera per la decorazione
Difficoltà: bassa
Costo: medio

Preparazione: per il brodo vegetale  mettere in una pentola  un litro di acqua con una cipolla, sedano e carota.Fare bollire per il tempo indicato.Tritare finemente la cipolla e farla soffriggere in una padella con l’olio.Inserire dunque il riso e tostarlo alcuni minuti, sino a che diventa trasparente.Sfumare con il Gavi.Salare, pepare e iniziare la cottura aggiungendo, via via, brodo vegetale caldo.Pelare le pere: tagliarne una a cubetti, mezza a fettine sottili e mezza frullarla a crema con un paio di cucchiai di brodo.Unire al risotto la pera frullata e quella a cubetti.Nel frattempo ripassare in un padellino con una noce di burro le fettine di pera e, quando sono morbide, bagnarle con i due cucchiai di Gavi.Quando il risotto è quasi pronto aggiungervi la robiola a pezzettini mescolando per amalgamarla.Allontanare quindi la padella dal fuoco e mantecare con il parmigiano ed il burro.Coprire e fare riposare due/ tre minuti.Servire all’onda, decorare i piatti con le fettine di pere e spolverare con il pepe nero.Grazie di essere passati di qui, la Chicchina

RISOTTO CON TALEGGIO E CIPOLLE CARAMELLATE

Oggi vi voglio parlare di un risotto squisito preparato con il riso Carnaroli Classico dell’azienda agricola Rabellotti Stefano . La qualità, decisamente superiore di questo riso, mi ha permesso di realizzare un piatto che è piaciuto moltissimo: il Carnaroli (anche detto “il principe dei risotti”) è, in assoluto, il più usato per questo tipo di preparazioni: tiene perfettamente la cottura, grazie all’alta percentuale di amilosio e permette una perfetta mantecatura.
La golosità del risotto con taleggio e cipolle caramellate è dovuta all’aggiunta del taleggio mentre il sapore sfizioso e particolare è dato dalle cipolle caramellate che rendono questo primo perfetto anche per occasioni particolari.
Se l’idea vi piace e volete preparare la mia ricetta,  seguitemi in cucina che vediamo insieme come realizzarla..

Ingredienti:

Per il risotto:

-320 gr di riso Carnaroli Classico
-4 cucchiai di olio extravergine di oliva
-1 litro circa di brodo vegetale (preparato con sedano, carota e cipolla)
-120 gr di taleggio
-30 gr di burro
-1 spicchio d’ aglio
-1/2 (mezzo bicchiere di vino bianco secco)
-sale
-pepe nero

Per le cipolle caramellate:

-350 gr di cipolle rosse al netto degli scarti
-4 cucchiai di olio extravergine di oliva
-2 cucchiai di zucchero di canna integrale
-1/2 (mezzo bicchiere di vino bianco secco)
-2 cucchiai di aceto
-sale
-pepe

Cottura: 18 minuti per il risotto +20 minuti per il brodo vegetale + 20 minuti per le cipolle caramellate

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per il brodo vegetale. fare bollire per venti minuti sedano, carota e cipolla in acqua leggermente salata.Occupiamoci ora delle cipolle  caramellate: sbucciare le cipolle e tagliarle a fette sottili.Scaldare un tegame con quattro cucchiai di olio extravergine ed aggiungere le cipolle affettate,la foglia di alloro, salare, pepare ed inserire lo zucchero di canna; lasciare cuocere una decina di minuti.Bagnare dunque con il vino bianco e farlo evaporare. Per ultimo inserire l’aceto e proseguire la cottura per altri cinque minuti.Mettere l’olio in una pentola, aggiungere lo spicchio d’aglio, farlo dorare dolcemente e quindi eliminarlo.Inserire quindi il riso e farlo tostare sino a che è trasparente, bagnare con il vino bianco e farlo sfumare.Cuocere aggiungendo via, via il brodo vegetale caldo. A metà cottura salare, pepare e aggiungere metà delle cipolle caramellate  precedentemente preparate.Quando il risotto è cotto, regolare di sale e mantecare con il taleggio tagliato a cubetti e il burro. Coprire la pentola e lasciare riposare un paio di minuti. Impiattare aggiungendo le cipolle rimaste, qualche  cubetto di taleggio e una fogliolina di alloro.

Il piatto è pronto..non mi resta che augurarvi buon appetito..

RISO GOIO 1929 DOP CON BARBABIETOLA, PORRI E MACCAGNO

Il piatto che vi presento oggi è un risotto speciale, bellissimo e particolare che, a mio parere, potrebbe ben figurare sulla tavola delle feste.
Ho scelto di realizzare questo piatto con un riso del mio territorio: Riso Goio 1929 DOP, un prodotto eccellente coltivato nella zona tra Vercelli e Biella dall’azienda della famiglia Goio.
Si tratta di un riso che tiene benissimo la cottura e che ha la capacità di rilascire amido, caratteristica che facilita la mantecatura. Questi requisiti fanno sì che Riso Goio sia particolarmente apprezzato dagli chef e dagli intenditori.
La cura e la determinazione di tre generazioni della famiglia Goio hanno permesso di ottenere un prodotto praticamente privo di difetti di lavorazione. Cliccando sul link in alto potrete ottenere tutte le informazioni relative alla splendida storia di questa azienda/famiglia.
Ora passiamo alla ricetta, seguitemi in cucina che vi racconto come realizzarla….

Ingredienti per 4 persone:

-380 gr di Riso Goio DOP
-150 gr di barbabietola cotta al forno
-2 porri di medie dimensioni
-200 gr di Maccagno giovane
-40 gr di parmigiano
-40 gr di burro
-4/5 cucchiai di olio d’oliva
-sale
-pepe
-brodo vegetale q.b.

Cottura: 5 minuti per i porri + 14 minuti per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: medio

Preparazione: per prima cosa pulire ed affettare finemente i porri, scaldare in un tegame l’olio e farli stufare per il tempo indicato. Tenerne da parte 1/3 che serviranno a guarnire i piatti.Aggiungere il riso ai porri e farlo insaporire mescolando sino a che diventa trasparente: salare, pepare ed iniziare la cottura versando, poco a poco, il brodo vegetale caldo, avendo cura di aggiungerlo solo quando il quantitativo precedente è stato completamente assorbito.Nel frattempo sbucciare la barbabietola, affettarla e frullarla con due/tre cucchiai di brodo.Quando il riso è quasi cotto versare il composto di barbabietola e mescolare affinchè si distribuisca uniformemente.Inserire quindi il Maccagno a pezzi e quando è completamente sciolto mantecare il risotto con il burro ed il parmigiano.Coprire il tegame e lasciare riposare qualche minuto.Prima di servire guarnire i piatti con un pizzico dei porri cotti in precedenza.Il piatto è pronto, grazie di essere passati. Io vi aspetto sempre qui, nella mia cucina!

Condividi

RISOTTO ALLO ZAFFERANO CON CREMA DI RUCOLA

Da buona piemontese (di adozione) adoro il risotto.Lo trovo un piatto molto versatile: infatti, mi piace prepararlo anche con ingredienti inconsueti. Uno dei risotti che preferisco è quello con le pesche, che vi consiglio assolutamente di provare.Quello che vi voglio proporre oggi è un classico risotto allo zafferano con l’aggiunta  di una crema di rucola che gli conferisce un sapore particolarmente accattivante; è molto semplice da preparare ed anche per le più inesperte sarà un gioco da ragazzi realizzarlo.Poi, diciamolo: quei piccoli pois di crema verde oltre che buonissimi, sono anche scenografici … visto che anche l’occhio vuole la sua parte.Seguitemi che vi “racconto ” questo semplice risottino….
Ingredienti per 4 persone:

Per il risotto:

-320 gr di riso Carnaroli
-1/2 cipolla
-1 bustina di zafferano
-4 cucchiai di olio d’oliva
-40 gr di burro
-70 gr di parmigiano grattugiato
-1/2 bicchiere di vino bianco secco
-brodo vegetale q.b.

Per la crema di rucola: 

-50 gr di rucola
-50 ml di olio d’oliva
-1 pizzico di sale

Cottura: 17 minuti

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa frullare la rucola con l’olio e il sale (si deve ottenere una crema perfettamente omogenea) e tenere da parte.
In una pentola mettere l’olio e la cipolla tritata: farla dunque appassire a fuoco dolce.
Aggiungere il riso e tostarlo sino a che diventa trasparente: bagnare quindi con il vino e farlo sfumare.
Cuocere il risotto aggiungendo via via il brodo vegetale caldo al bisogno.
Cinque minuti prima del termine della cottura inserire il parmigiano, mescolare e spegnere il fuoco. Aggiungere quindi il burro e coprire la pentola per fare riposare il risotto due o tre minuti.
Impiattare e, ad ogni piatto, aggiungere la crema di rucola con una piccola siringa o, se non l’avete, con un cucchiaino.

Bello e buonissimo, vedrete!!! Un abbraccio, Cristina!

RISOTTO VERDE CREMOSO

Eccomi qua…Oggi vi lascio la ricetta di un risotto veramente buono: cremoso, sano e nutriente.
Si tratta di un piatto che ho iniziato a fare quando i miei ragazzi erano piccoli e volevo far mangiare loro le verdure, in questo caso gli spinaci; è una preparazione semplice e piace veramente a tutti.
L’ideale è prepararla con gli spinaci freschi ma, in alternativa, è possibile utilizzare quelli surgelati ottenendo un risultato soddisfacente.
Se vi piace l’idea e volete preparare con me questa bontà seguitemi in cucina…

Ingredienti per 4 persone:

-280  gr di riso Carnaroli
-200 gr di spinaci freschi o , in alternativa, surgelati
-1 cipolla piccola
-150 gr di fontina dolce
-4 cucchiai di olio d’oliva
-brodo vegetale (preparato con sedano, carota e cipolla o con un dado vegetale)
-1/3 bicchiere di vino bianco (secco)
-40 grammi di parmigiano
-30 grammi di burro
-sale
-pepe nero

Cottura: 10 minuti per gli spinaci +17/18 minuti per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa preparare il brodo vegetale, se possibile con sedano, carota e cipolla o, più sbrigativamente, con un dado vegetale.
In un tegame scaldare l’olio, aggiungere la cipolla tritata finemente e farla appassire.
Inserire gli spinaci, salare, pepare e proseguire la cottura per dieci minuti.
Passato questo tempo aggiungere il riso e farlo tostare sino a che è trasparente.
Sfumare ora con il vino e farlo evaporare.
Iniziare a cuocere il risotto aggiungendo via via mestoli di brodo fumante.
Tre /quattro minuti prima del termine della cottura aggiungere la fontina dolce a cubetti e mescolare lentamente perché si sciolga.
Allontanare ora il tegame dal fuoco ed inserire il parmigiano e il burro per mantecare: coprire e lasciare riposare due / tre minuti…Et voilà, il piatto è pronto: una vera delizia. 
Grazie, a presto sempre qui! 

RISOTTO AI CARCIOFI

RISOTTO AI CARCIOFI

Questo risotto mi piace particolarmente: è saporito, cremoso e molto semplice da realizzare.Basta avere dei carciofi freschi (o, in alternativa, si possono usare quelli surgelati), del brodo vegetale, un pugno di parmigiano e il gioco è fatto.Si tratta di un piatto nutriente, leggero e facilmente digeribile.In genere si usa la cipolla nella cottura  dei carciofi, io invece preferisco usare l’aglio (poco ovviamente), che gli conferisce un sapore ancora più accattivante (a mio avviso).La quantità di  carciofi utilizzata non è precisa, va a gusti: la mia è solo un’ indicazione.Se volete prepararlo con me, seguitemi in cucina e, in poche mosse, un risottino caldo, profumato e fumante sarà sulla vostra tavola…..
Ingredienti per 4 persone:

-300 gr di riso (io Carnaroli)
-5 carciofi freschi o, in alternativa,300 gr di cuori di carciofo surgelati
-40 gr di parmigiano
-1/2 spicchio di aglio
-prezzemolo q.b.
-1/2 bicchiere di vino bianco secco
-1 litro di brodo vegetale preparato con sedano, carota e cipolla oppure  con un dado vegetale
-4 cucchiai di olio d’oliva
-1 noce di burro
-se si usano i carciofi freschi il succo di 1/2 limone
-sale
-pepe nero

Cottura: 10/12 minuti per i carciofi e 17/18 per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: se si utilizzano i carciofi freschi vanno eliminate le foglie esterne dure lasciando solamente i cuori.A questo punto tagliare la punta del carciofo per scartare le punte: dividere ora il cuore di carciofo a metà e togliere la parte centrale stopposa.Man mano che i carciofi sono pronti dividerli a spicchi e metterli a bagno in acqua e limone, altrimenti scurirebbero.Per velocizzare la preparazione si possono utilizzare i carciofi surgelati (che sono veramente ottimi e pratici).Sia nel primo che nel secondo caso i carciofi vanno brevemente cotti in questo modo: mettere l’olio e l’aglio tritati in una padella per risotti, aggiungere i carciofi a spicchi, salare, pepare, e fare cuocere10 /12 minuti aggiungendo all’occorrenza un mestolo o due di brodo vegetale.Prima di inserire il riso fare evaporare il liquido.Aggiungere dunque  il riso, mescolare e farlo tostare sino che è trasparente.Sfumare con il vino ed iniziare la cottura del risotto aggiungendo via via brodo caldo.Qualche minuto prima del termine della cottura aggiungere il parmigiano e la noce di burro, quindi allontanare dal fuoco e lasciare riposare coperto due/tre minuti.Spolverare di prezzemolo tritato…et voilà, il gioco è fatto.Grazie di essere passati, a presto! Cristina

RISOTTO CON TOMA E PANCETTA

In inverno si mangiano volentieri piatti un po’ più ricchi e corposi: un risottino caldo e gustoso è quello che ci vuole. Quello che vi descriverò è un risotto semplice  e saporito, arricchito con toma  e pancetta affumicata….davvero una cremosa bontà!!! Io ho scelto di utilizzare il riso Carnaroli, una varietà ottima ideale per risotti.
Se vi garba la mia proposta seguitemi in cucina, tanto è grande, ci stiamo tutti!!!!

Ingredienti per 4 persone:

-380 gr di riso Carnaroli
-60 gr di pancetta affumicata a cubetti
-150 gr di toma giovane, dolce
-50 gr di parmigiano
-1 cipolla bionda
-3 cucchiai di olio d’oliva
-40 gr di burro
-1/2 bicchiere di vino bianco secco
-sale
-pepe nero
-brodo vegetale (sedano carota e cipolla) o semplicemente di dado vegetale

Cottura: 18 minuti

Difficoltà: bassa

Costo: bassa

Preparazione: mettere l’olio in un tegame e farvi rosolare la pancetta, dopodiché metterla in un piattino. Allo stesso olio aggiungere la cipolla tritata e farla appassire.
Inserire ora il riso nel tegame, rigirarlo e farlo tostare sino a che diventa trasparente: dunque salare e pepare.
Versare il vino e farlo sfumare.
Iniziare la cottura del risotto aggiungendo via via un mestolo di brodo vegetale, quando necessario.
Quando mancano cinque minuti al termine della cottura aggiungere la toma a pezzi e la pancetta rosolata.
A cottura mantecare con il parmigiano ed il burro.
Allontanare dal fuoco, coprire e lasciare riposare qualche minuto prima di consumare in allegria!!
Il piatto è caldo e fumante e…buon appetito a tutti!
Io vi aspetto sempre qui, ciao!!

RISOTTO ALLA SALSICCIA

RISOTTO ALLA SALSICCIA

Sta iniziando a fare freddo…con queste temperature un risotto caldo e fumante è una visone celestiale: si possono osare anche ingredienti un pochino più ricchi, come ad esempio la salsiccia.
In famiglia piace così, semplicemente, senza l’aggiunta di altri ingredienti che, tuttavia, non guasterebbero (ad esempio funghi o verdure come piselli, zucchini o melanzane).
Come per tutti i piatti semplici, è molto importante che gli ingredienti utilizzati siano di ottima qualità: dal riso alla salamella, fino al vino con cui sfumare la preparazione.
Rispettando questa semplice regola avremo un primo piatto ricco, saporito e che, in genere, mette tutti d’accordo!!! Se volete prepararlo con me seguitemi che lo prepariamo insieme……

Ingredienti per 4 persone:

-380 gr di riso Carnaroli
-200 gr di salamella
-1 cipolla
-1/2 bicchiere di vino
-70 gr di parmigiano
-prezzemolo
-50 gr di burro
-brodo vegetale q.b.
-sale
-pepe

Cottura: 6/7 minuti per la base, 17 minuti per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: per prima cosa mettere in una pentola metà della dose necessaria di burro e farlo sciogliere; tritare la cipolla, aggiungerla al burro e farla appassire.
Inserire la salamella privata della pelle e sbriciolata: farla dunque cuocere cinque minuti.
A questo punto versare il riso e farlo tostare fino a che diventa trasparente.
Sfumare con il vino bianco, salare, pepare e continuare la cottura inserendo via via brodo vegetale, quando necessario.
A metà cottura aggiungere un trito di prezzemolo, al termine il parmigiano e il burro rimanente.
Quando il risotto è pronto, allontanare dal fuoco, coprire e lasciare riposare qualche minuto prima di servire.
Buon appetito e tornate a trovarmi!

RISOTTO AL POMODORO CON QUENELLE DI RICOTTA AL BASILICO

Io, lo avrete capito, sono un’innamorata della cucina ed in particolare di quella italiana: penso che sia un vero patrimonio nazionale, grazie agli splendidi prodotti di cui disponiamo.Nel mio piccolo (ma proprio piccolo) mi piace fare tutto quello che posso per valorizzarli e ritengo che andrebbero  tutelati e difesi maggiormente.Ma tornando al piatto di oggi: per realizzarlo è necessario avere in casa riso, pomodoro, ricotta, una manciata di parmigiano ed aromi…..ingredienti semplici, ma sufficienti a realizzare un primo delizioso.Si tratta di una ricetta molto semplice da realizzare…in fondo chi non è capace di realizzare un risotto al pomodoro?! Basta però la quenelle di ricotta a dare un tocco di raffinata particolarità.Andiamo dunque a vedere come preparare il risotto con quenelle di ricotta al basilico..

Ingredienti per 4 persone:

-360 gr di riso Carnaroli
-2 pomodori San Marzano maturi
-1/2 cipolla
-olio d’oliva
-brodo vegetale
-5 cucchiai di parmigiano
-200 gr di ricotta
-sale
-pepe
-origano
-olio d’oliva
-basilico
-1 noce di burro

Cottura : 10 minuti per il pomodoro e 17 per il risotto

Difficoltà: bassa  (la quenelle si forma con l’aiuto di due cucchiai)

Costo: basso

Preparazione: la prima cosa da fare è preparare il brodo vegetale con il classico metodo. Far bollire carota, cipolla, sedano e aromi per almeno  un’ora oppure, per velocizzare, si può preparare con un dado vegetale.Successivamente occupiamoci della crema di ricotta al basilico che si ottiene aggiungendo alla ricotta foglie di basilico spezzettate, due cucchiai di parmigiano, un filo d’olio, sale e pepe.Prepariamo il risotto: far soffriggere la cipolla tritata in due/tre cucchiai d’olio. Quando è appassita aggiungere i pomodori privati della pelle, profumare con origano, sale, pepe e aggiungere il riso: quando quest’ultimo è tostato (deve essere trasparente) iniziare ad aggiungere il brodo caldo e portare a cottura (ci vorranno 18 minuti circa).Due minuti prima del termine della cottura aggiungere il parmigiano e una noce di burro.Lasciare riposare due/tre minuti e quindi impiattare ed aggiungere la quenelle di ricotta al basilico.Un piatto buonissimo che ci farà fare un figurone!!! Un abbraccio, la Chicchina.

RISOTTO ALLO ZAFFERANO CON ZUCCHINE E SPECK CROCCANTE

Questo risotto è nato per caso…strano che io, di Domenica alle undici, non avessi ancora idea di cosa preparare. Poi  l’occhio è caduto proprio lì: sul magnifico cestino di verdure dell’orto, dove spiccavano dei bellissimi zucchini in cerca di “occupazione”. Allora mi sono detta: “Perchè non fare un risotto….magari un po’ particolare, con diversi ingredienti stuzzicanti che, combinati tra loro, possano ravvivare la tavola di questa domenica afosa?”. Detto fatto, ho preso il mio amato Carnaroli, i famosi zucchini, lo zafferano  e del bellissimo speck. Mi sono messa all’opera ed il risultato è stato apprezzato proprio da tutti: un risotto saporito, colorato e leggero…..vediamo insieme come si prepara.

Ingredienti (sempre ovviamente per 4 persone, se non precisato diversamente):

-400 gr di riso Carnaroli

-3 zucchine piccole
-1/2 cipolla di Tropea
-70 gr di parmigiano
-1 bustina di zafferano
-50 gr di speck
-brodo vegetale q.b. (anche di dado)
-1/2 bicchiere di vino bianco
-olio d’oliva
-1 noce di burro
-sale
-pepe
-origano
-2 foglie di basilico

Cottura: 15 minuti per le zucchine, 18 minuti per il risotto

Difficoltà: bassa

Costo: basso.

Preparazione: per prima cosa tagliare le zucchine in piccoli pezzi (ovviamente dopo averle lavate) e stufarle in padella con tre/quattro cucchiaio d’olio, la cipolla, il sale, l’origano ed il pepe.
Nel frattempo preparare il brodo vegetale (io di dado).
Quando le zucchine sono cotte aggiungere il riso e farlo andare fino a che diventa trasparente: a questo punto bagnare con il vino bianco, farlo evaporare ed iniziare ad aggiungere il brodo caldo.
Cinque minuti prima del termine della cottura aggiungere lo zafferano sciolto in mezza tazza di brodo e il parmigiano.
Per ultimo aggiungere lo speck fatto rosolare in poco olio e la noce di burro, spegnere il fuoco, coprire la pentola e fare riposare per cinque minuti.
Ecco fatto, una squisitezza, a presto, e grazie di essere passati di qui! Cristina!