DOLCE AL CUCCHIAIO CON CREMA E PESCHE

Questo è un dolce perfetto per l’estate: fresco e goloso, è l’ideale da tenere in frigorifero e gustare a cucchiaiate; è composto da uno strato di savoiardi bagnati con un miscuglio di limoncello e acqua in parti uguali (ma anche del succo di frutta sarà perfetto), quindi uno strato di fettine di pesca e, a seguire, un generoso strato di crema pasticcera, resa più soffice da un piccolo quantitativo di panna.Per terminare il dolce un velo di panna su tutta la superficie e tante fettine di pesca.Le dosi degli ingredienti sono solo indicative, possono variare a seconda dei gusti personali: al posto delle pesche potrete utilizzare delle albicocche succose, delle prugne, delle ciliegie denocciolate ecc…Si può preparare con un certo anticipo e sarà ancora più buono se consumato dopo tre/quattro ore o, meglio ancora, dopo una notte intera in frigorifero.Allora vediamo come preparare questo questo dolce al cucchiaio con crema e pesche

Ingredienti per uno stampo con diametro di 26 centimetri:
-savoiardi q.b.-limoncello q.b.
-acqua q.b.-2 pesche mature e succose per farcire e 2 pesche per la decorazione-400 ml di panna fresca ben fredda
Per la crema pasticcera:
-500 ml di latte parzialmente scremato-4 tuorli-4 cucchiai di zucchero-3 cucchiai rasi di farina 00-scorza di limone biologico (solo la parte gialla)-1 cucchiaio di succo di limone

Cottura: 5 minuti per portare il latte a bollore + 10 minuti (circa) per la crema pasticcera
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: lavare il limone e tagliare 3 scorze, aggiungerle al latte e portare a bollore dolcemente. Fare intiepidire ed eliminare le scorzette.In una grande ciotola mettere i tuorli, lo zucchero, la farina, e il succo di limone, lavorare fino ad ottenere una crema ed inserire il latte ormai tiepido.Mescolare e mettere su fuoco basso, portare a bollore (sempre mescolando) e cuocere ancora per circa cinque minuti.Montare la panna ben fredda di frigorifero ed aggiungerne metà alla crema, mescolando dall’alto verso il basso.Versare quindi in una ciotola e spolverare la superficie con un cucchiaio di zucchero (questa operazione eviterà che si formi la superficie la classica pellicina).Quando la crema sarà fredda aggiungervi con delicatezza metà della panna montata.Per la base, preparare una bagna con limoncello e acqua in parti uguali e passarvi i savoiardi: formare dunque uno strato compatto nel fondo dello stampo scelto e, con dei savoiardi tagliati a metà, formare un bordo uniforme.

Sbucciare le pesche, tagliarle a fettine e adagiarle sul fondo dello stampo.
Aggiungere dunque la crema pasticcera a cucchiaiate, livellare bene e spalmare la panna montata rimanente su tutta la superficie.Per terminare il dolce disporre le fettine di pesca delle due pesche rimanenti come più vi piace.

Mettere il dessert in frigorifero fino al momento di servire. Un abbraccio, la Chicchina.

TORTA DI PESCHE E CIOCCOLATO AL CUCCHIAIO (DELLA SECO)

Ore otto, suona il telefono… Dall’altra parte una voce squillante dice: “Ciao gioia, sono la Seco, ti ho fatto la torta di pesche al cucchiaio, l’ho già sfornata!”. Questo significa che si era alzata almeno alle sei…Chi è la Seco? La Seco è una ragazza di ottantanove anni: è nata che pesava novecento grammi ed è partita in quarta senza mai fermarsi. Piccola e rotondina, con una cascata di capelli color carota ad incorniciare un visetto furbo e pieno di lentiggini.Di lei ho ricordi importanti: l’ho conosciuta a vent’anni in un periodo terribile.
Mi ricordo  quando mia sorella stava tanto male, all’ospedale. Una volta la vidi entrare con una mantella verde, il cappello e una violetta in mano, sempre opportuna, delicata ed incoraggiante.
Quella volta mi prese per mano e mi convinse ad uscire, anche se per poco, da quella stanza che rappresentava l’unico posto nel mondo dove io volessi stare.”Vieni gioia, andiamo a mangiare due pasticcini…”: al mio garbato rifiuto non fece alcuna resistenza. Dopo aver pensato un istante mi disse: “Allora andiamo a comprare una bellissima camicia per l’Antonella”. Così facemmo…
Questa è la mia Secondina: una persona unica, che ha capito come si fa a voler bene senza condizionare, senza possedere, ma solo seguendo il proprio cuore e le esigenze dell’altro.La Seco vive da sola, guida tranquillamente la sua macchina (fa certe retromarce che io me le sogno) e sempre in retromarcia scende le scale, perchè quel ginocchio malandrino continua a farle male ma… mai fermarsi.
Di notte a volte si alza e giusto due spaghi se li fa…La torta, neanche a dirlo, è buonissima: morbida e succosa, si prepara in pochi minuti e racchiude tanti sapori magnifici e tipicamente piemontesi (pesche, amaretti, cioccolato e niente farina)… Una dolcezza che, per una volta, qualcuno ha cucinato per me.Con il suo permesso vi lascio la ricetta…

Ingredienti:

-12 pesche di medie dimensioni
-80 gr di amaretti
-100 gr di cioccolato fondente
-4 cucchiai colmi di zucchero
-10 biscotti secchi (tipo oro Saiwa)
-1 noce di burro per imburrare la teglia

Cottura: 50 minuti in forno a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: pelare le pesche e tagliarle a fettine.
Sbriciolare gli amaretti e i biscotti.
Tritare finemente il cioccolato
In una ciotola mettere le pesche, il cioccolato, gli amaretti, lo zucchero e i biscotti sbriciolati.
Mescolare per amalgamare tutti gli ingredienti.
Prendere una piccola teglia rettangolare, ( cm27x20 ) imburrarla e distribuirvi il composto, livellandolo con il dorso di un cucchiaio.
Infornare il dolce in forno preriscaldato per il tempo indicato.

Ecco fatto: la torta della Seco è pronta… Facciamo finta che l’ha preparata anche per voi…
Un abbraccio, la Chicchina.

SMOOTHIE ALLA PESCA

In estate si ha spesso voglia di fare colazione con qualcosa di fresco. Allora, uno smoothie è proprio l’ideale: goloso e semplice, si differenzia dal frullato perché più denso.Si prepara davvero in pochi minuti con la frutta che c’è per casa: servono ghiaccio, frutta e poco zucchero di canna cui aggiungere un piccolo quantitativo di latte vegetale o, come nel mio caso, yogurt bianco… è una preparazione leggera e, quindi, indicata anche a chi sta tentando il tutto per tutto per rientrare nel famoso costume 😥😩, che non si sa se si è ristretto con l’acqua di mare o se siamo noi che ci siamo allargate a furia di Nutella!!!!Se volete prepararlo con me, in una manciata di minuti lo smoothie sarà pronto!

Ingredienti per 2 bicchieroni:

-4 grosse posche mature-1 vasetto di yogurt bianco-6/7 cubetti di ghiaccio-1 cucchiaio di zucchero di canna
Cottura:/
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: mettere nel bicchiere del frullatore (o nel mixer) la frutta ben lavata con il ghiaccio e lo zucchero.

Azionare il frullatore sino a che il ghiaccio è completamente tritato: aggiungere lo yogurt e frullare ancora sino a che il composto è omogeneo.Ecco fatto, lo smoothie è pronto: freschissimo e leggero, la difficoltà è proprio pari a zero.Buono smoothie e alla prossima. Grazie di essere passati, mi trovate sempre qui! Vi abbraccio!

PESCHE RIPIENE

Da buona piemontese (almeno di adozione, visto che i miei genitori sono veneti) amo particolarmente le pesche ripiene..quella che vi propongo non è la ricetta originale ma quella che mi suggerisce la fantasia e il gusto della FAMIGLIOLA…
Si tratta di una preparazione relativamente semplice, buona e profumata;  negli ingredienti ho aggiunto lo spumante, prodotto d’eccellenza di questa regione e non solo..ho aspettato quasi fine stagione per prepararle e postarle, perché in questo periodo le pesche sono particolarmente buone e si dividono senza alcuna difficoltà! E allora, visto che oggi al mercato ne ho viste di magnifiche, ne ho comprate ben DIECI kg…il fruttivendolo quando mi vede si sfrega le mani già pensando come investire il malloppo che questa Chicchina fantasiosa spenderà comperando ogni cosa…che non si sa mai!!!

Ingredienti:

-4 pesche o 3 molto grosse, come le mie
-1 uovo
-100 gr di amaretti
-la scorza grattuggiata di 1/2 limone
-4 cucchiai di zucchero
-2 cucchiai di cacao amaro
-1 bicchiere di spumante moscato
-poca acqua
-fiocchetti di burro

Cottura: 40 minuti in forno preriscaldato a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: la prima cosa da fare è eliminare la buccia delle pesche, io l’ho fatto semplicemente con un coltellino, senza fatica, altrimenti si possono tuffare i frutti in acqua bollente per alcuni minuti. Dividere poi le pesche a metà ed eliminare il torsolo.
Con l’aiuto di un cucchiaino scavare prelevando un po’ di polpa dall’incavo delle mezze pesche; schiacciare  la polpa  ed aggiungervi gli amaretti sbriciolati, tre cucchiai di zucchero, il cacao, la scorza di limone e l’uovo.
Riempire con questo composto delizioso l’incavo scavato nelle pesche, spolverizzarle con 1 cucchiaio di zucchero, briciole di amaretto e fiocchetti di burro.

Porre le pesche in una teglia imburrata e versarvi lo spumante; infornare e cuocere quaranta minuti…una delizia…baci, Chicchina!

PICCOLI STRUDEL NUTELLA, AMARETTI E PESCHE

Ecco una ricetta facile , veloce e golosa. Volevo fare un dolcetto per la colazione di domani: il tempo è poco e quindi mi sono ricordata di un’amica fedele pronta a venirmi in aiuto che non manca mai nel mio  frigorifero: la pasta sfoglia.Con questa base utile e versatile si può partire per ottenere sia dolci che salati belli e buoni.Oggi ho pensato di  fare dei piccoli strudel e di farcirli con tre ingredienti a dir poco buoni: Nutella, pesche ed amaretti inzuppati nel Marsala. Non male come idea no?!
Ingredienti: per 6 strudel:

-1 rotolo di pasta sfoglia pronta rettangolare
-2 pesche
-18/20 amaretti
-Nutella q.b.
-latte per spennellare
-zucchero
-Marsala q.b.

Cottura: circa 20 minuti a 180°

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: srotolare la pasta sfoglia senza eliminare la carta forno che la avvolge e dividere il foglio in sei parti.Mettere al centro di ogni rettangolino un po’ di nutella e spalmarla  lasciando un bordo attorno al perimetro. Sbucciare le pesche, farle a spicchi e distribuirle sopra ai rettangoli. Bagnare velocemente gli amaretti nel marsala e e metterne due/tre per ogni strudel.

Richiudere le sfoglie e formare gli strudel, sigillare i bordi, fare qualche taglio traversale nella parte superiore, spennellare con il latte e spolverare di zucchero.

Infornare in forno preriscaldato a 180° per circa venti minuti….buonissimi e facilissimi. Un bacio, venite a trovarmi presto! Io vi aspetto qui, un abbraccio, la Chichina.

COPPA ALLE PESCHE

La pesca è uno dei frutti più apprezzati dell’estate. A casa mia se ne mangiano in quantità e piacciono proprio a tutti; proprio per questo ho pensato a queste coppe fresche, golose, e profumatissime.Si tratta di strati di pesche , panna e pan di spagna  bagnato con succo di frutta…una delizia, anche relativamente facile e veloce  da preparare.Allora ci venite con me in cucina a preparare la mia coppa con le pesche?
Ingredienti:

-2 grosse pesche mature
-2 pesche noci
-400 ml di panna da montare
-2 cucchiai di zucchero a velo
-Pan di Spagna
-1 succo di frutta alla pesca

Cottura: /

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: la prima operazione da fare è montare la panna (che vi ricordo deve essere freddissima); quando quest’ultima è quasi soda aggiungere, continuando a sbattere, lo zucchero a velo.
Tagliare poi una pesca noce e una pesca dopo averle naturalmente spellate e frullare il tutto; aggiungere al composto di panna e mescolare con delicatezza per amalgamare.
Spellare le pesche rimanenti e tagliarle a cubetti.
Ritagliare dunque dal pan di Spagna dei dischi (usando una delle coppe che verranno usate per assemblare il dolce).
Ora componiamo le coppe: sul fondo mettiamo un cucchiaio di cubetti di frutta, uno/ due cucchiai di panna alle pesche e quindi uno strato di pan di Spagna che inzupperemo con il succo.
Ancora pesche, panna, pan di Spagna, succo e, da ultimo, uno strato generoso di panna e frutta.
Ecco fatto, almeno due /tre ore in frigorifero e poi…..che la festa abbia inizio.
 Buona continuazione d’estate e un bacio grande,Cristina.

RISOTTO CON LE PESCHE

Sì sì….. avete proprio letto bene: risotto con le pesche, una delizia assoluta…un abbinamento apparentemente azzardato che vi stupirà per la sua bontà!!
Avreste dovuto vedere l’espressione  dei miei figli e di mio marito quando ho presentato questo piatto: occhi spalancati e sorrisino forzato….dopo l’assaggio, però, si sono quasi sfidati per l’ultima forchettata di questa originalissima bontà!!! La cosa più bella è stato lo sguardo pieno di ammirazione di mio marito….
La cosa più importante è avere ingredienti di prima qualità: pesche succose, cipolla di rossa di Tropea,  riso Carnaroli (quello che preferisco) ed un ottimo Prosecco!!!!!
La preparazione è proprio semplice….è indispensabile seguire le poche, necessarie, indicazioni che vi darò!!

Ingredienti:

– 400 gr di riso Carnaroli

-3 pesche succose
-1/2 cipolla di Tropea
-4 cucchiai di parmigiano grattuggiato
-1 bicchiere di ottimo Prosecco
-brodo vegetale q.b.
-sale
-pepe nero
-foglioline tenere di basilico
-60 gr di burro

 Difficoltà: bassa

Costo: basso

Cottura : 20 minuti per il riso + il soffritto

Preparazione; per prima cosa affettare sottilmente il quarto di cipolla e farlo stufare dolcemente in una grossa noce di burro.
Prima che il  soffritto si colorisca, aggiungere il riso, alzare la fiamma e cuocerlo sino a che diventa trasparente: ora versare il Prosecco e farlo sfumare, salare e pepare.
Iniziare la cottura del risotto aggiungendo, quando necessario, del brodo vegetale bollente.
Dieci minuti prima del termine del piatto aggiungere le pesche a dadini.
Portare a cottura, spegnere la fiamma ed inserire il parmigiano e la quantità di riso rimanente.
Lasciare riposare il risotto qualche minuto coperto….servire ai vostri, prima increduli e poi estasiati, commensali. Davvero una sciccheria!!! Quando vogliamo ci riusciamo anche noi…..io vi aspetto sempre nella mia cucina, anche se fa tanto caldo!!!!!Un bacione, Cristina!!!