TEGLIA DI VERDURE E FORMAGGIO GRATINATE

Oggi vi parlo di una ricetta che a casa mia piace moltissimo: la teglia di verdure e formaggio al forno.Si tratta di un modo sfizioso e goloso per far mangiare le verdure anche a chi non le gradisce particolarmente: l’aggiunta delle lamelle di formaggio (per me Asiago stagionato) e di una saporitissima panure rendono questa preparazione una vera bontà.Le quantità e la varietà delle verdure sono solo indicative: in realtà si possono utilizzare le verdure che più piacciono o che, semplicemente, si hanno a disposizione.Anche per quanto riguarda il formaggio è possibile utilizzarne di diverso tipo: Montasio, Provolone, caciotta o fontina saranno perfetti… Eviterei solamente di usare formaggi freschi, in questo caso.Le verdure non necessitano di una prima cottura: si affettano e si dispongono a raggiera su una teglia oliata. Per terminare un generoso filo d’olio e una panure con pangrattato, parmigiano ed aromi… Niente di difficile quindi… Cosa dite?! La prepariamo insieme? Venite che vi racconto questa facile e preziosa ricetta…

Ingredienti:
-2 zucchine-1 melanzana lunga-3 pomodori maturi ma sodi-2 peperoni-1 cipolla (io di Tropea)-2 patate-150 gr di Asiago stagionato
Per la panure:
-3 cucchiai di pangrattato-3 cucchiai di parmigiano-1 spicchio d’aglio-prezzemolo-sale-peperoncino-olio d’oliva

Cottura: 1 ora a 190°
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: lavare ed asciugare tutte le verdure. Eliminare semi e filamenti dai peperoni e tagliarli a fette.Sbucciare le patate ed affettarle.Sbucciare la cipolla e tagliarla a grosse fette procedendo con delicatezza affinché le fette non si dividano ad anelli.Spuntare le zucchine e la melanzana e tagliarle a fette.Affettare anche i pomodori e l’Asiago. Ungere dunque una teglia con un filo d’olio e disporvi le verdure a raggiera alternandole alle fette di formaggio. Salare, aggiungere il peperoncino e profumare con l’origano.Preparare la panure con il pangrattato, il parmigiano, il prezzemolo tritato, lo spicchio d’aglio tritato finemente, il sale e il peperoncino.Distribuire la panure sulle verdure ed irrorare con un filo d’olio.Infornare in forno preriscaldato per il tempo indicato, azionando negli ultimi dieci minuti il grill per far sì che si formi una deliziosa crosticina. 

Servire la teglia tiepida come contorno o come sfizioso secondo.

ONION RINGS A MODO MIO

Gli onion rings sono deliziosi anelli di cipolla pastellati e fritti, tipici della cucina americana: possono rappresentare uno sfizioso finger food ideale per accompagnare un aperitivo, un antipasto, o uno snack sfizioso che farà la gioia di tutti, magari accompagnati da salse come ketchup o maionese.Vi lascio la mia semplice ricetta che prevede un ammollo degli anelli di cipolla in acqua salata, una pastella che andrà  (possibilmente) fatta riposare in frigo e la frittura in olio di semi… Una spolverata di sale e il gioco è fatto.Ci venite allora con me in cucina a preparare gli onion rings? Fidatevi, sono buonissimissimi…

Ingredienti:
-3 cipolle di dimensioni medie -130 gr di farina bianca-30 gr di parmigiano grattugiato-2 uova-130/150 ml di acqua frizzante freddissima-1 pizzico di bicarbonato-sale-pepe-olio di semi di arachide per friggere

Cottura: 7/8 minuti per la frittura
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: sbucciare le cipolle e tagliarle a fette alte circa un centimetro.Premere ogni fetta affinché si divida in anelli e metterli a bagno in acqua fredda salata per mezz’ora.Nel frattempo mettere le uova in una ciotola, salare, pepare e inserire poca alla volta la farina.Unire il pizzico di bicarbonato, il parmigiano e tanta acqua ghiacciata quanta basta ad ottenere una pastella cremosa (a seconda dell’umidità della farina ne possono servire dai centotrenta ai centocinquanta ml), coprire quindi la ciotola con la pellicola alimentare e farla riposare in frigo per una mezz’ora.Scolare gli anelli di cipolla e asciugarli uno per uno.Scaldare una padella con abbondante olio di semi, immergere gli anelli nella pastella e tuffarli nell’olio caldo: rigirarli quando sono dorati.A cottura passare gli onion rings su carta assorbente, spolverare con il sale e servire accompagnando con maionese o ketchup.

Gli onion rings sono pronti… Un abbraccio, la Chicchina.

RISO ARTIGLIO CON VERDURE E SALMONE

Oggi vi voglio parlare del riso Artiglio con verdure e salmone: un piatto fresco, leggero e nutriente che può rappresentare un piatto unico in estate ma che viene consumato volentieri tutto l’anno; io l’ho preparato con il riso dell’Azienda Agricola Rabellotti Stefano della quale vi ho già parlato e che per me è sinonimo di una qualità decisamente superiore. Il riso Artiglio è un riso dal chicco lungo e ha un alto contenuto di amilosio, qualità che gli conferisce una bassa collosità dopo la cottura: questa caratteristica fa sì che il riso Artiglio venga particolarmente utilizzato per insalate di riso, contorni e risotti di pesce. Ovviamente la quantità e la varietà delle verdure previste per il condimento dipendono dai gusti e dalla fantasia: io ho scelto peperoni, melanzane e zucchine e ho profumato il tutto con un trito di prezzemolo fresco (anche in questo caso quest’erba aromatica può essere sostituita con menta, timo o aneto).La ricetta è facile e veloce: si fa lessare il riso e, contemporaneamente, si cuociono in padella le verdure tagliate a cubetti. Si condisce quindi il riso con le verdure e il salmone affumicato, un trito di prezzemolo, un giro di olio buono e… Et voilà il piatto è pronto!! Vediamo allora come preparare questo primo colorato e goloso.

Ingredienti:

-320 gr di riso Artiglio 

-100 gr di  di melanzana

-100 gr di peperone rosso

-100 gr di peperone giallo

-100 gr di zucchina

-150 gr di salmone affumicato

-1 spicchio d’aglio

-sale

-peperoncino

-4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva per cuocere le verdure + q.b. per terminare il piatto

-prezzemolo tritato

Cottura: 10 minuti per il riso + 10 minuti per cuocere le verdure

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: lavare molto bene le verdure, spuntare la zucchina e la melanzana, tagliare a falde ed eliminare semi e filamenti ai peperoni.Tagliare dunque a cubetti tutte le verdure. Mettere lo spicchio d’aglio vestito e schiacciato in un tegame insieme all’olio e farlo dorare dolcemente.Eliminare l’aglio, aggiungere le verdure, salare, insaporire con il peperoncino e cuocere per il tempo indicato.Portare a bollore una pentola con abbondante acqua salata e cuocervi il riso leggermente al dente, scolarlo e farlo raffreddare allargandolo in una pirofila perché questa operazione avvenga in modo uniforme.Tagliare a striscioline il salmone.A questo punto aggiungere le verdure (compreso il loro intingolo) e le striscioline di salmone al riso e mescolare bene per distribuire gli ingredienti.Profumare con un trito di prezzemolo e terminare il piatto con un giro d’olio extravergine di oliva.

BICCHIERI PER UNA COLAZIONE D’ESTATE

Come ogni anno, nel mio giardino (che confina con il bosco), maturano le more: sono bellissime, grandi e succose.Ho pensato allora di utilizzarle anche nella preparazione di bicchieri golosi da colazione: strati di biscotto ai cereali, mousse di yogurt greco e tante dolcissime more.Non pensate però ad un dolce troppo calorico: la mousse di yogurt greco è abbastanza leggera e si realizza in pochi minuti.Le dosi per la realizzazione di questi bicchieri sono solo indicative: potrete variarle a seconda del vostro gusto personale e potrete sostituire le more con pesche, fragole, susine mature ecc…Questi bicchieri si conservano per due giorni in frigorifero, ma sono talmente buoni che spariranno prima.Se volete preparali con me, seguitemi in cucina che vi mostro come fare…

Ingredienti per 3/4 bicchieri:

Per la mousse di yogurt greco:

-200 ml di yogurt greco
-180 ml di panna vegetale
-1 cucchiaio raso di zucchero a velo (o 1 cucchiaio di miele)

Per i bicchieri:

-biscotti ai cereali integrali q.b.
-more mature

Per guarnire:

-more e foglioline di basilico

Cottura:/

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: montare a neve ben ferma la panna vegetale e, quando è quasi soda, aggiungere, sempre lavorando con le fruste, lo zucchero a velo (o il miele, a vostro piacere).Mettere lo yogurt greco in una ciotola e unire la panna poco alla volta, continuando a sbattere sino ad ottenere un composto omogeneo, gonfio e spumoso.
La mousse di yogurt greco è pronta.Comporre quindi i bicchieri: mettere sul fondo un paio di biscotti sbriciolati grossolanamente, continuare con uno strato di more (lavate ed asciugate) e quindi un generoso strato di mousse. Continuare così fino ad esaurimento degli ingredienti, avendo cura di terminare con uno strato di mousse, alcune more e… una fogliolina di basilico, che con le more ci sta benissimo.

La colazione è pronta (ma è perfetta anche per una merenda golosa).Un abbraccio la Chicchina.

PIZZETTE DI MELANZANE

Le pizzette di melanzane rappresentano un antipasto leggero e goloso.
Sono semplici e veloci da realizzare: io le preparo spesso, soprattutto nella stagione estiva, e le farcisco semplicemente con salsa di pomodoro, scamorza, origano e qualche fogliolina di basilico per profumare il tutto.Naturalmente, secondo il vostro gusto personale, potrete poi aggiungere delle acciughe, qualche cappero,  qualche cubetto di prosciutto, del tonno  e, in sostituzione della scamorza, potrete scegliere di utilizzare  il formaggio che più vi piace (vanno bene provola, asiago, montasio o la mozzarella di bufala).Io le preparo con le melanzane lunghe, ma se volete realizzare delle pizzette di melanzane più grandi dovrete scegliere quelle tonde.Allora vediamo insieme come realizzare queste squisite e particolari pizzette…

Ingredienti:
-2 melanzane lunghe di medie dimensioni-200 ml di polpa di pomodoro-200 gr di scamorza (anche affumicata, se la preferite)-parmigiano grattugiato -olio extravergine d’oliva-sale-pepe-origano
Cottura: 15 minuti  a 180° per le fette di melanzana + 10 minuti alla stessa temperatura per le pizzette farcite
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: tagliare a fette sottili le melanzane (sette-otto millimetri), cospargerle di sale fino e lasciarle riposare per almeno quindici minuti affinché perdano l’acqua di vegetazione.Passato questo tempo sciacquarle e asciugarle con un canovaccio.Praticare dei piccoli tagli sulle fette di melanzana.Disporre quindi le fette in una teglia rivestita con la carta forno, irrorarle con un filo d’olio e infornarle in forno preriscaldato alla temperatura e per il tempo indicati.Nel frattempo mettere la polpa di pomodoro in una ciotolina e condirla con sale, origano e un paio di cucchiai di olio.Quando le fettine di melanzana sono pronte, sfornarle e condirle con la salsa di pomodoro.Aggiungere quindi un pizzico di parmigiano e una fettina di scamorza .Profumare nuovamente con l’origano e terminare con un goccio d’olio. Infornare nuovamente per una decina di minuti.Prima di servirle decoratele con le foglie di basilico… Sono buone calde, tiepide o fredde.Le pizzette di melanzane sono pronte… Un abbraccio, la Chicchina.

PENNE AL POMODORO, BASILICO E PATÉ DI OLIVE NERE

Se mi domandassero cosa rappresenta per me la felicità a tavola la risposta sarebbe:”un piatto di pasta semplice e goloso”.La ricetta di oggi rispecchia pienamente i miei gusti: si tratta di un piatto di penne condite con del sugo di pomodoro fresco, basilico e paté di olive nere, anche questo preparato in pochi minuti. Particolarmente in questo periodo c’è la necessità di preparare piatti veloci ed appaganti che mettano tutto d’accordo.Le penne al pomodoro, basilico e paté di olive nere si preparano in pochi minuti: il sugo si realizza nello stesso tempo necessario per la cottura della pasta.La quantità di paté che otterrete con le dosi che vi indicherò qui sotto è superiore a quella da aggiungere al sugo di pomodoro: potrete spalmarlo sul pane o utilizzarlo per prepararequeste bruschette (davvero ottime).Se l’idea vi piace seguitemi che vediamo come realizzare in una manciata di minuti un piatto semplice ma ricco di bontà.

Ingredienti:
-360 gr di penne-400 gr di pomodori al netto degli scarti- 4 cucchiai di olio extravergine d’oliva-1 spicchio d’aglio-sale-pepe nero

Per il paté di olive nere:
-200 gr di olive nere denocciolate-1 spicchio d’aglio piccolo-4 foglie di basilico-1 pizzico di sale-olio extravergine d’oliva q.b.

Cottura: 10 minuti per il sugo di pomodoro + il tempo necessario per la cottura della pasta
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: eliminare il picciolo ai pomodori e incidere la parte superiore disegnando una croce.Gettarli quindi in acqua bollente per un minuto, prelevarli con la schiumarola, metterli in una bacinella con dell’acqua gelata e, dunque, togliere la pelle.In una padella versare l’olio, aggiungere lo spicchio d’aglio schiacciato e “vestito”, farlo dorare leggermente, inserire la polpa di pomodoro a pezzettini, salare, pepare profumare con l’origano: lasciare cuocere dolcemente una decina di minuti e, prima di spegnare il fuoco, unire le foglie di basilico spezzettate con le mani.Far bollire una pentola con abbondante acqua salata e cuocervi le penne per il tempo indicato sulla confezione.Mentre il sugo cuoce frullare le olive con lo spicchio d’aglio, il basilico, il sale e tanto olio quanto è necessario per ottenere la giusta consistenza.Quando il sugo è pronto aggiungere tre cucchiai del paté appena preparato e mescolare per distribuire i sapori.A cottura, scolare la pasta e versarla direttamente nella padella del sugo, una bella spolverata di parmigiano e il gioco è fatto.

Buon appetito. Un abbraccio, la Chicchina.

SEMIFREDDO ALLA CREMA DI NOCCIOLE, RICOTTA E PANNA

Uno dei miei dessert preferiti è il semifreddo. Quello di cui vi voglio parlare oggi è particolarmente goloso e semplice da realizzare: in poche mosse, con semplici ingredienti, realizzerete un dolce che vi farà fare bella figura anche come fine pasto di un pranzo di un certo riguardo.Si tratta di una base di biscotti, burro e caffè amaro e di una morbida e golosa crema a base di ricotta, panna e la vostra crema di nocciole preferita e, per decorare la superficie, cioccolato fondente fuso e granella di nocciole (o quello che vi suggerisce la fantasia)… Insomma: pochi ingredienti, pochissima fatica e tanta bontà! Saranno necessarie almeno tre ore nel congelatore per ottenere la giusta consistenza.Vi suggerisco di tirarlo fuori una decina di minuti prima di consumarlo.Se l’idea vi piace andiamo a vedere cosa serve per preparare il semifreddo alla crema di nocciole, ricotta e panna.

Ingredienti per uno stampo con bordo apribile con diametro 24 centimetri:

Per la base:
-300 gr di biscotti secchi-80 gr di burro-1 tazzina di caffè ristretto amaro
Per la crema:
-400 gr di crema di nocciole-400 gr di ricotta-400 gr di panna vegetale da montare già zuccherata
Per decorare:
-70 gr di nocciole-50 gr di cioccolato fondente

Cottura:/
Difficoltà: media
Costo: basso

Preparazione: sciogliere il burro in un pentolino su fuoco dolcissimo.Tritare finemente i biscotti, aggiungervi il burro fuso e il caffè amaro e mescolare sino ad ottenere un composto bricioloso. Rivestire il fondo di uno stampo con bordo apribile con carta forno e versarvi il composto preparato compattando bene con l’aiuto del dorso di un cucchiaio: riporre in frigorifero per mezz’ora.Nel frattempo montare a neve ben ferma la panna.In una grande ciotola mettere la ricotta e aggiungere la crema di nocciole.Mescolare per amalgamare ed inserire, poca alla volta e con delicatezza, la panna appena montata. Dovrete ottenere una crema perfettamente omogenea.Estrarre lo stampo con la base biscotto ormai solida e versarvi la farcia, livellarla bene, coprire con la pellicola e riporre per almeno tre ore nel congelatore.Passato questo tempo, fondere a bagnomaria il cioccolato e tritare in modo grossolano le nocciole, lasciandone alcune intere per la decorazione.Prelevare il dolce e cospargerlo di granella di nocciole, aggiungere alcune nocciole intere e colare con l’aiuto di un cucchiaio il cioccolato fuso.Il nostro dolce è pronto, vi abbraccio: la Chicchina

ZUCCHINE RIPIENE CON TONNO E MOZZARELLA

Amo le zucchine, anche perché sono molto versatili e si prestano a diversi tipi di preparazioni; oggi vi voglio allungare la mia ricetta delle zucchine con tonno e mozzarella; nel web di ricette di zucchine ripiene di tonno ne potete trovare parecchie..io ho voluto prepararle a modo mio, e, vi posso assicurare, sono davvero una bontà: tanto che a casa mi hanno chiesto di rifarle al più presto.Si tratta di una ricetta facile e abbastanza veloce: le zucchine si cuociono per qualche minuto in acqua bollente, si svuotano parzialmente e si farciscono con un composto di mozzarella, tonno, capperi, acciughe, pangrattato e parmigiano oltre, naturalmente, ad una parte della polpa delle zucchine.Molto spesso le zucchine farcite e cotte in forno rimangono leggermente “crudine”, in questo caso assolutamente no: la cottura prolungata in forno fa si che siano cotte a puntino, con sopra una deliziosa crosticina…insomma: una golosità!!Non avendo in casa la mozzarella si possono usa altri tipi di formaggi, avendo cura di sceglierli morbidi e abbastanza dolci.Questa ricetta può rappresentare un contorno o, accompagnata da una fresca insalatina, un secondo sfizioso e leggero..quindi, se vi ho invogliato andate nell’orto a raccogliere le zucchine o (in alternativa) “coglietele” nel banco del fruttivendolo…in questo periodo sono tutte ottime e vale la pena di sbizzarrirsi con ricette sempre diverse.Pronti per preparare le zucchine ripiene con tonno e mozzarella? Tutti in cucina…
Ingredienti:
-6 zucchine più o meno della stessa dimensione-250 gr di mozzarella-240 gr di tonno sott’ olio ( 3 scatolette)
-1 panino raffermo-1 uovo-5 filetti di acciughe sott’ olio-1 cucchiaio di capperi-3 cucchiai di pangrattato per il ripieno-3 cucchiai colmi di parmigiano per il ripieno
-1 cucchiaio di parmigiano e 1 di pangrattato per spolverare le zucchine prima di infornare-prezzemolo -sale-pepe-origano-un filo d’olio d’oliva per la teglia * quello necessario per irrorare le zucchine ripiene prima di infornare.
Cottura: 7 minuti per sbollentare le zucchine + 40 minuti in forno a 200° per la preparazione.
Difficoltà: bassa
Costo: basso
Preparazione: lavare e spuntare le zucchine, tagliarle a metà nel senso orizzontale, tuffarle in acqua bollente salata e cuocerle per il tempo indicato.: quindi prelevarle con una schiumarola e farle intiepidire.
Speszzre il pane e metterlo a bagno nel latte almeno per una ventina di minuti.
Scavare leggermente l’interno delle zucchine con l’aiuto di un cucchiaio e tenere da parte la polpa estratta.
Strizzare il pane e metterlo in una grande ciotola, aggiungere l’uovo, il tonno sbriciolato, la mozzarella a pezzetti, metà della polpa delle zucchine, i capperi, le acciughe  il parmigiano, il pangrattato, il prezzemolo tritato, il sale , il pepe e l’origano. Mescolare per amalgamare gli ingredienti.
Disporre le zucchine in una teglia leggermente unta e riempirle con il composto preparato, spolverare con il parmigiano e il pangrattato ed infine irrorare con un filo d’olio.
Infornare in forno preriscaldato alla temperatura indicata  e cuocere sino a che, nella superficie si darà formata una golosa crosticina dorata.

Il nostro piatto è pronto, a presto, la Chicchina. 

LE BALLOTTE PIEMONTESI (RICETTA DELLA TRADIZIONE)

Le ballotte piemontesi sono un antipasto delizioso fresco e squisito; il loro nome non è per nulla raffinato, ma il sapore lo è: sono ideali come leggero finger food e si preparano in poco tempo e con pochissima fatica: si mescolano i vari ingredienti e, dopo un riposo in frigorifero di un’ora (necessario per rendere il composto sodo e modellabile) si possono formare.Tra gli ingredienti utilizzati per realizzarle ci sono: la robiola, la ricotta, il tonno e le uova sode, oltre naturalmente a delle fresche erbe aromatiche che profumano l’insieme e a pizzico di scorza di limone. La ricetta originale prevede un cucchiaio di succo di limone e un cucchiaio di buccia grattugiata, io riporterò nell’elenco ingredienti le dosi esatte ma, vi consiglio di assaggiare e di procedere secondo il vostro gusto: io, quando le preparo, preferisco limitare l’uso del limone che copre un po’ il gusto delicato dei formaggi e del tonno.Allora andiamo insieme a preparare questo antipasto che, sono certa, vi piacerà…
Ingredienti:

-200 gr di ricotta
-150 gr di robiola
-2 uova ( di cui utilizzeremo soli i tuorli)
-150 gr di tonno sott olio
-1/2 (mezzo) cucchiaio di capperi
-2 cucchiai di olio d’oliva
-1 cucchiaio di succo di limone
-buccia di limone biologico
-1 ciuffo di basilico
-1 ciuffo di prezzemolo
-sale
-pepe nero

Cottura: 10 minuti necessari per rassodare le uova

Difficoltà: bassa

Costo: basso

Preparazione: mettere le uova in un pentolino con acqua fredda e far cuocere nove minuti dal momento del bollore.Allontanare il pentolino dal fuoco e metterlo sotto l’acqua fredda corrente.Quando le uova saranno fredde dividerle a metà, prelevare i tuorli e schiacciarli con una forchetta.Lavorare a crema la robiola con la ricotta e l’olio d’oliva, salare, pepare e profumare con il succo e la scorza di limone.Aggiungere il tonno sgocciolato e sminuzzato e i tuorli.Lavare e asciugare molto bene il basilico e il prezzemolo, tritarli insieme ai capperi e unirli al composto preparato precedentemente.Mescolare ancora bene per distribuire gli ingredienti in modo uniforme, coprire con la pellicola alimentare e fare riposare in frigo per un’ora in modo che si rassodi.Passato questo tempo formare delle palline grandi tanto quanto una nocciola. 

Il nostro antipasto è pronto, un abbraccio: la Chicchina

DOLCE AL CUCCHIAIO CON CREMA E PESCHE

Questo è un dolce perfetto per l’estate: fresco e goloso, è l’ideale da tenere in frigorifero e gustare a cucchiaiate; è composto da uno strato di savoiardi bagnati con un miscuglio di limoncello e acqua in parti uguali (ma anche del succo di frutta sarà perfetto), quindi uno strato di fettine di pesca e, a seguire, un generoso strato di crema pasticcera, resa più soffice da un piccolo quantitativo di panna.Per terminare il dolce un velo di panna su tutta la superficie e tante fettine di pesca.Le dosi degli ingredienti sono solo indicative, possono variare a seconda dei gusti personali: al posto delle pesche potrete utilizzare delle albicocche succose, delle prugne, delle ciliegie denocciolate ecc…Si può preparare con un certo anticipo e sarà ancora più buono se consumato dopo tre/quattro ore o, meglio ancora, dopo una notte intera in frigorifero.Allora vediamo come preparare questo questo dolce al cucchiaio con crema e pesche

Ingredienti per uno stampo con diametro di 26 centimetri:
-savoiardi q.b.-limoncello q.b.
-acqua q.b.-2 pesche mature e succose per farcire e 2 pesche per la decorazione-400 ml di panna fresca ben fredda
Per la crema pasticcera:
-500 ml di latte parzialmente scremato-4 tuorli-4 cucchiai di zucchero-3 cucchiai rasi di farina 00-scorza di limone biologico (solo la parte gialla)-1 cucchiaio di succo di limone

Cottura: 5 minuti per portare il latte a bollore + 10 minuti (circa) per la crema pasticcera
Difficoltà: bassa
Costo: basso

Preparazione: lavare il limone e tagliare 3 scorze, aggiungerle al latte e portare a bollore dolcemente. Fare intiepidire ed eliminare le scorzette.In una grande ciotola mettere i tuorli, lo zucchero, la farina, e il succo di limone, lavorare fino ad ottenere una crema ed inserire il latte ormai tiepido.Mescolare e mettere su fuoco basso, portare a bollore (sempre mescolando) e cuocere ancora per circa cinque minuti.Montare la panna ben fredda di frigorifero ed aggiungerne metà alla crema, mescolando dall’alto verso il basso.Versare quindi in una ciotola e spolverare la superficie con un cucchiaio di zucchero (questa operazione eviterà che si formi la superficie la classica pellicina).Quando la crema sarà fredda aggiungervi con delicatezza metà della panna montata.Per la base, preparare una bagna con limoncello e acqua in parti uguali e passarvi i savoiardi: formare dunque uno strato compatto nel fondo dello stampo scelto e, con dei savoiardi tagliati a metà, formare un bordo uniforme.

Sbucciare le pesche, tagliarle a fettine e adagiarle sul fondo dello stampo.
Aggiungere dunque la crema pasticcera a cucchiaiate, livellare bene e spalmare la panna montata rimanente su tutta la superficie.Per terminare il dolce disporre le fettine di pesca delle due pesche rimanenti come più vi piace.

Mettere il dessert in frigorifero fino al momento di servire. Un abbraccio, la Chicchina.